Press "Enter" to skip to content

Vecchio amore non tradisce

Le annate seguono le stagioni e dettano il ritmo serrato di primavera. Non è nemmeno potato l’ultimo olivo e il contadino tira fuori la BCS, mette benzina ed cherosene, controlla olio e gomme, uno strappo alla fune e questo capolavoro di macchina parte senza storie. Un piccolo giro intorno casa e tutto sembra funzionare. Le storie sono venute dopo, arrivato sul campo la lama non si vuole muovere: perso sulla strada il perno della biella. Ritorna a casa, trova un ricambio e pure un pezzo di una gomma’ che manca ad un ammortizzatore e ritorna al campo, perso un ora. Falciato due metri e una botta secca: un ferro di cantiere tra l’erba, però ha rotto niente.

Tre ore dopo il primo taglio del fieno è in terra, poco e molto fine in quanto non piove da sei settimane.

7 commenti

  1. ste 6 maggio 2011

    Vivere a Biella… non è una buona idea sempre di creare pingback in automatico a siti che usano la parola “Biella” 😉

  2. Geppetto 7 maggio 2011

    Ciao Ste,
    quest’anno userai ancora le trappole feromoniche o cambierai metodo?
    Che cosa portera’ la siccita’?
    Meno parassiti e meno raccolto o magari piu’ resa?

  3. ste 7 maggio 2011

    Sotto la terra è fresca in quanto ha piovuto per bene tutto l’inverno, l’assenza delle piogge comprometti solo l’erba compresa il grano ecc, ma non le colture arboree – per ora. Per le olive la resa è peggio se manca l’acqua per la maturazione. E penso di usare le trappole come sempre, anche se saranno poche le olive ovvero solo in determinati posti sono in fiore per bene.

  4. Geppetto 9 maggio 2011

    Grazie.

  5. fausto 9 maggio 2011

    La BCS…da ragazzino andavo con mia sorella a tenerla su con una corda, era l’unico sistema che avevamo per fare la sponda del canale. Mio padre sulla sponda e noi a metterci la schiena. Mica c’erano le tranciatrici su braccio idraulico!

    Non l’ho mai amata; non so se mi ricrederò.

  6. Geppetto 10 maggio 2011

    Sembra trasparire l’immagine di un padre un po’ padrone, o esagero io?

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi