Press "Enter" to skip to content

Grillo e l’agenda 2010

Grillo nella intervista alla ARD:

Dann müssen wir einen Plan vergleichbar mit der “Agenda 2010” in Deutschland bekommen. Was sich in Deutschland bewährt hat, wollen wir auch.

Poi dobbiamo avere un piano paragonabile alla agenda 2010 in Germania. Cosa ha funzionato in Germania vogliamo anche qui.

L’agenda 2010 era quella cosa oscena di pura ideologia neoliberalista che permetteva più che altro questi salari bassissimi in Germania, annientando tutti gli standard minimi sociali in vigore prima. Ecco il grafico sulla percentuale dei lavoratori che prendono un salario ridicolo in Europa – Germania e Inghilterra in pole position, Italia accanto la Svizzera.
salari-minimo

Sembra che lui parla e parla, ma parla solo, senza alcuna cognizione profonda.

Aggiornamento: Sulla faccenda della superfcicialità della rete si può studiarsi anche questo caso attuale delle lauree-non lauree.

Rettifica: Non tutti avranno letto i commenti dal link a Manteblog qui sopra. La storia della laurea-non-laurea è da studiare davvero…

Posso immaginare la frustrazione della deputata Marta Grande nel trovarsi accostata sui giornali a chi ha millantato di avere titoli che non aveva, quando in realtà il Bachelor of Arts che lei ha conseguito in Alabama è tranquillamente equiparabile a una laurea triennale italiana.

3 commenti

  1. kermitilrospo 16 marzo 2013

    il salario ridicolo, o minimo, in certi casi è sempre meglio di zero!

  2. ste 16 marzo 2013

    Non so, i sindacati hanno lottato decenni per il salario minimo, le vacanze e malattia pagate, i diritti alla pensione e con la scusa dell’economia che deve girare si butta tutto questo?

  3. Enrico Engelmann 18 marzo 2013

    Mi sembra di capire che affermi che in Germania ci sono molte persone che guadagnano poco. Io conosco varie persone che vivono in Germania e per quello che so li’ c’e’ una ricchezza che neanche ci sogniamo, in Italia.
    Segnalo questo video, un po’ provocatorio, ma che rappresenta un documento interssante: https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=EY0iQ46MCFQ

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi