Press "Enter" to skip to content

Mese: ottobre 2009

Le api, i veleni e il professore.

Da leggere il post della Oca, l’articolo del professore credente e il commento di un “agricoltore bravo”:

Egr.Sig.Battaglia sono un apicoltore professionale da circa 30 anni e lavoro con 1000 alveari in merito all’articolo scritto voglio sottolineare che ci sono sì apicoltori più o meno bravi,ma se ti trovi con le api in zone dove vengono utilizzati i neonicotinoidi (come nel mio caso ) non ti resta che pregare perchè la strage di api è garantita. Ormai sono 5 anni che soffro per questo problema. Negli anni passati solo il 20/30 % degli agricoltori usavano questi prodotti e infatti i danni erano limitati, nel 2008 nella mia zona il 90 % li ha utilizzati ed è stata una strage.

Un complimento va alla politica italiana che anche se tardi ha bannato i prodotti. E si dice che in Francia sarebbe già attivo un mercato nero per questi sementi…

1 commento

Sono anche i rifiuti nostri

Parte delle scorie nucleari francesi sono in Siberia a cielo aperto.

Fortissimo l’imbarazzo di Edf che ha affermato che «I rifiuti radioattivi prodotti dal trattamento dei combustibili restano in Francia dove sono custoditi in depositi in tutta sicurezza nel sito di La Hague». Eppure le immagini dell’inchiesta condotta dai giornalisti di Liberation Eric Guéret e Laure Noualhat mostrano in maniera inequivocabile e dettagliata contenitori con combustibile nucleare usato stoccati accanto ad una ferrovia in Siberia senza nessuna precauzione.

Mentre in Germania sembra che hanno tenuto in vita un reattore da chiudere fino il dopo-elezione, aspettando un governo più filo-nucleare.

1 commento

Per me è arabo

Oggi nella fila alle Poste c’era uno che volevo mandare dei soldi all’estero, parlava un italiano discreto, ma quando l’impiegata l’ha dato il foglio per riempire ha spiegato che non sa mica scrivere queste lettere italiane.

Commenti chiusi

Autunno

Fa dei tentativi di piovere ma non ci riesce (11mm) e la terra sotto è sempre arida come d’estate. Le olive dal colore sembrano mature (ma probabilmente non lo sono – il frantoio apre già il 20, e vedrai che i primi cominciano a cogliere tra poco e si lamenteranno di rese basse). E viene un ottima annata di ghiande dopo la loro assenza completa l’anno scorso, le pecore ringraziano.

E il Boston Globe raccoglie come sempre delle ottime foto.

5 commenti

L’inizio della fine

berlusconi lodo alfano

“Le leggi valgano di nuovo anche per Berlusconi”

Un peccato tutto questo spreco di energia. I governi Berlusconi assomigliano agli SUV.

3 commenti

Cercasi avvocato

Oggi prima di pranzo un’altra piacevole chiaccherata con il Maresciallo riguardante la presunta offesa da parte di un commentatore tempo fa su questo blog. Il contadino è venuto a sapere chi ha querelato e per quali frasi.

Facciamo un paragone: Il cantante Roberto Cuculo (nome inventato!) cerca il suo nome con un famoso motore di ricerca e il quinto risultato recita nello stralcio sotto qualcosa come “….come il pseudo-cantante Roberto Cuculo…cantanti che non sanno nemmeno cantare bene….

E’ diffamazione sempre? O si può dire questo solo se è vero e se sì chi lo stabilisce?

Ovviamente ha ragione di sentirsi offeso, e se mandava a quei tempi remoti una mail al contadino lui avrebbe tolto il commento anche senza prova audio delle sue capacità. Ma ha preferito – per ignoranza (delle usanze nella rete) per motivi economici – di querelare l’autore del commento, che per ora ha una identità solo nella forma di un indirizzo IP.

Il problema è che il contadino ha nella sua mail una richiesta formale della GUARDIA DI FINANZA, NUCLEO SPECIALE FRODI TELEMATICHE, 2^ SEZIONE che vorrebbe sapere quel numero che permetterebbe (provider permettendo) di risalire al PC sul quale era stato scritto il giudizio negativo sul povero cantante e si sente abbastanza male, pensando a entrambe le persone.

La domanda per l’avvocato sarebbe questa: lui è obbligato di “estradare” il commentatore o ci vuole qualcosa di più che questa richiesta, tipo un foglio del giudice? Grazie per eventuali risposte.

…si ha diffamazione nel caso in cui le qualifiche offensive vengano “rovesciate” dentro ad un forum o ad un newsgroup. Ingiuria e diffamazione sono divenuti, ultimamente, reati di competenza del Giudice di Pace. Per richiedere la punizione del colpevole di un reato di questo tipo, rimane sempre necessario presentare una apposita denuncia querela, cosa che può essere fatta, anche senza l’assistenza di un avvocato, presso la locale Stazione dei Carabinieri o presso la Questura.

A seguito di tale iniziativa, se la Procura riterrà fondata e perseguibile la notizia di reato, il procedimento si svolgerà di fronte al Giudice di Pace territorialmente competente, il quale se individuerà un colpevole, potrà condannarlo, in seguito alle recenti modifiche legislative, solo ad una multa, cioè una sanzione pecuniaria, ovvero alla permanenza domiciliare o allo svolgimento di un lavoro di pubblica utilità.

[qui]

6 commenti

Hotmail? Cambia la passwd…

Sono stati pubblicati migliaie di dati di accesso per hotmail.com, msn.com und live.com, per ora solo le lettere A e B, maggiormente di clienti europei.

A parte che hotmail è una delle peggiore mail da usare forse sarebbe opportuno di cambiare la password. E visto che in molti usano lo stesso password anche per altro, sarebbe da cambiare anche questo.

Update: Microsoft dice che ha bloccati gli account vulnerati, se uno non riesce di accedere dovrebbe farsi vivo qui.

1 commento

Vincere piace, c’è nulla da fare

Nella categoria Photoblog, dedicata ai diari online fotografici, il gradino più alto del podio è di Voglia di Terra.

Se lo dice il Corriere sarebbe da fidarsi, no?

E il contadino sapeva neanche che era nominato il suo photoblog e mentre cercava la conferma della notizia dato da un gentile commentatore s’imbatteva in un post del 2006: sembra che aveva vinto anche in quest’anno, ma non se ne ricorda di nulla. E’ grave?

Comunque sia, il contadino ringrazia il mondo per questa carezza.

11 commenti

La magia del formaggio

C’era una congiura partito dal veterinario del paese, coinvolgendo la pastora e così domani alla 15:00 alla festa del Tartufo il contadino si vede costretto di fare il formaggio dal vivo, accompagnato da una presentazione Powerpoint.

4 commenti

Se in Italia i lavori non si fanno due volte…

Questa frase il contadino l’ha sentito al riguardo della Superstrada Fi-Pi-Li tempo fa (adesso sembra che sono alla quinta volta) ma vale anche per lui e il suo succo d’uva: ieri sera quando apriva una bottiglia per riempire trappola per i calabroni che vivono dentro un ulivo faceva “tsss” – era in fermentazione. A qualcosa sono utili i calabroni, né ha aperta un altra: “tsss” e la terza e la quarta e stanotte ha dormito abbastanza male. Adesso sta ritappando le bottiglie e questa volta lì porterà a 90°che gli 85° non hanno bastato quest’anno, a quanto sembra.

Non è mica un post importante ma va benissimo come scusa perché non scrive altro.

2 commenti

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi