Press "Enter" to skip to content

L’infezione e la guarigione

Questa storia di comparare la diffusione dell’uso dei social network alle epidemie virali al contadino piace assai. Per il modello si sono basati sull’ascesa e abbandono di myspace ma potevano anche prendere Second Life – o i blog. Secondi i dati la gente sta per guarire da Facebook, dal nord il contadino ha sentito che è già roba veramente uncool tra i giovani.

Detto questo: una più o meno piccola fondata di infetti cronici rimarrà sempre.

3 commenti

  1. Sandro kensan 25 gennaio 2014

    Se fosse vero (e ne dubito) ne sarei contento. Invece quel che mi dispiace in questo modello matematico è che non prevede il fatto che chi si fa infettare da facebook non guarisce mai nel senso che abbandonato questo social network si butterà in qualche cosa di altrettanto significativo (per lui) e invasivo per la privacy sua e di tutti (per me).

    Bisognerebbe rendere la vaccinazione obbligatoria in modo da essere permanentemente insensibili alle stupidaggini.

  2. ste 27 gennaio 2014

    Sì, fa acqua la ricerca lo so, ma quel che mi piace è l’idea del virus, della infezione 🙂

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi