Press "Enter" to skip to content

I veri nomi dei insetti

Le pecchie sono le api e il ronzone giallo il calabrone mentre a S. Maria a Monte vengono chiamate bifonchi. A voi per completare l’elenco.

13 commenti

  1. barbara m. 13 settembre 2010

    il moscino è il moscerino, la piattola è lo scarafaggio, la frugola è il grillotalpa, la tenaglia è la forbicina (Forficula auricularia).

  2. federico 13 settembre 2010

    pecchie le api, apecchioni i fuchi!

  3. Uguccione da Lorenzana 13 settembre 2010

    nel pian di laura cignalotto è il calabrone mentre mi son scordato cos’é il pappaculo

  4. stefano 14 settembre 2010

    a serravalle il calabrone viene detto tafano

  5. ste 14 settembre 2010

    Deduco che il tafano viene chiamato calabrone, a Serravalle.

    Come qui che il pioppo lo chiamano albero e il frassino pioppo.

  6. valverde 14 settembre 2010

    a Casola Valsenio le betulle vengono chiamate pioppi ! quanto agli insetti chiamano vespe sia i calabroni che le vespe vere e proprie e pure le vespe africane che da noi purtroppo ci sono eccome e sono veramente grandi! gli scarafaggi o blatte le chiamano vecchie…
    saluti
    valverde

  7. Ale 14 settembre 2010

    – Valdinievole –
    Calabrone: Bofonchio

    – Lodigiano –
    Calabrone: Gravalon
    ape: avia
    libellula: la Spusa (la sposa)
    zanzara: sinsala
    tafano: tavan
    cimice: simos

  8. ste 14 settembre 2010

    Mi sono scordato: i amici marchigiani chiamarono i cimici puzzolenti

  9. Aspirante contadino 14 settembre 2010

    carasentola= lombrico, papuzzi= gli insetti dei legumi secchi, papalei= moscerini (fuori tema, zefrata= lucertola)meglissa= ape melifera o vespa,bratta= blatta alcuni termini hanno origine nel griko, il greco calabrese.

  10. Aspirante contadino 15 settembre 2010

    ah..ne ho ricordato un altro.. zarrumbaca=calabroni

  11. Harlock 16 settembre 2010

    puzzola, la cimice e piattola, una persona fastidiosa 🙂

    Ad Arezzo “l’albero” è il Testucchio (Acero campestre), era l’albero in qui fin dai tempi degli etruschi veniva maritata la vite lungo il confine del campo.

  12. Fohat 23 settembre 2010

    Nel reggiano le zanzare si chiamano sarabighe 🙂

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi