Press "Enter" to skip to content

Siamo messi male

Non basta che il petrolio finisce presto, l’infrastruttura sembra messa male pure.

10 commenti

  1. mattia 13 maggio 2008

    e cos’e’ che e messo bene ?

  2. Untipo serio 13 maggio 2008

    Dove?
    da voi?
    esempio!da noi in Venezuela va tutto bene,lasciateci lavorare!
    vi siete cagati soto?
    affari vostri.
    Saludos amichevoile compagneros.

    Un tipo serio’s.

  3. mirror 13 maggio 2008

    Perchè non ci racconti delle tue piante?

  4. ste 13 maggio 2008

    Perché ci vuole tempo, l’ho in mente… in genere stanno benissimo tutte: quest’anno pare di essere un annata buona. Gli ulivi sono piene di migna, le vite bene uguali, solo gli agli hanno le foglie rognose.

  5. silviu' 14 maggio 2008

    Non e una novità, dalla Debby se ne parla da tempo.
    In compenso dall’altra parte, da Crisis per intenderci, si incominciano a fare programmi concreti, dopo tante chiacchere (posso dire finalmente?)

  6. gennaro 14 maggio 2008

    ieri a radio 3 sienza Carlo Rubbia diceva che il solare sarebbe pronto e basterebbero pochissimi metri quadrati di pannelli per alimentare il mondo intero. Si puo’ ascoltare l’intervista su sito di radio 3 a:
    http://www.radio.rai.it/podcast/A0027503.mp3

    Sara’ vero? che aspettano? energia semi gratis a go go…
    L’argomento che i governi sono alleati alle compagnie petrolifere e ai costruttori e gestori di centrali nucleari per mantenere la risorsa nascosta non mi convince…

    un evento interessante e poi http://www.eusd.it/blog

  7. ste 14 maggio 2008

    Non penso che bastino pochi metri quadri. Il problema della produzione dell’ elettricità è che si immagazzina male: va prodotto e consumato. Poi non può sostituire il gasolio, la benzina e il kerosene perché non abbiamo abbastanza piombo per tutte le batterie che servirebbero per i Tir e nostre macchine…

  8. gennaro 14 maggio 2008

    ascolta l’intervista, sembra che il problema dell’immagazzinamento sia “risolto”. E’ i chilometri quadrati siano proprio pochini, tipo 200km2 per l’italia o l’europa (non ricordo)
    Per i mezzi che si muovono avendo elettricita’ a sfare la pila ad idrogeno liquido diventerebbe fattibile.

  9. Aldo 15 maggio 2008

    Gennaro, di parole ne ho sentite tante. Ora faccio un po’ come il ben noto Tommaso.

  10. am 15 maggio 2008

    Bo , io vi lascio i dati che ha prodotto un mio amico che ha fatto la tesi in spagna:

    rendimento dei pannelli= 10-12% , compreso costi di conversione(la corrente da pannelli è in continua e l’umanita , sfortuna, tende ha usare quella in ac).

    in compenso il sole tende darci al max,controllate poi, penso un 700w al metro quadro:a voi i calcoli.

    mio pensiero:col petrolio a 120$ non sono ancora troppo convenienti,a 200$ lo diventeranno.
    il problema è che c’e’ molto margine di sviluppo, quindi in pochi sono disposti a investire in infrastrutture destinate a essere sorpasste entro breve

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi