Press "Enter" to skip to content

Trasferta

Sembra stare benissimo nella voliera, si arrampica e svolazza, si fa cibare ma non ha scoperto ancora il vaschetto con le uova di formica e le mosche. Però i piccoli ossi sono ancora scoperti sotto l’ala, ora il punto è se crescono le penne mancanti.

Aggiornamento: Purtroppo stamattina solo un mucchietto di pennine – lui ad arrampicarsi fino in cima e infilarsi nella rete, uno dei gatti in agguato. Il contadino voleva migliorare il tetto della voliera, troppo tardi. Ma forse è meglio così alla fine, perché le speranze che riuscisse mai a volare come una rondine erano minime e una vita in gabbia da pollo sarebbe stato una tortura.

8 commenti

  1. joe 28 giugno 2012

    Triste epilogo di una bella storia. Beh in fin dei conti, hai fatto molto, e questa forse è la consolazione.

    Ciao
    Joe

  2. marco 29 giugno 2012

    grosso dispiacere,
    eri riuscito dove una volta ho fallito, (4 piccoli di balestruccio senza più nido).
    Purtroppo i gatti sono così, prima che ne debellassero una decina attorno a noi non c’era manco una lucertola, ora sono tornate persino le quaglie.

  3. GiBi 29 giugno 2012

    Purtroppo la natura dice che il più forte mangia il più debole…
    Comunque l’avevi portata ad un buon punto. Peccato!

  4. barbata m. 29 giugno 2012

    🙁
    è la natura però dispiace..

  5. ste 29 giugno 2012

    Ho imparato come governarli – è un impegno grande che all’inizio non sembra – , ma il problema sua era quest’ala mozzata, se era sano ce la faceva a volare via. Ma ho visto faccia a faccia l’essere della rondine: sono un po’ cupi.

  6. Laura 1 luglio 2012

    una bella lezione, con un triste finale…

  7. XYZ 2 luglio 2012

    noooo, che peccato….

  8. Freefra' 6 luglio 2012

    E’ la conferma che non siamo a Hollywood…

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi