Press "Enter" to skip to content

La sedia

PTX_0990PTX_0991
Trovato accanto il cassonetto, comprato della tela e trattato con olio di lino cotto.

7 commenti

  1. Laura 21 luglio 2013

    è uno spettacolo, sembra la sedia di un regista!
    Dunque: “CIAK, si gira!” 🙂

  2. patrizia 21 luglio 2013

    meno male che era accànto al cassonetto! seconda vita alla sedia, ste regista dei lavori. ciao p.

  3. Laqualunque 22 luglio 2013

    finalmente lo ametti!
    ne sei ridotto a fare i cassonetti e continui a sostenere questo governo

    scherzo hahahaha……

  4. mrm 22 luglio 2013

    che bella, ste 🙂

    stavo comprando dell’olio di lino cotto, ma mi sono spaventata perchè dicono che gli stracci eventualmente imbevuti di olio di lino COTTO prendono fuoco da soli, ellamadonna!!
    così ho comprato quello crudo, che però secondo me sul legno diciamo grezzo va anche bene, ma sulla porta di casa rimane appiccicoso forse per l’eternità.
    mi illumini? (tu, che sei il mio lume….)

  5. ste 22 luglio 2013

    Vero, i cenci possono prendere fuoco se tanti e ammucchiati, ma basta sistemarli in un posto sicuro, stesi. Quello crudo non va bene per la legna, ci vuole quello cotto che “caglia” dentro. Darlo a bollore e pulirlo prima che “colla”.

  6. Barbara M. 23 luglio 2013

    bella ed elegantissima! peccato che i cassonetti li stiano togliendo un po’ ovunque qui in zona, tra un po’ spariranno e allora.. addio EBay! 😀

    ma l’olio di lino cotto si può dare anche su mobili già verniciati per coprire le rigature del tempo?

  7. ste 23 luglio 2013

    Sì, ovviamente ne “bevono” meno.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi