Press "Enter" to skip to content

Mese: gennaio 2010

Arance amare

Il contadino non sa bene cosa dire e ha più domande che risposte, a proposito di Rosarno. Viene a galla tutta la situazione schifosa nella quale è finita l’agricoltura con il pensiero economico neoliberale (crescità e concorrenza globale).

Gli africani colgono i pomodori, le mele e le arance, i rumeni e albanesi tagliano la nostra legna e costruiscono le nostre case, le ucraine e polacche badano i nostri vecchi e le cose che compriamo vengano dalla Cina, durano poco e riempiano le nostre discariche.

E noi facciamo i padroni con i ragazzi annoiati a morte?

Zaia propone la certificazione per prodotti agricoli colti nel rispetto della legge.

… io credo molto anche nella certificazione etica. Un marchio che garantisca che le produzioni alimentari e agricole non sono avvenute attraverso lo sfruttamento del lavoro.

Raccogliere prodotti agricoli nel rispetto delle norme a costi concorrenziali è impossibile. Fare controlli a tappeto significa chiudere molte aziende medie-piccole (e anche grandi).

La certificazione etica sarebbe lo stesso lavoro che dovrebbe fare l’ispettorato del lavoro, vero?

Chi fa i prezzi, veramente?

Certifichiamo anche i bulloni, la pasta sciutta, i calzini e le magliette, i mattoni della nostra casa, i mobili, la carta per non parlare dei nostri amati e indispensabili giocattoli elettronici: telefonini, netbook, PC?

Vogliamo diversi tipi con diversi prezzi di prodotti agricoli: normale, etico, bio, bio+etico ?

Non sarebbe meglio forse di tentare una soluzione alla base di questi problemi?

Tassare i consumi e non più la manodopera (contributi INPS pagati con IVA)?

Un reddito di base per gli agricoltori (e il resto del paese)?

18 commenti

Il carcere come ammortizzatore sociale

Il 25 % dei carcerati di tutto il mondo si trova negli Stati Uniti, mentre la popolazione totale degli states rappresenta solamente il 5 % del totale della popolazione mondiale.

Il contadino lo sapeva già, ora lo sai anche te. Ma non è mica che il governo vuole costruire nuovi carceri?

Gli interventi previsti dovrebbero consentire un incremento di 4.907 posti nel biennio 2009-2010, un ulteriore aumento di 1.935 posti nel 2011-2012 e ulteriori 10.400 sempre tra il 2009 e il 2011.

Viene proposto un modello di penitenziario, definito “ad aggregazione radiale”, per 400 posti detentivi, nella cui realizzazione sarà sperimentata la costruzione di immobili a basso impatto ambientale ed energetico e lo sviluppo di sistemi avanzati di automazione e di tecnologia sofisticata ai fini della sicurezza; sarà, inoltre, verificata la praticabilità e la convenienza economico-finanziaria di nuovi strumenti per il reperimento di fonti di finanziamento, in tutto o in parte esterne al tradizionale finanziamento a carico dello Stato.

Per dire: outsourcing, carceri privati.

Commenti chiusi

Con i LED contro il nucleare?

consumo-paragone

Nel suo piccolo mondo fotovoltaico-eolico il contadino ha problematiche simili come tutti gli stati: assicurarsi la fornitura di corrente (per far che cosa e se è veramente necessario di fare tutto con macchine e illuminare la notte fuori come il giorno è un altro discorso) con consumi crescenti.

Anche qui le strade sono due: aumento della produzione (comprare altri panelli ma questo ormai l’ha già fatto) e risparmiare per equiparare l’aumento di consumo. Un particolare dell’impianto a isola è che d’inverno la produzione è molto bassa e il consumo più alto. Il frigo consuma meno, ma tra lampade e internet e circolatore (10W) per il riscaldamento si consuma di più. Per non parlare della lavatrice e del mulino per il grano: si possono solo usare nei giorni solativi dalle 10:00 alle 15:00, e di questi giorni c’erano neanche 3 interi nelle ultime tre settimane. E significa che fuori piove ed è grigio e in casa dovresti nemmeno accendere la luce. Lui usa – malvolentieri – il motocoltivatore per caricare un po’ le batterie e ha già fatto fuori una tanica di gasolio, con (non solo) un efficienza energetica da vergogna.

Quando sono uscite le idee di mettere al bando le lampade ad incandescenza (c’è un bel applet per calcolare il risparmio in euro e Co2) il contadino era tutto contrario, pensando che questa deve essere una decisione presa in libertà dalle persone e che il risparmio consistente sarebbe da un altra parte. Ma forse ci vuole troppo tempo e facciamo bene di imporrlo.

Passando dalle lampade wolfram alle lampade fluorescenti si ha un risparmio di energia globale (produzione e consumo) del fattore 10. Infatti l’anno scorso il contadino ha buttato molte delle lampadine alogene e ha messo quelli: Dove si usava 60 Wattore adesso si usano 24 Wattore e c’è pure più luce. Il problema sono due: il mercurio contenuto che va in giro finché non c’è la catena di smaltimento pronto e l’elettrosmog che producono (Nota: Sembra che il mercurio liberato con lo spreco di energia producendo lampade normali è di più di quello contenuto nelle lampade FLC).

tavolo illuminato con 2.4 watt

Ma il mondo va avanti e ieri è arrivato un ultima lampada LED (che ognitanto ne compra per testarle e finalmente adesso una ha passato il test – le prime hanno dato o poca luce o di un freddo tecnico tremendo invivibile). Una barra LED con 54 al prezzo di €20. Tecnicamente sono quasi il contrario di un panello solare, e ne comprerà altre cinque o sei.

Facendo due conti:

Quanto costa costruire una centrale nucleare?
Il costo medio attuale di una centrale nucleare è di circa 2000-2200 euro/kWe installato, ovvero il costo in conto capitale di una centrale da 1000 MWe è di circa 2 miliardi di euro.

A parte in Italia tutto viene a costare il doppio di altri paesi: Con due miliardi si comprerebbero 100 milioni di queste lampade che risparmierebbero ogniuna circa 17 Watt. Sono 1,700,000,000 Watt ovverò 1,700 megawatt (corrigete se è sbagliato).

Cercando un test comparativo ha trovato questo della Osram dal quale è tratto la grafica in cima – sarebbe interessante di sapere se producono LED, probabilmente sì.

6 commenti

Il perché del seguire i blog

La sola buona moneta è il pensiero. Platone
La pittura trasforma lo spazio in tempo, la musica il tempo in spazio. Hugo von Hofmannsthal

Nei tempi di Twitter, facebook e altre cose ultramoderno il mondo di blog sa di vecchio e ammuffito. Finito l’entusiasmo del blogroll, la goduria dei commenti e trackback in un gran ammasso di microinformazione ultraveloce buonoapoco.

Ma ecco: ognitanto dal lettore dei feed spuntano perle.

2 commenti

Droghe libere

Questo che è normale per alcool e tabacco già in molti paesi vale dal primo gennaio nella Repubblica Ceca anche per le altre sostanza gradite alla popolazione. Il fatto di consumare droghe – magari di consumarne troppe – non è considerato un problema di polizia o di criminalità ma di salute.

Ogni uno deve sapere da se cosa fa.

Sono decriminalizzati il possesso di:

  • 4 pasticche ecstasy
  • 5 di LSD
  • 40 funghi psylocibina

  • 15 grammi di erba (marihuana)
  • 5 grammi di hashish
  • 1 grammo di cocaina
  • 1,5 grammi di heroina

  • Rimane fatto penale il commercio e la produzione.

    Di solito si usa di mettere un link alla fonte, ma il contadino ha provato cinque minuti di trovare qualcosa in italiano senza risultato. I fonti sono un sommario di 5-6 siti tedeschi.

    1 commento

La fine della lingua

…e dei concetti e un po’ di tutto, pezzo per volta, come sempre.

Al contadino risulta che Frattini sarebbe giurista, ma il concetto di “diritto di non saltare in aria” è veramente una cosa assurda che sepellisce in concetto di diritto stesso. Ma forse è questo il piano segreto della squadra Bush/BinLaden e Frattini dava da sempre una mano dal suo piccolo.

La privacy delle persone e’ un diritto assoluto e inviolabile, ma il diritto alla sicurezza, il diritto di non saltare in aria, e’ la precondizione di tutte le liberta”’, aveva detto in precedenza il ministro agli Esteri, Franco Frattini, intervenendo a ”24 Mattino” su Radio 24 per parlare di sicurezza e terrorismo internazionale.

Poi rincara la dose e ridefinisce anche la libertà, che sarebbe “poter prendere un aero senza rischio”:

‘Se io – ha detto Frattini – non sono sicuro di prendere un aereo perche’ temo che davanti a me ci sia un signore che ha un esplosivo in corpo, questa e’ la principale negazione delle liberta’.

L’installazione dei body scanner sembra già cosa decisa non si sa di chi e ricorda un po’ l’ultima isteria mondiale (quella sull’influenza A, detto “suina”, qualcuno si ricorda, qualcuna vuole un po’ di vaccino a metà prezzo?).

Ma la sicurezza non viene da macchine; i terroristi decisi faranno il prossimo attacco magari in un tram, su una piazza o nella metro o nel treno. O in una nave di crociera. Abbiamo “il diritto di non saltare in aria nel tram”? No.

Bruce Schneier dice:

Good security has people in charge. People are resilient. People can improvise. People can be creative. People can develop on-the-spot solutions. People can detect attackers who cheat, and can attempt to maintain security despite the cheating. People can detect passive failures and attempt to recover. People are the strongest point in a security process. When a security system succeeds in the face of a new or coordinated or devastating attack, it’s usually due to the efforts of people.

EDIT: Per ricordare il rapporto tra Frattini e i beni come la libertà e la privacy:

Frattini, censurare le parole pericolose
Il commissario europeo intende studiare con i privati come impedire che vengano usati termini pericolosi nelle ricerche online. Insegnare come costruire bombe – spiega – non è informare. A breve il progetto di censura selettiva.

e ancora:

Il Vicepresidente Franco Frattini propone di raccogliere i dati sensibili di tutti i passeggeri che entrano e escono in aereo dall’Europa, al fine di combattere il terrorismo.

[ZEUS News – www.zeusnews.com – 06-11-2007]

Visto questo lui è un serio rischio per noi.

4 commenti

La tecnologia del futuro

lampada a olio

Una figlia ha regalato una lampada a olio per natala.

Visto la crisi fotovoltaica in casa (ore e ore al giorno con il motocoltivatore al minimo che manda il generatore) una cosa pensata bene.

8 commenti

Tredici

[dura da Natale alla Befana, tredici notti santi sono, speciali, con il cosmo aperto; stai attento ai sogni e non dirle a nessuno]

5 commenti

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi