Vogliaditerra

24 ottobre 2008

Raccolto olive 2008

brucatura-sera.jpg

…ha ufficialmente cominciato qualche giorno fa, si va al ritmo regolare di 10kg/ore/testa (due, senza il gatto), le piante buone hanno 30 kg, la pioggia di martedì era così poca (6mm) che alle barbe neanche arrivava ma ha generata una nebbia favolosa la mattina dopo la quale per gli ulivi e i loro frutti era una vera manna.

Intorno casa sono molto piccole e a coglierle si spaccano bene le mani, molte olive e foglie secche. I due vicini che hanno già franto hanno avuto delle rese molto buone, il 15 e il 16,2 %, mentre altri fanno anche solo l’8% come sembra.

Non male, rivedere un raccolto dopo due anni e dopo il fallimento dell’uva di quest’anno.

Commenti:


  1. Anche io ho cominciato da qualche giorno, (solo come un cane, ma senza gatto), in realtà c’è il cane che fa anche molta compagnia!
    Il mio ritmo è sempre di 10 kg a ora, ma non ne faccio più di 30 kg al giorno per mancanza di tempo.

    Da domani si fa sul serio e lunedi avrò finalmente il piacere di gustarmi il mio olio 🙂

    p.s:perché non usi il pettinino?


    Harlock

  2. Uso mani e pettine, secondo quante sono. Buon frantoio! (c’è davvero chi ha fatto il 6%…)


    ste

  3. Salve,

    Mi chiamo Emiliano e vorrei sapere da dove si comincia per trovare lavoro nel settore agricolo?…insomma intendo fare il contadino alle dipendenze di altre persone.
    Purtroppo non ho il terreno da poter coltivare da solo e poi a livello imprenditoriale non m’interessa neanche, io vorrei farmi il mio piccolo stipendio lavorando a contatto con la natura. Ho gia esperienza…mio nonno era contadino, mio padre dopo il lavoro correva a coltivare la sua terra…poi qualche anno fa ce l’hanno espropriata.
    Questa mancanza mi ha fatto capire cosa voglio fare nella vita… IL CONTADINO!!!
    Mi date qualche inf…please?


    emy

  4. 😀 Oggi grazie al tuo buon augurio il frantoio mi ha reso più di quanto mi aspettassi, ben il 16%, il risultato della volta passata (due stagioni fa) era del 10%.

    @Emiliano: Grazie ai nostri buon governanti, questa parola (contadini) l’hanno vietata anche nella carta d’identità, ormai di veri contadini ce ne sono solo due o tre, (uno è ste), gli altri sono solo imprenditori e braccianti, ci rimane qualche fanatico come me che per nostalgia dei tempi che furono, riesce a ritagliarsi nella frenesia di tutti i giorni qualche spazio per mantenere vive le tradizioni.


    Harlock

  5. In Palestina, come per uno scherzo della natura,
    l’ulivo, universalmente riconosciuto come il simbolo della pace,
    trova il clima più adatto per la sua crescita.

    Se la pace da queste parti è solo un miraggio,
    anche l’ulivo non se la passa bene;
    è infatti in via di estinzione, dalla seconda Intifada,
    più di mezzo milione di ulivi sono stati sradicati dalle terre palestinesi.
    Per mano militare, o colone israeliana.
    È stato calcolato che gli ostacoli posti tra gli agricoltori palestinesi e i campi coltivati sono oltre 500, cui si aggiungono tutte le complicazioni legate al tracciato del muro dell’apartheid costruito illegalmente da Israele. Quando sarà completo, su nove milioni di alberi di ulivo censiti nella Palestina Occupata, un milione sarà irraggiungibile.

    Se nella West Bank i contadini che fanno affidamento alla raccolta delle olive per sopravvivere, devono subire i ripetuti attacchi dei coloni,
    qui a Gaza è direttamente l’esercito israeliano che li sradica,
    come ottemperando ad un preciso piano criminale,
    per far sì che l’indigenza fra i palestinesi si aggravvi,
    fino a che punto mi domando io,
    ghetto di Varsavia?


    ale

  6. @emy
    Nei Centri per l’Impiego si trovano offerte riguardanti il settore agricolo, puoi provare.
    Verso luglio, agosto, ci sono molte richieste per la vendemmia.
    Nei frantoi si trovano numeri da contattare per la raccolta delle olive.
    So che non è questo quello che cerchi, ma penso che come sempre si debba entrare in contatto con le persone e da cosa nasce cosa.
    Mi è sembrato di vedere molte donne velate nei piccoli centri delle zone del Chianti. Segno che tanti stagionali hanno poi trovato un lavoro stabile.


    meeme

  7. ciao a tutti, è da due giorni che ho finito di raccogliere le mie meravigliose olive di maremma ……….la resa varia fra 10,6 e 11,8…..ma il risultato in merito ala qualità e strepitoso…..macinate entro 12 ore dal raccolto viene fuori un igp di prima scelta con acidità dello 0,1 …spettacolo…………dimenticavo la raccolta rigorosamente a mano..


    maurelli

  8. Ho letto di acidità di 0,1…vorrai dire di 1,0, xkè io in tanti anni non ho mai visto nè sentito di una acidità di una linea di grado, penso sia veramente impossibile, anke se vengono macinate sull albero una cosa del genere sarebbe improbabile


    garam66

  9. vorrei sapere se cè qualcuno che macina a freddo,se si vorrei sapere la sua resa e la zona d italia dove ha gli ulivi.


    garam66

  10. @garam66
    Non è impossibile l’acidità 0,1 ho ottenuto questo risultato alla mia prima frangitura il 27 ottobre con olive raccolte i due giorni precedenti.
    Naturalmente in Toscana;-)


    Harlock

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,889 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi