Press "Enter" to skip to content

Mese: gennaio 2012

Silenzio, nevica

Quanto rumore c’è da ovattare nel mondo…

Mercoledì mattina: nevicava a vento pre tutta la notte – neve dappertutto pure sotto tetto e nel fienile, un 10-15cm né ha fatto.

E con bambine in casa il pupazzo è d’obbligo:

4 commenti

All’incontro

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Sembra chel a direzione del movimento del cielo è un po’ diversa, in Australia

1 commento

Gocce di vita

Il fotografo Markus Reugel s’è fissato con le gocce. Nessun photosciop.

Commenti chiusi

Chi detta legge


Sottoscritto da 40 Paesi – e fortemente voluto dagli Usa, dalle aziende discografiche, da multinazionali come Walt Disney, Sony, Intel, nonché da quelle che si occupano di farmaci e prodotti agrobiologici come Monsanto, Pfizer e GlaxoSmithKline – Acta significa Anti-Counterfeiting Trade Agreement e intende dare nuove armi ad ampio spettro per combattere non solo la contraffazione (di farmaci e vestiti) ma anche la pirateria di musica e film tramite il web.

La petitione online non c’è l’ha fatta ad arrivare ad 500’000
è già a 620mila (20:00)

Nel parlamento polacco c’erano qualche anomymous e Kader Arif, coordinatore ACTA per il parlamento EU ha dato le sue dimissioni:

”I want to denounce in the strongest possible manner the entire process that led to the signature of this agreement: no inclusion of civil society organisations, a lack of transparency from the start of the negotiations, repeated postponing of the signature of the text without an explanation being ever given, exclusion of the EU Parliament’s demands that were expressed on several occasions in our assembly.”

La commissione europea ha pubblicato “Dieci miti a proposito di ACTA”. Propaganda pura, punto per punto smascherato.

2 commenti

Vento che canta la come la balena

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Tant’anni che il contadino vorrebbe fare qualcosa simile.

2 commenti

Fukushima non dorme

Giusto per ricordare: quel ammasso di scorie nucleari sputa sempre ancora 70 milioni di becquerel all’ora, 12 milioni di più che il mese scorso perché ci stanno movendo detriti.

La radiazione invecchia il nostro pianeta, lo sclerotizza.

3 commenti

Quotiamo

Immagini che parlano più di qualunque parola: il livello dei torrenti è imbarazzante, sono praticamente a secco il Secchia, il Panaro ed il fiume Reno. Le ultime precipitazioni degne di nota in Emilia, sulla base delle informazioni a supporto di questi scatti, risalgono a maggio 2011 e negli ultimi 8 mesi in qualche zona sono addirittura caduta meno di 100 millimetri di pioggia.

Impressionante, questa terza siccità nel arco di un anno. E ‘anni fa di gennaio/febbraio tirava sempre la tramontana per settimane intere – gli ultimi anni sembra di voler tirare solo d’estate.

3 commenti

Basta palle che franano

Non è mica arte pulita, il contadino né è consapevole: adesso ha messo un bel palo in mezzo alla palla; è franato la prima, la seconda e il cubo ma adesso ‘sta catasta reggerà più di qualche mese.

2 commenti

Festival del ghiaccio

Il Harbin International Ice and Snow Festival è nato 1963, interrotto durante la rivolutione culturale ed è stato ripreso nel 1985. Harbin si trova nel nord-est della Cina, temperature medie di gennaio intorno meno 18° Celsius…

2 commenti

Cinciarella

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

I pomi reggono bene quest’anno, ancora una cassetta per mangiare e anche quelle lasciate sulla pianta sono ottime ancora.

Perché è un inverno secco.

6 commenti

Momento musicale

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

1 commento

Fuori bianchi neri dentro

A parte che sembra incredibile di poter metterla sul fondo in quel modo:

Nei serbatoi 2400 tonnellate di gasolio: potrebbero svuotarsi in mare

Questo che non dicono: le crociere e le petroliere bruciano la peggio roba nei loro motori, olio pesante piena di zolfo, rifiuto di raffinazione, nessun filtro di particelle, bruciano 2-3t gasolio/ora, hanno almeno due serbatioi diversi, uno con gasolio più pulito che devono usare per navigare nei porti, ma nel mare aperto via con l’olio pesante al 3,5% di zolfo e pieno di metalli pesanti. Un viaggio di una crociera inquina (non per CO² ma per SO, come 5 milioni di automobili per la stessa distanza. Hanno vinto il “Dinosauro” qualche mese fa, premio negativo di un associazioni per la tutela della natura.

Ovviamente si potrebbe fare qualcosa tra filtro e altro ma aumenterebbero di 300€ la cabina per due, ma adesso si vuole vendere quel prodotto a tutti e non si fa niente quindi.

[fonte]

Aggiornamento: previste 15 giorni per svuotare i serbatoi. Se va bene.

2 commenti

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi