Press "Enter" to skip to content

Tentativi digitali governativi

I governo vuole sapere cosa pensate sulle etichette e usare i risultati nelle sue azioni.

Il processo di consultazione prevede le seguenti fasi:
a) Acquisizione delle opinioni.
b) Elaborazione delle risposte.
c) Traduzione delle risposte in un documento riepilogativo sottoposto al Ministro e successivamente pubblicato sul sito del Mipaaf.
d) Utilizzo e valorizzazione dei risultati come presupposto per tutte le scelte da intraprendere sul tema.

Il MiPAAF potrà, inoltre, decidere di allargare la base informativa a supporto delle scelte anche avviando azioni alternative come, ad esempio, specifici focus group la cui base di partenza non potrà che essere costituita dai risultati ottenuti in sede di consultazione pubblica.

mipaaf

Bene, concesso la fiducia, vediamo. Il contadino le sue opinioni in materia le ha mandato due volte perché il livello tecnico di questa consultazione -almeno la chiamano con il nome giusto e non “votazione online” come fa un altro organizzazione incapace tecnicamente anche lei – è da terzo mondo. Basta eliminare il cookie e si può votare all’infinito, nessun controllo se arrivano dati uguali dallo stesso IP, nessun https come sarebbe il minimo. Ora qui i brogli saranno improbabile, ma se per esempio l’industria olearia (non particolarmente interessato al indicazione della provenienza delle olive, anzi) era sveglia potevano far votare un paio di precari per tre giorni, alterando ben bene il risultato.

5 commenti

  1. marco 29 novembre 2014

    buongiorno, grazie per la segnalazione. ho partecipato anche io. spero che serva a qualcosa anzichè a giustificare lo sfascio ulteriore della nostra agricoltura.

  2. barbara 30 novembre 2014

    fatto anche io; a me sembra così ovvio che rispondano tutti allo stesso modo.
    Ho provato a entrare nuovamente nel questionario ma mi ha ricordato che l’avevo già fatto… si sono accorti dell’errore? Ecco cosa mi dice: Ogni utente può compilare un solo questionario. La ringraziamo di aver compilato il suo in data 30/11/2014… ti credo sulla parola che, cancellando i cookie, invece potrei farlo ancora.
    Non dare indicazioni agli imbroglioni dell’olio 😀 ; sei più letto di quello che pensi… 🙂

  3. Barbara 5 dicembre 2014

    Vedi Ste…. ora, se Nico è un birbone e vuole vendere con etichette risicate, segue il tuo consiglio… 😀

  4. ste 5 dicembre 2014

    Sono riuscito a cancellarlo, gia´ provato ieri ma per qualche motivo dalla Germania il panello di amministrazione e´ quasi inutilizzabile. E sí, sono in vacanza in Germania, fredda e grigia e grande e forte, scoprendo la mia parte tedesca.

  5. Barbara 5 dicembre 2014

    goditi la “GRANTE GERMANIA”. Riguardati e divertiti.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi