Press "Enter" to skip to content

Categoria: politica e società

La notizia buona

…è che oggi esce un farmaco open-source o libero:

Il primo marzo verrà lanciato un farmaco contro la malaria che si può definire rivoluzionario: non è coperto da brevetto, può essere copiato da chiunque e, più semplicemente, non ha come scopo il profitto. L’Asaq, questo il suo nome, è frutto di una collaborazione tra “Drugs for Neglected Diseases Initiative” (Dndi), ente non profit di ricerca e sviluppo fondato nel 2003 da Medici Senza Frontiere, e il laboratorio farmaceutico francese Sanofi-Aventis

Seguendo il Dotto Sabin che non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale, per garantire una più vasta diffusione della cura. Anche per questo motivo, oggi, la poliomelite è praticamente debellata. Molto stile Era dell Acquario, questo.

Nel mondo di oggi è soprattutto nel settore dell’informatica, astrologicamente legato proprio al segno dell’Acquario, che si stanno sviluppando situazioni in linea con la visione filosofica di cui stiamo parlando. Ne è la prova la nascita e il rapido diffondersi di software open source, frutto cioè di un lavoro collettivo basato sulla libera e spontanea condivisione di risorse e conoscenze per il bene comune, rinunciando a tutte le limitazioni d’uso che invece sono la regola nelle produzioni proprietarie. Queste ultime sono infatti basate sulla classica mentalità egoistica e separativa ancora ampiamente dominante oggi, mirata ad acquisire vantaggi personali in termini economici, di potere o di prestigio, che tuttavia molto spesso coincidono inevitabilmente con un danno o quantomeno uno svantaggio per qualcun’altro. Il progressivo diffondersi di una mentalità nuova dovrebbe gradualmente portare allo sviluppo e all’affermazione di un modo diverso di utilizzare talenti, opere e creatività individuale, attraverso un interscambio globale libero e spontaneo tra individui che condividono volontariamente il frutto del proprio lavoro.

10 commenti

Giocare con la vita

Una vittoria per la scienza britannica, dicono. C’era idea di bannare la creazione di linee di cellule staminali misti, ovvero nucleo umano e cellula di tarpa o bovina, ora abbandanato:

The proposed government ban on fusing human DNA with animal eggs, which promises insights into incurable conditions such as Alzheimer’s and motor neuron disease, will be abandoned because of concerns among senior ministers that it will damage British science

Questo stile di scienza andrà avanti, senza dubbio. Ci si troverà sempre un paese che consentirà (o almeno non vieta) certi esperimenti e l’Italia sarà sempre uno degli ultimi. Ma non porterà a niente di buono, il contadino né e certo. L’origine delle malattie non sta dentro il DNA, si trova lì magari solo dopo.

[via ecoblog]

Commenti chiusi

There’s no business like showbusinnes

Sanremo: Tracce cocaina nello scarico Ariston

(ANSA) – Sanremo, 29 FEB – I Nas di Sanremo stanno eseguendo analisi delle acque di scarico del teatro Ariston. I provvedimenti riguardano esponenti di una presunta organizzazione che si occupava soprattutto di cocaina destinata a luoghi di divertimento giovanili quali discoteche, pub o disco-bar. “E’ un dato di fatto che nel mondo di spettacolo si ha successo spesso solo drogato”, spiega un maresciallo l’azione insolita.

3 commenti

Ridere fa bene

italia1.png
italia.jpg

Non voleva più parlare del portale vergognoso, solo che è troppo forte. Una fonte di allegria per i tedeschi nelle vacanze nel bel paese sono spessi i menu dei ristoranti, tradotti come sono tradotti. Viene il sospetto forte che c’è anche questa strategia dietro la sezione tedesco di italia.it, che tutto questo è voluto. Il link in blu “continua” sotto il testo ammassato dice all’incirca “andate voi”, ma il più bello succede quando si clicca un link esterno, ti danno pure subito del “tu”, o almeno provano, ma hanno sbagliato anche quello.

“Nel momento vieni reindirizzato su un altra pagina web.Italia.it prende una responsabilità per il contenuto del sito esterno.”

PS: Imperdibile le bella fimmina italiana (she is…) nella pagine Interview with Rutelli… [via Ubik]

1 commento

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi