Press "Enter" to skip to content

Immigrati contro nativi (digitali)

Uno penserebbe che i nativi digitali (la generazione nata dal ’85 in poi circa, secondo il paese) sapesse meglio usare gli strumenti di rete, la ricerca su Google, seguire link ecc.

No, purtroppo. Lo afferma (tra molto altro, tutto corredate di solidi studi scientifici) Manfred Spitzer nel ottimo libro “Demenza digitale”. Sanno trovare ma sanno male valutare quel che trovano, come si vede in questi giorni.

Leonardo:

Anche se nessuno di voi è nativo digitale, internet tra ’90 e ’00 ci è per così dire cresciuta intorno. L’abbiamo conosciuta molto prima che diventasse quella cosa enorme che è adesso. E anche adesso che è enorme, sappiamo orientarci abbastanza bene. Conosciamo i luoghi da evitare come la peste, sappiamo dove andare per trovare le cose che ci interessano (era automatico che Attivissimo commentasse l’exploit di Paolo B.; è il primo posto dove siamo andati a cercare). Ci eravamo quando sono nati i blog, abbiamo visto nascere e crescere wikipedia, abbiamo visto scoppiare la bolla di Second Life. Nel frattempo Grillo demoliva i PC nei suoi spettacoli. Più del gesto, è interessante ricordarsi il perché li distruggeva: perché facevano troppe e cose e lui avrebbe voluto farne soltanto poche, semplici.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi