Press "Enter" to skip to content

67 search results for "fukushima"

Notiziole

  • Finanziamento dei partiti politici con il 2per mille: Sarà ricco il partito dei ricchi.
  • 52 marinai malati USA fanno causa alla Tepco per la radiazione (tanta) presa al largo di Fukushima (non possono fare causa al loro governo perché hanno dovuto firmare che sono sani)
  • C’è una cometa (Lovejoy) nella costellazione dell’ercole.
  • Ci vuole davvero qualcosa a credere in quel “metodo stamina”. D’altra parte credere nel beneficio delle cellule staminali è certamente un fortissimo effetto placebo.
  • I cinesi lo hanno regalato, i cinesi se lo riprendono: il valore dei Bitcoin è salito fino 1200$ per poi dimezzarsi ieri. Le autorità cinesi non vogliono una valuta incontrollabile, molti BTC furono usati per convertire il yuan.
Commenti chiusi

Fukucosa?

Quando i disastri creato dall’uomo durano troppo lui tende ad ignorargli, comprensibile. La Tepco ha avuto l’ideona di iniettare sostanze chimiche nel sottosuolo per creare una barriera sotterranea per impedire infiltrazioni nel oceano. Ora sale il livello della falda di 3-5cm/giorno finché trabocca tutto (il 18 agosto circa) e/o diventa instabile in quanto inzuppato.

Commenti chiusi

Il nostro cesio quotidiano

tricastin

Mentre Greenpeace (con trasparenti proiettati, la tecnologia non si ferma) entra di mattina in una delle centrali più pericolose della Francia nel lago di Bienne in Svizzera trovano per caso nelle sedimenti molto Cesio, del 2000 e in Fukushima va a picco il cesio nella falda.

Commenti chiusi

Uomini salvano robot

La tecnologia ci promette molto, ma a volte… qualcuno si ricorda del famoso robot con quattre zampe?
Beh, dovevano salvarlo sulla scala, qualcosa con la zampa posteriore andava storto. Solo che la scala era in un ambiente un po’ radioattivo e due operai della Toshiba si sono dovuti esporre a 1.36 millisievert per tirarlo via di peso.

Commenti chiusi

I preventivi che non tornano mai

I costi per le grande opere tendono a raddoppiare nel corso dei lavori, è questo succede anche alla Tepco (diventata statale) che tra risarcimenti per 1,5 milioni di persone e il tentativo di mettere i sicurezza quel che resta di Fukushima sta per dover spendere 94 miliardi di euro, il doppio previsto di aprile.

Ai costi per la compensazione e la decontaminazione potrebbero aggiungersi fino a 10 trilioni di yen, o più di 120 miliardi di dollari» che non sarebbe assolutamente in grado di pagare.

A parte il fatto che non hanno i spiccioli necessari sembra che abbiano anche finito lo spazio per l’acqua altamente radioattiva, sono arrivati ad avere accumulate 200’000 tonnellate.

3 commenti

Il ritorno del nucleare

Nel senso che tutto prima o dopo torna al mittente, cioè a noi. Nel anno 1958 vedeva la luce il sottomarino russo K-27, 110 metri, due reattori abbastanza sperimentali che creavano da subito problemi dal primo viaggio 1962, finché nel il 24 maggio 1968 ci fu un incidente fatale, con nove marinai morti quasi subito di radiazioni e altri 30 morti negli anni a seguire. Finiva riempito con cemento e affossato nel 1981 nel mare di Kara a 33 metri di profondità.

Secondo un report (riassunto in inglese)della TV tedesca di due giorni fa che cita un documento interno del dicastero per l’ambiente russo ci sarebbe un rischio concreto che parta una reazione nucleare incontrollata, basterebbero 5 lt di acqua che filtrano nel reattore e quindi deve essere recuperato dal fondale entro il 2014, e stesso discorso per la K-159 a 25o metri. Una spedizione norvegese ha finito adesso il suo report, con una mappa/lista e foto/video su flickr.

Impressionante la lista della discarica, buttavano di tutto:

Tetcehninya Bay
– Two reactors of the nuclear submarine K-22 (N538) (dumped in 1988) Without SNF spent nuclear
Fuel
Sedova Bay
– Reactor compartment of the atomic icebreaker Lenin (1967) Without SNF
Tsivolky Bay
– 237 containers with RW With Radioactive Waste
– Shielding assembly of the atomic icebreaker Lenin (1967) With SNF
Stepovogo Bay
– Nuclear submarine K27 (1981) Two reactors With SNF
– Four reactor lids
Kara Through
– Reactor of the nuclear submarine K-140 (N421) (1972) With SNF
Abrosimov Bay
– Two reactors of the nuclear submarine K-3 (N254) (1988)
– Reactor compartment of nuclear submarine K-5 (N260) (1967) With SNF
– Reactor compartments of the nuclear submarines K-11 (N285) (1966) and NS K 19 (N901) (1965)
With SNF

Infine ci sono la K-219 e K-278 affondate con le loro testate nucleari.

EDIT: qui la fonte per le “5 litri che potrebbero bastare per innescare una reazione nucleare. Una registrazione di una relazione a Mosca di Sergej Antipov della Rostatom, del febbraio scorso:
Il pensiero più grande: la K-27
Audio:

»Wenn etwa fünf Liter Wasser in die aktive Zone der K-27 eindringen, kann es prinzipiell zu einer selbsterhaltenden Kettenreaktion
kommen.«

“5 litri di acqua che penetrano nella zona attiva della K-27 potrebbero innescare una reazione a catena autosostenuta”

Antipov insiste per una messa in sicurezza immediata.

2 commenti

Ciao ciao nucleare

Almeno così dicono, come sempre vanno valutati i fatti. Il Giappone sembra che abbia imparato la lezione tosta di Fukushima.

Questo significa che l’industria nucleare passerà in mani cinesi, indiani, francesi e russi, unici rimasti sulla barca che affonderà. 7 di 11 imprese hanno subito un declassamento delle agenzie di rating e perso 88% di valore in borsa, sono più le centrali smantellati che quelle nuove in costruzione.

Commenti chiusi

La russia brucierà le armi – nucleari.

In un nuovo reattore “autofertilizzante” BN-1200 a Belojarsk, dov’è già si trova il primo e unico reattore di quel tipo funzionante dal 1981 che andrà in pensione nel 2020 (nota: pure i reattori andranno sempre più tardi in pensione).

he first BN-800 unit is intended to demonstrate the use of mixed-oxide (MOX) fuel at industrial scale – including both reactor-grade and weapons plutonium – and the closed fuel cycle technology.

Qualcuno forse si ricorda di Fukushima e del suo reattore che andava a Mox ovvero a miscela uranio-plutonio. Speriamo bene. Ci sono circa 1,000 tonnellate di plutonio nelle vasche di raffreddamento delle centrali nucleari in giro per il mondo. E altre 250 tonnellate di PU-239 presenti nelle varie armi nucleari, molti da disfare solo che non c’è verso. O si brucia così.

Commenti chiusi

Cementare nel mare

Giusto per ricordo: c’era Fukushima, c’è Fukushima e ci sarà ancora per molto tempo. Radioattivo. E adesso coprono il fondale del mare davanti con cemento, un area grande come 27 campi di calcio con 60 cm di cemento, ci voglioni 3-4 mesi. E mica nessun rischio che si rompe con un terremoto.

Commenti chiusi

20 bombe nucleari: L’ira del scienziato giapponese

Tatsuhiko Kodama, 58 anni, presiede il “Centro radioisotopi” a Todai ed è stato invitato a riferire davanti la commissione salute della camera bassa nipponica il 27 Luglio.

Sputa la verità in faccia ai legislatori. Secondo i calcoli del suo istituto la radioattività rilasciata a Fukushima corrisponde in equalenza uranio a 20 bombe atomiche. Il video è stato visto da quasi mezzo milioni di persone (cliccando “cc” si possono tradurre i sottotitoli in italiano) ed è diventato quasi un eroe.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Molto di quello che stanno facendo durante la decontaminazione è illegale:

Non possiamo lasciare il cesio in mano alle mamme e ai insegnanti, lo mettiamo in fusti e lo portiamo a Tokyo nelle nostre macchine, violando la legge.

Commenti chiusi

Aggiornamenti nucleari

Qualcuno si ricorda forse la centrale di Calhoun immerso nelle inondazioni del Missouri. Sta bene, sempre circondata dall’acqua ma dentro asciutto e dicono di essere sicuri che le dighe reggeranno un altro paio di mese finché l’acqua si sarà ritirata. Aprirà forse solo primavera prossima. Impressionante la quantità e durata dell’ acqua, devono ridurre solo pian pian la quantità lasciato affluire a valle.

Da Fukushima: 180 operai sul posto, bloccato la vendità di 160mila vitelloni, raffreddamento sicuro previsto a gennaio, ma sopratutto hanno riscontrato radiazioni letali di 10 Sievert/h in due posti fuori e 5 Sv/h suo secondo piano del 1 reattore senza poter capire da dove viene e ovviamente è impossibile indagare bene in queste condizioni. Interessante è il fatto che la contaminazione del compost sarebbe stato scoperto da uno/a cittadino/a e non da qualche ente pubblico. Sicurezza fai-da-te.

It all started with a citizen in Saitama Prefecture who went in to the garden center nearby in June to measure the radiation on the surface of a bag of leaf compost. Power of an individual.

She (I think it is she) had heard rumors that the radiation was high near the pile of leaf compost bags in the center, so she went there with a personal survey meter and a camera, and uploaded the video on Youtube. That was in late June. Then, more citizens went to garden centers in other prefectures to measure the radiation, and alerted the municipal governments. And the governments had to act.

Commenti chiusi

Missouri contro nucleare 1:0


Qualcuno si ricorda della centrale circondata dalle inondazioni? Beh, adesso ha ceduto questa barriera di gomma gonfiata d’acqua e si è allagata. Nessun problema nessuno, sotto acqua solo i trasformatori e hanno tolto la corrente ma ci penseranno i generatori diesel ha raffreddare il bacino con le scorie. Falliscono mai, questi.

Notizie che lasciano sperare arrivano da Fukushima: questo impianto che deve rendere riusabile (per raffreddare i noccioli sfusi) quel brodo radioattivo salato unto sembra pian piano di entrare in operazione. Che è anche ora che sta per traboccare tutto: avevano già ridotto l’acqua che iniettano con l’effetto che si alza la temperatura.

Commenti chiusi

Can't find what you're looking for? Try refining your search:

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi