Press "Enter" to skip to content

Ci mancavano i cetrioli killer

Dopo la peste suina finalmente qualcosa di serio, un batterio della specie Escherichia coli, HUSEC41.

E’ una batosta di 7 milioni di €/giorno per gli producenti spagnoli che dopo un primo ritrovamento su cetrioli ad Amburgo non vendono più nulla in Germania, anche se non è per niente chiaro da dove spunta il batterio davvero. 30 casi (13 gravi) anche in Svezia, in tutto per ora mille infezioni con 300 casi gravi (Sindrome emolitico-uremica) e 14 morti. E’ resistente a molti antibiotici, anche se la questo tipo di cura nelle infezioni di EHEC è già problematica di sé. Domani si riparlerà di Fukushima? Ormai siamo circondati, moriremo tutti (quando è tempo).

3 commenti

  1. Viola 31 maggio 2011

    E chi ci capische qualcosa? Da una parte dicono di evitare il consumo d’insalata, cetrioli e pomodori, dall’altra però non ci sono prese di posizione chiare da qualsiasi istituzione (se è veramente così “pericoloso” mangiare sti cetrioli perchè non li tolgono dal mercato?). Io e mio marito mangiamo come sempre (siamo vegetariani), del resto già Federico II di Prussia diceva: Hunde wollt ihr ewig leben?
    ciao!

  2. massimo 31 maggio 2011

    Certo che se ognuno si facesse i cetrioli suoi …

  3. ste 31 maggio 2011

    Adesso i cetrioli sono stati assolti, siamo curiosi sul prossimo sospetto, speriamo che non sia italiano.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi