Press "Enter" to skip to content

Erba gialla

granomalato.jpg

Le foglie esterne più vecchie delle cipolle sono gialle, l’erba sotto gli ulivi ha la foglie gialle, il finocchio questo inverno aveva le foglie gialle e oggi ha visto che anche il grano duro del vicino è malato.

diserbo.jpg

Il contadino ha l’anima un po’ fragile, vedere delle piante malate sta già male e vedere piante avvelenate sta peggio.

7 commenti

  1. Erik 29 marzo 2007

    Dalla foto mi sembra che sia l’acqua di quel fossato inquinata.

  2. ste 29 marzo 2007

    2° foto: L’erba gialla e rosso sotto le viti e nel fosso lo è perché L. ha fatto il diserbo. Il fossato porta solo acqua quando piove parecchio.

  3. Emiliano 30 marzo 2007

    ecco come si fa ad arricchire multinazionali come Monsanto, Novartis, Syngenta…. Concordo con il tuo malessere per le piante avvelenate. Ciao dal Ticino

  4. Giacomo 30 marzo 2007

    Da noi sono tutti impazziti. Non vedi “lenza” ( leggi appezzamento) di terra che non sia stata trattata con i diserbanti. Giorni fà ho incontro un pastore che si lamentava di quanta veleno ci sia nei terreni. Il gregge “mangiava” lungo le ciglia della strada di campagna.La delosazione e la tristezza erano stampate sulla faccia di quel pastore.

  5. Angelo 30 marzo 2007

    E’ interessante sapere che c’è gente che paga per avvelenare se stesso e gli altri.

  6. Vittorio B. 30 marzo 2007

    Eh, caro Ste, proprio non si può più dire che “l’erba del vicino è sempre più verde”: un duro colpo per la saggezza popolare.
    C’è poi quel ricco vicino, come ha ricordato Emiliano, che l’erbicida lo dà addirittura in tutto il mondo…

  7. Laura 1 aprile 2007

    Anche io non tollero affatto questi comportamenti, è una desolazione vedere intorno tutto bruciato…
    Ricordo la frase di un agricoltore del posto che aderiva alla legge 2078 sulla riduzione dei fitofarmaci e con nonchalance disse “Che stupidi… se pensano che uno ricavi di più dalla terra con la riduzione di tali prodottti. Io, anzi, con i soldi che mi danno, ne compero di più!”. Ed è proprio uno di quelli che passi lungo i suoi campi e li vedi tutti arancioni. Che amarezza.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi