Press "Enter" to skip to content

Il nido saccheggiato

nido-olivo2

nido-olivo3

Il contadino spesso trova questi nidi fatti di radici con fondamenta in ramettini in cima all’olivo, e di solito lascia stare la potatura intorno. Qui sembra però che le uova hanno fatto una finaccia… qualcuno sa che uccello fa questi nidi?

6 Commenti

  1. Uguccione da Lorenzana 18 maggio 2019

    Gazze o Cornacchie

  2. ste 19 maggio 2019

    Mi sembra un po’ più piccolo di quello delle cornacchie, poi è più elaborato, anche il colore della uova non torna.

    Però ora mi viene in mente la ghiandaia, lei si che è presente negli uliveti miei, le altre due no. Sempre cornacchia è ma meno grezza.

  3. mrm 19 maggio 2019

    a me sembra il nido di un merlo, la cornacchia sarà quella che l’ha saccheggiato

  4. Uguccione da Lorenzana 20 maggio 2019

    Si, io intendevo l’assassino

  5. ste 20 maggio 2019

    Rimane da capire la vittima, i nidi di merli me li ricordo leggermente più piccoli e non alti sul olivo ma nei cespugli, anche le uova non erano così sul blu.
    Sembra proprio questo:
    http://www.assarca.com/foto_im.....p?id=23369
    torna anche il fatto che sotto ogni olivo nascano le querce come seminate…

  6. Uguccione da Lorenzana 22 maggio 2019

    Il fatto che un singolo esemplare possa seppellire circa un migliaio di ghiande l’anno ha fatto sì che prima dell’intervento umano le ghiandaie siano state il principale vettore d’espansione della farnia e del leccio[6], in particolar modo la rapida espansione di queste specie verso nord subito dopo la fine dell’ultima era glaciale sembrerebbe in massima parte attribuibile alla dispersione da parte di questi uccelli
    (Wikipedia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi