Press "Enter" to skip to content

In memoria

Berta Caceres stands at the Gualcarque River in the Rio Blanco region of western Honduras where she, COPINH (the Council of Popular and Indigenous Organizations of Honduras) and the people of Rio Blanco have maintained a two year struggle to halt construction on the Agua Zarca Hydroelectric project, that poses grave threats to local environment, river and indigenous Lenca people from the region.

Ci sono regioni nel mondo nelle quali si rischia l’assassinio difendendo la terra, i fiumi e la gente contro interessi economici globali, per questo ci riguarda tutti.

COMUNICADO DE AYER DEL COPINH: BERTA CACERES VIVE!!!

Jueves 3 de Marzo del 2016, La Esperanza Intibucá Honduras La compañera Berta Cáceres, fundadora y Coordinadora General del Consejo Cívico Popular Indígena de Honduras COPINH, y el compañero Gustavo Castro Soto, perteneciente a la organización Otros Mundos A.C. /Amigos de la Tierra México, La Red Mexicana de afectados por la Mienria (REMA) y El Movimiento Mesoamericano contra el Modelo Extractivo Minero (M4) fueron víctimas de una agresión con arma de fuego lo que causo la muerte de Berta y lesiones graves a Gustavo. La agresión se perpetuo en el interior del domicilio de nuestra compañera. Un grupo de hombres armados entro por la puerta trasera forzándola y disparó contra ambos compañeros.

12 commenti

  1. mrm 6 marzo 2016

    ci RIGUARDEREBBE tutti, di fatto riguarda pochi, altrimenti le cose non starebbero come stanno 🙁

  2. Geppetto 7 marzo 2016

    Anche i 20 milioni di ammazzati ad opera dei bombardamenti convenzionali e nucleari, dei missili, dei proiettili, convenzionali e all’uranio impoverito, delle repressioni a seguito di colpi di stato pilotati, etc. dei nostri amici (???) americani, in medio ed estremo oriente, sudamerica, africa, dal 1945 a questa parte, meriterebbero un ricordo.

    Un bel ricordo, un post per ognuno di loro, che la pagina internet ci impiegherebbe ore a caricare.

    E un vaffanculo meriterebbe l’ignoranza, la superficialita’ e il menefreghismo di quel popolo di idioti che ci circonda, che “non li rigurada” (come giustamente dice mrm) anche se con il proprio voto e con le tasse che versano sono stradirettamente responsabili di tutta quella m…da che e’ la storia del dopoguerra.

    Si’, mrm, in ultima analisi e’ il menefreghismo e la stupidita’ del volgo che permette alla feccia dei 0,01% di perpretare le peggiori atrocita’.
    Concretamente: per ogni singola Berta Cárceres ci sono cento forse mille c…ni e c…ne senza testa e senza cuore.
    Un dato di fatto che in effetti fa riflettere se ovvero quanto valga la pena di impegnarsi, rischiando di proprio.

    P.S. vanno anche ricordate le vittime civili direttamente ascrivibili alla Unione Sovietica, che saranno qualche milione, ed alla Federazione Russa, non so, qualche migliaio.

    P.P.S. scusate il fuori tema, se c’e’

  3. mrm 7 marzo 2016

    quello che io sinceramente (sarò ingenua) non riesco davvero a spiegarmi è come possono degli ADULTI essere tanto ignoranti, superficiali, ecc… passi un adolescente, ma secondo me l’adulto non ha scusanti se è p*rla.

  4. Geppetto 7 marzo 2016

    mrm: hai citato dei dati di fatto.

    E piu’ parli con la “gente” e piu’ te ne rendi conto.

  5. ste 7 marzo 2016

    Non so, l’idea di definire molti altri “idioti” mi sembra esattamente quel comportamento da evitare. In fondo si starebbe meglio senza questo “popolo di idioti” no? Potrebbero sparire anche subito dalla faccia dalla terra e permettere noi intelligenti di vivere in armonia nel paradiso, intanto non c’è speranza che capiscono mai qualcosa… no.

    Chi siamo noi poi per giudicare, cosa abbiamo fatto di cose così intelligenti, quante stupidita abbiamo commesso noi stessi? Semmai una persona si comporta da idiota, da criminale o da ignorante, ma è sempre in tempo di cambiare; se togliamo questa possibiltà dal nostro orizzonte siamo finiti davvero.

  6. mrm 7 marzo 2016

    ste, tu sei molto saggio e vorrei essere come te.
    io per prima faccio tanti errori, vero.

    …ma cavoli… come fa uno a comprare i pomodori a 1 euro al chilo senza domandarsi chi li raccoglie e quanto lo pagano, ad andare in giro con la macchina e poi dire: “oh cielo, ma che inquinamento!”, a tenere il riscaldamento a 27 gradi… e lo fanno, ste, lo fanno…
    come fanno a comprare tutto quello che comprano come se niente fosse?
    e a pensare che gli arabi sono tutti brutti e cattivi?
    glielo raccontano, ok, ma perchè ci credono?

    comunque hai ragione ste, mi devo rileggere quello che hai scritto tutte le mattine.

  7. Geppetto 7 marzo 2016

    Hai perfettamente ragione, Ste.
    So benissimo che non sta bene esternare certi pensieri, che urta, che sembro arrogante.
    Ho fatto molti errori nella mia vita, sono stato idiota tante volte, ma cio’ e’ totalmente irrilevante.
    Cerchero’ di tenere conto delle tue bacchettate e confido nella tua pazienza.

    Parlando con la gente, ne sento sempre da fare rizzare i capelli.
    Rimango sempre sorpreso, te lo garantisco.
    Il mio non e’ un pregiudizio.
    Ero partito nel 2005 con certe idee ottimistiche, e poi anno dopo anno, parlando con la gente, osservandola ed ascoltandola ho cambiato radicalmente opinione.

    Se ti confronti con un contadino latifondista, industriale non puoi che non approvarlo.
    Forse non pensi che sia un idiota, forse non senti il bisogno di dirlo apertamente, ma se quello inizia a mangiarti il tuo podere o a farti del male sul serio, ecco che anche la tua flemma andrebbero a quel paese, o sbaglio?

    Di male nel mondo ne e’ stato fatto tanto e ancora se ne fa tantissimo.
    Certo, basta non guardare o non pensare. Come fanno quasi tutti, non e’ vero?
    Io non ci riesco.
    Non so perche’, ma tutti queste guerre in cui crepano e vengono mutilati dei poveracci e delle poveracce con i nostri (hai capito? nostri! quindi siamo direttamente responsabili) soldi, e tra l’indifferenza generale mi fa venire una rabbia verso i miei concittadini.

    Alle urne tali concittadini lo dimostrano costantemente (in Italia, in Germania, dappertutto mi sembra) che sono menefreghisti ovvero non capiscono chi e cosa votano.

    Perche’ se capissero cosa stanno facendo, non ci troveremmo di fronte a tutte queste brutture.

    Ma anche senza andare a fare discorsi “moralistici”, tutte le democrazie sono in bancarotta, non ci sono soldi per le pensioni, stiamo rovinando i nostri sistemi sanitari, ci sono sempre meno posti di lavoro, e stiamo pompando soldi nei grandi conglomerati industriali e finanziari, nelle banche, invece che usarli per far star bene la gente etc. etc.
    Chi ha votato tutti questi fallimenti? I polli e le galline del tuo pollaio forse?

    Chissa’ quante risate si fanno i politici alle spalle dell’imbecillita’ del popolo che li vota!

    Si! Se il 51% avesse piu’ senso critico, si impegnasse di piu’ a capire, ad andare a fondo, se avesse piu’ empatia, piu’ morale, piu’ senso critico, piu’ generosita’, meno egoismo, meno tendenza allo sgomitare, all’invidia, al razzismo etc. etc. credo che avremmo una politica piu’ giusta per noi e per gli altri.

    Dal 10% al 51% e’ purtroppo un vuoto incolmabile.

  8. mrm 7 marzo 2016

    geppe’, questi ultimi governi che abbiamo, oltreutto, non sono neanche stati votati… il renzi è stato votato? (o il monti).
    ma poi, conta qualcosa il renzi del momento o l’obama? no, contano un piffero.
    conta chi vende, e la cosa buffa è che questi stanno in piedi perchè noi compriamo!! 🙁

    conosco poco la siria, ma per quel pochissimo che la conosco… non ho parole e nemmeno abbastanza fantasia.

    ste dice cose giuste, ma io credo anche che la gente ce ne metta del suo…

  9. Geppetto 7 marzo 2016

    mrm: secondo me ogni mattina devi impegnarti a rimanere cosi’ come sei.

    Ste: senza tendenza al disfattismo, non so se ci sia speranza di cambiamento.
    Una volta ero convinto (chissa’ perche’?) che le nostre generazioni non si sarebbero mai fatte fregare come i nostri nonni, da un Benito e da un Adolf.
    Oggi, pur essendoci molto piu’ tempo e piu’ mezzi per informarsi, pur essendoci molti piu’ laureati, etc. etc. mi sembra che siano ben pochi quelli che ragionano con la testa propria ed i mass media (in Germania, in Italia e mi pare anche in USA) fanno propaganda esattamente come ai tempi del regime, e troppo pochi se ne sono accorti.

  10. Geppetto 10 marzo 2016

    Ste: ma sai che quella tua strigliatatina mi ha fatto pensare, e non pochissimo.
    E’ un momento magico, quando i pensieri si riordinano e trovano nuovi “equilibri”.
    Questo sito ha un buon karma.
    Bene, bene … e grazie.

  11. ste 10 marzo 2016

    Mi fa piacere.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi