Vogliaditerra

3 giugno 2011

Appunti sulle Bitcoin

Una delle cose più interessanti degli ultimi giorni sono le Bitcoin – una moneta libera che non viene emessa e/o controllato da banche e governi. Uno dei progetti forse più pericolosi della rete. I contanti di internet: anonimi, spese di trasferimenti pressoché nulle, versamenti conclusi in dieci minuti in tutto il mondo (collegato) senza paypal, visa e altri intermediari. Pagamenti non rintracciabile e (finora) sicuri. Se non verrà vietato con impegno massiccio.

I soldi sono una cosa molto meno materiale che uno pensa. Non hanno nessun valore per sé, sono numeri su un foglio. Il loro valore è solo spirituale – nel senso che vengono accettati in cambio di beni e servizi, uno deve avere fiducia che dopo lo scambio può cambiarli con altri beni della sua necessità.

Come si vede nelle grafiche adesso c’è un rush come le miniere d’oro.Negli ultimi giorni il valore di una bitcoin sale di un dollaro/giorno: un vero rush, o bolla che scoppia o investimento come oro? Chissà quali soldi verranno convertiti in bitcoin, da quale provenienza.

Per ora sono i giro cira 6,418,400 bitcoins valore su Mt.Gox 13.92 che corrisponde a un valore di $89’344’128 o più di 60 milioni di euro. Ovviamente ci sono troppi soldi in giro nel mondo che cercano dove andare: oro, alimenti, terre e – bitcoin?

Ci sono tizi che tengono un pc con più schede video (GPU) sul balcone – per via del rumore della ventola – PC che fanno da miniera, ovvero che calculano i hash migliai di volte e le monete generate ogni dieci minuti arriva a uno di loro. Anche sul software nella prima foto c’è il bottone “genera moneta” ma su un portatile normale ci vorrebbe 5 anni forse e non vale la corrente che usa. Una critica è proprio questo: migliaia di pc-miniera che calcolano catene infinite di numeri senza senso consumando energia elettrica (~300W). Anche al primo avvio il programma fa andare la CPU per un paio d’ore per calcolare il hash dei blocchi, ma dopo non consuma niente.

La FAQ in inglese.

Sarebbe interessante di combinarli con la moneta libera: nel senso che un bitcoin perde un pochino di valore con il tempo se non si spende.

Visto da Google: L’interesse maggiore viene dalle Russia.

Commenti:


  1. Dopo aver letto l’articolo su Repubblica qualche giorno fa mi sono fiondato a capire cosa sono i bitcoin, mi sono fatto una cultura e ne ho comprati 4.


    Sandro kensan

  2. Sandro, facci un riassunto di quanto hai imparato per favore.

    Si basa su qualche teorema matematico o come funziona?


    Geppetto

  3. @ Geppetto
    so molto poco, mi sto informando ma credo che potrò capirci poco. Comunque si tratta di un sistema per scambiare soldi tra persone comuni senza passare per una autorità come le banche. Quel che ho letto afferma che questo sistema non è bloccabile dai governi se non perseguendo i singoli utenti. Però possono bloccare i siti dei negozi che vendono merce reale in cambio di bitcoin.

    Esiste qualche possibilità che le transazioni vengano tracciate se si pubblicano gli indirizzi dei propri account, bisogna essere accorti ma mi devo informare meglio.

    Comunque si possono anche acquistare merci illegali come le droghe e questo da l’idea della “potenza” di questa moneta. Sul mio sito ho messo la statistica in tempo reale (quasi) del cambio bitcoin euro, ieri era a quasi 20 euro per bitcoin.

    Io ho comprato 4 bitcoin per 11.90 euro all’uno, adesso valgono quasi il doppio. Free software foundation accetta donazioni in bitcoin, mi aspetto che anche Wikileaks le accetti e pure il sistema Flattr.

    Queste sono info disordinate. Articoli completi e approfonditi li puoi trovare sul sito ilporticodipinto.


    Sandro kensan

  4. Ho acquistato due, e testato i trasferimenti, impressionante, circa 10 minuti. Di regola ogni trasferimento avviene con un indirizzo nuovo (esempio: i1JmgPjtj8AD69WuCeY8JtA4P3Zs9MRXZfN), il client ne ha 100 già preconfigurati, se si superano verrano creati altri. Occhio al backup – i “soldi” sono in un file e se si perde o sciupa sono spariti per sempre:
    https://en.bitcoin.it/wiki/FAQ

    Poi c’è chi mette tutti i risparmi suoi (se è vero…)


    ste

  5. @ ste
    ci sono negozi, associazioni, servizi o altro in italia o che interessano un italiano? Io ho solo trovato la Free software foundation, Greenpeace non mi pare accetti BC e neppure Seasheppard i pirati del mare.

    Ho visto che Assoli ha una discussione sui BC e sulle donazioni ma nulla è stato deciso.

    Hai/avete info?


    Sandro kensan

  6. Grazie Sandro.

    Nel frattempo avevo superato la pigrizia leggendo l’articolo in Wikipedia.

    Mi interessavano gli aspetti matematici. Per quanto ho intuito una unita’ (bitcoin) corrisponde alla decrittazione di un qualcosa con il metodo della forza bruta (brute force) cioe’ provare tutte le combinazioni possibili.


    Geppetto

  7. @ Geppetto
    Wikipedia in italiano è molto interessante sulle questioni matematiche. Per quanto riguarda l’attività di miner, minatore, si tratta di trovare l’hash giusto e quindi invertire l’hash (da quel che ho capito), che è una one way function. I bitcoin creabili sono 21 milioni e la difficoltà di creare nuovi bitcoin (trovare l’hash) viene aggiustata continuamente da un algoritmo automatico in base alla potenza computazionale della rete p2p dei miners.

    Quel che ho letto è che ogni 4 anni i bitcoin estratti dimezzano, quindi i 21 milioni sono un asintoto.

    Penso che la rete p2p crei il problema automaticamente e che spetti ai minatori risolverlo in cambio di bitcoin.

    Ci sono esperti sul forum italiano di bitcoin.org in cui scrivo da alcuni giorni. Ho visto che sanno moltissime cose che io solo intuisco rischiando di dire cavolate. C’è gente che si è letta e ha compreso il paper di Satoshi, quindi per la matematica prova a fare domande, vedrai che troverai esperti.

    http://forum.bitcoin.org/index.php?board=28.0


    Sandro kensan

  8. Non ci sono molto servizi/beni utili ancora in Europa. Un servizi voip con numeri con prefissi locali anche in tutto Italia, il network TOR, cartine postali e libri in tedesco…
    https://en.bitcoin.it/wiki/Trade
    http://tril.tunes.org/bm/bitcoin.html

    Ma finché il valore cambia fortemente come sta succedendo adesso (il discesa libera) non risulta molto pratico e permette troppa speculazione. Lo Spiegel titola “Venerdì nero per bitcoin”, un volume di 2 milioni dollari di trading solo in un giorno su Mtgox, in confronto ai $19 milioni nei sei mesi precedenti. Le borse normali sospendono in questi casi il trading.

    PS: Mi chiede sempre un contributo ai versamenti (piccoli) di 0,01 dicendomi che l’ammontare sia eccede il massimo, sarà un bug?


    ste

  9. Riguardo al PS so che le transazioni possono essere a pagamento e che il costo è di 0.01 BC. Si tratta di soldi che vengono intascati dai miners che hanno un nodo e che mettono la tua transazione su un blocco. In pratica il pagamento serve per velocizzare la pratica.


    Sandro kensan

  10. Infatti, “possono”, ma da me “devono”, ho fatto dei test e il minimo è di 0,01 BTC e senza non parte dicendo che è troppo grande il versamento. Credo che sia un bug nella 0.3.22


    ste

  11. Grazie, Sandro.


    Geppetto

Lascia un commento




I commenti sono sotto responsabilità di chi li scrive. L'indirizzo IP viene loggato.



referrer



Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Vogliaditerra funziona con Wordpress - 55 queries in 0,790 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette