Press "Enter" to skip to content

L’idea è quella

Come sa chi legge qui il contadino pensa che l’unica via d’uscita dai mille problemi sociali praticabile e veramente nuovo è questa qui:

Ricevere 1000 euro al mese vita natural durante e senza alcun obbligo corrispondente… Si tratta di un’ennesima idea fumosa? In
effetti, sono due le domande che si pongono a questo proposito:
– la prima: è possibile ?

Numerosi economisti responsabili, d’alto livello decisionale e di paesi diversi stanno attualmente studiando questa domanda. A quanto dicono, sarebbe possibile fondere tutti gli aiuti sociali in una sola rendita universale incondizionata d’esistenza. Proiezioni fiscali mostrano che per realizzare questo occorrerebbe sostituire tutte le imposte con una tassa di consumo, più alta dell’attuale IVA e automaticamente più democratica.

– la seconda domanda: perché?

Chi vuole approfondire la tematica può iscriversi al seminario a Roma.

4 commenti

  1. Aldo 5 giugno 2008

    Oibò! Con 1000 euro al mese, al potere d’acquisto attuale, smetterei immediatamente di dannarmi col lavoro (che, nelle forme attuali, non è altro che prostituzione ed alienazione) e mi ritirerei a vivere facendomi frugalmente i fatti miei in un eremo. Tranquilli: non potrà mai accadere.

  2. ste 5 giugno 2008

    Si adatteranno i salari, per i lavori richiesti pagheranno forse anche meno, per quelli duri di più se no viene nessuno. E senza far nulla non si vive bene al lungo, e anche 1000 euro non bastano spesso; cambierebbe tutto il rapporto tra tempo, lavoro, stima sociale; in agricoltura e piccolo artigianato si pptrebbe finalmente lavorare come si deve perché non si viene più soffocato (tramite i prezzi) dalla concorrenza dei paesi a basso costo di manodopera.

    E senza tasse e solo con l’IVA i soldi rimangono nel paese dove vengono acquistato i beni.

    Penso che non c’è altra strada che questa. Solo che ci vuole tempo, forse troppo.

  3. Archimede 5 giugno 2008

    … ed il tempo infatti è l’unica cosa che ci manca.

    Fatto caso che il tempo è oggi anche la cosa più preziosa?

  4. Aldo 5 giugno 2008

    Ste, scusa se faccio il pignolo ma “far nulla” è ben diverso da “farsi frugalmente i fatti propri” e sono certo di non doverti spiegare come nè perché.

    Quanto alla stima sociale, se hai presente di quale stima sociale godiamo noi insegnanti puoi ben capire perché equiparavo il lavoro “nelle forme attuali” alla prostituzione. E difficilmente qualcuno si prostituisce “per passione”.

    Soffermarsi sull’utopia è cosa senza dubbio appagante (io stesso lo faccio spesso) ma occorre stare attenti a non farsi prendere la mano, o la realtà ci appare ancor più schifosa di quel che indubbiamente è.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi