Press "Enter" to skip to content

Due agricolture sole

Partita da una direttiva EU del 2009 diventa legge: dal primo gennaio sono ammessi solo due “sistemi”: biologico o integrato.

Per chi ha problemi di capire cosa vuol dire “agricoltura integrata”: tu puoi dare il diserbo, il fungicida, l’insetticida e la concimazione chimica solo nella misura “strettamente” (…) necessaria stabilito dal tecnico, quindi si ammette che s’è buttata troppo di tutto da sempre per decenni). Integrata in questo senso è forse la dose “necessaria” del adiuvante chimico.

Il Piano nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, in attuazione di quanto stabilito dalla dir. 2009/128/CE, prevede che dal 1° gennaio di quest’anno tutte le imprese agricole convenzionali devono convertirsi al metodo di produzione integrata. Tale sistema di difesa fitosanitaria sarà l’unico ammesso insieme al metodo di produzione biologico.

Il contadino spera vivamente che almeno saranno seppellito su una montagna di documentazioni, fogli, registri da compilare come adesso i biologici. Par condicio non è giusto che uno che lavora la terra senza questi troiai deve avere più obblighi burocratici pure, deve essere al contrario: chi usa veleni deve soffocare dentro i fogli, non chi non li usa.

6 commenti

  1. Gennaro 27 febbraio 2014

    nell’articolo della coldiretti non si parla di organismi o sistemi di controllo… possibile? agricoltura Integrata per buona volonta’?

  2. ste 27 febbraio 2014

    Tutti devono già da qualche anno annotare i trattamenti sul quaderno di campagna

    Finisce lì però, ho mai sentito di controlli o altro; l’agricoltura integrata è puro marketing, appiccicando un etichetta a quella convenzionale di sempre, più o meno.

  3. Gennaro 27 febbraio 2014

    un incentivo a comprare i pesticidi al nero, quindi!

  4. ijk_ijk 28 febbraio 2014

    Continuerà tutto come prima, solo che si creeranno posti di lavoro per fare perizie e riempire le carte.

  5. simone 11 marzo 2014

    ci sarebbe bisogno di una legge (c’è bisogno di una legge anche per l’ovvio) che obbligasse a chiamare la “mela biologica” solo “mela”. “Bio” ormai è diventato un marchio commerciale. E’ il prodotto non biologico che deve essere etichettato in maniera differente!

  6. ste 11 marzo 2014

    Dillo alla Monsanto &CO e ai loro lobbisti. Per ora l’affare del convenzionale è molto ma mlto più grande di quello del biologico.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi