Press "Enter" to skip to content

Castor e la gente

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Mai così tante persone (25’000 secondo la polizia, quindi di più, e 500 capre) hanno dimostrato la loro opposizione contro tecnologia nucleare con i suoi problemi di smaltimento irrisolvibili. La polizia è sfinita: per vari blocchi alcuni agenti erano in servizio per 24 h e senza cibo. Adesso i contenitori devono proseguire il viaggio su strada (bloccate anche queste -un altro filmato qui).

Il ribaltamento della precedente decisione (di uscire da questa tecnologia della morte) del governo Merkel – prolungando i permessi per le centrali) ha alimentato bene il movimento.


Aggiornamento: Dopo 92 ore con il più grande ritardo di mai i contenitori sono arrivati in capanna. La polizia esausta (20mila agenti in servizio anche per 20 ore -una strategia era anche di bloccare il rifornimento delle forze delle polizia che era rimasta anche senza cibo e senza scambi) si è complimentati per la protesta civile e pacifica. Costi: > 2 milioni di euro, da pagare dallo Stato, in quanto le centrali sono leggittimi e voluti (da chi?)

7 commenti

  1. Geppetto 9 novembre 2010

    Intanto quella “tecnologia della morte” permette a noi, ai nostri parenti, ai nostri amici ed ai wooowfler di andarcene a spasso per l’Europa e per il mondo e tante altre cose.

    Una vera “tecnologia della morte” e’ quella finanziata e sostenuta da tutti noi contro la gente in Iraq, Afghanistan, Haiti, Cuba, etc. etc.

  2. ste 9 novembre 2010

    Non toglie niente dal fatto che dobbiamo abbandonarla e lottare per questo. Sul piano personale qualcosa è possibile, a Zurigo per esempio puoi scegliere quale tipo di elettricità comprare, e se non erro tra poco anche qui; io ho fatto la scelta già vent’anni fa installando panelli, ma ovviamente il frantoio e altro che mi serve usa la corrente della Francia.

    E sono inseparabili l’uso civile e l’uso militare del nucleare, e le scorie sono molto più materia morta che uno pensa normalmente.

  3. Geppetto 10 novembre 2010

    Sono 60 che l’umanita’ produce scorie radioattive: ormai la frittata e’ fatta, o mi sbaglio?

    E se nemmeno un idealista come te riesce a fare a meno del nucleare, mi spieghi come farlo capire a miliardi di consumatori incalliti?

  4. mrm 11 novembre 2010

    ho letto una volta che negli stati uniti (dove pure non sanno bene dove mettere le scorie) hanno fatto uno studio su come scrivere le istruzioni, in questi posti dove si mettono le scorie: in che lingua? su che supporto? un ciddì? eh, no, eh…se gli egizi scrivevano sui papiri e sulle pietre nella lingua loro, dove e come scrivere un bel “attenzione, pericolo” che deve durare millenni?
    un bel dilemma.

    ma questi consumatori incalliti non hanno figli? (io no, potrei fregarmene)

    ste, sono arrivate le latte? 😉

  5. ste 11 novembre 2010

    Era questo:
    http://en.wikipedia.org/wiki/W.....the_future

    Consumatori incalliti: Puntare sulla coscienza, accettare consequenze.

    Le latte ci sono da ieri e la scatola pure, prossima settimana dovrebbe partire l’olio 🙂

  6. mrm 12 novembre 2010

    🙂

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi