Press "Enter" to skip to content

Anche il contadino cura la sua parte del Giahs

Pian piano si scopre che uno dei “prodotti” più importanti (però sempre seconda questa visione economicentrica dannosa del mondo che ci ha portata dove siamo) non è il grano, il latte o quel che sia ma il paesaggio.

Sistemi di patrimonio agricolo, Mipaaf e Fao firmano l’accordo
Obiettivo: promuovere la conservazione dei Giahs

Ma ovviamente il caro lettore vorrebbe sapere che diavolo sia questo “Giahs”, magari in spagnolo.

In Europa non ce ne riconosciuto uno solo fino adesso eppure il contadino ci lavora tutti santi giorni per il mantenimento del sistema agricolo delle Piagge della Valluccia, affluente dell’Orlo nella val d’Egola superiore.

un commento

  1. Barbara 18 ottobre 2016

    chissà quanto hanno guadagnato quelli che hanno fatto questo studio/programma per la FAO…
    Nella zona di campagna dove ho il terreno c’è il fenomeno della rotella mancante. Quando i contadini, per non morire di fame, si sono buttati sull’industria per poi tornare con la coda fra le gambe, non si sono interessati di lasciare l’eredità del sapere agli eredi… e quindi ora io, solo seguendo internet, spesso ne so più dei loro figli.
    Dovrebbero cominciare da noi a promuovere la conservazione dei Giahs. Per fortuna che ci sono molti giovani che stanno attivamente risvegliando l’interesse per la terra… anche se la terra è bassa, molti riescono a trovarla entusiasmante. Faremo una petizione perchè il tuo Giahs venga riconosciuto Ste.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi