Press "Enter" to skip to content

Il ritorno dei banditi

Ogni giorno sono di più e sono ovunque – possono nascondersi tra i tuoi amici, tra i tuoi colleghi di lavoro, si infilano pure tra i tuoi parenti.

Sono banditi dal cinema e dal teatro. Sono banditi dai treni e dagli autobus. Sono banditi dal lavoro in ospedale, in polizia e pure dal bancone dei bar.

Sono milioni e ad ogni decreto crescono, in ritmo settimanale.
Crescono anche gli amici di loro tra quelli che per ora non sono banditi.
Si riconoscono, si organizzano e resistono e sanno di non essere soli e di non essere i banditi veri che quelli stanno altrove, stanno al potere ancora e ci hanno rubato e cercano di distruggere i diritti civili, la salute e la medicina quella vera, la democrazia e il buon senso.

Buon anno nuovo.

.

2 commenti

  1. Luca 23 gennaio 2022

    Buon Anno Contadino!
    Erano anni che non tornavo a visitare il blog! Scoprire che lo tieni ancora in piedi in questi tempi in cui tutto ciò che ha un minimo di bellezza viene minato mi ha riempito gli occhi di lacrime.

  2. ste 24 gennaio 2022

    Uh, grazie! Anche se dire “in piedi” è un eufemismo, diciamo che sta in poltrona e fa poco come un vecchio…

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi