Press "Enter" to skip to content

L’interruttore

buio

[via il blog di axell]
[il peggio è che per un po’ di anni ci si deve subire il personaggi in nelle prime notizie]
[o forse il peggio è che anche in Europa ci sono decisamente troppi che vogliono seguire l’esempio di populismo scervellato]

4 commenti

  1. mrm 21 gennaio 2017

    al peggio non c’è mai fine e non so immaginare fino a dove arriverà.
    🙁
    già sto vedendo cose che non pensavo di fare in tempo a vedere io, pensavo che sarebbero successe dopo e invece stanno succedendo adesso, mah, tempi bui…

    comunque al povero obama una sconfitta peggiore non poteva toccare, non sarà stato ottimo (ma chi lo è stato?), ma non se la meritava una botta simile, mah…

  2. Geppetto 26 gennaio 2017

    Ciao a tutti,

    qualche discorso del Trump l’ho ascoltato in originale. Sono pieni di frotttole, contraddizioni, esagerazioni ma anche di aspetti nuovi e interessanti. Non ci vedo molto pericolo. Vedremo i fatti.

    La Clinton la guerra la fece concretamente.
    A parole ne voleva un’altra con la Russia.
    Se vi piace cosi’ …

    Obama – a conti fatti – ha raccontato praticamente solo balle, ma purtroppo c’e di peggio: il premio Nobel per la pace ha sulla coscienza (coscienza?) centinaia di migliaia di morti ammazzati. Obama ha portato piu’ guerra, piu’ terrore e piu’ poverta’ nel mondo.
    Una chicca: lo sapevate che ora c’e’ il nuovo manuale di guerra del Pentagono che si auto-autorizza a bombardare nuclearmente come ritiene opportuno?

    Per capire meglio quello che succede raccogliere informazioni su molti fronti, cioe’ bisogna fare molta fatica.
    Non si raggiunge mai una certezza. Anzi.

    Pero’ ci si rende chiaremente conto delle menzogne (anche omissioni) dei politici, delle prese di posizioni ufficiali, dei servizi segreti, dei media di massa, dei media alternativi (un po’ anche dei blog privati), delle NGO (anche Greenpeace), dell’ONU, etc. etc.

    La vignetta per esempio non mostra lo stato del resto del mondo quando l’interruttore era acceso: il lutto in Afghanistan, Iraq, Libia, Siria, Yemen, Sudan, Palestina, Ucraina (al limite anche Russia e Iran) ed in tono minore il buio in tutti i paesi occidentali servi e correi di quella maledetta politica di distruzione che sistematicamente e senza tregua viene da oltreoceano.

    Cambio tema: ma in Italia ne beneficiate di sto’ riscaldamento globale o state gelando anche voi?

  3. ste 28 gennaio 2017

    Mah, basta uno sguardo ai titoli degli gorniali ogni giorno e si vede che il nero è colore azzeccato.

  4. Geppetto 29 gennaio 2017

    I giornali?

    Il colore per me e’ trasparente e, purtroppo, marrone per questa cosa chiamata Europa.

    Mi rallegra solo il pensiero del riscaldamento globale perche’ qui continua a fare un po’ freddo.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi