Press "Enter" to skip to content

Categoria: mondo spirituale

Il post per natale


“Ma ‘sto post per natale, quando lo vuoi scrivere, a capodanno?”

“E’ che sono bloccato, poi diventa un rituale vuoto, sempre questi auguri su blog. Dicono che molti sono già diventati allergici pure a natale, come lo sono già alla chiesa. Potrei segnalare il post sui due Gesù, quello di Luca e quello di Matteo, che ti sembra?”

“L’hai già fatto due volte. Forse basta. Poi è scritto male.”

“Se pubblico la bozza sugli spiriti della natura, quella con gli alberi?”

“L’hai detto tu: è una bozza e questa parola è già un eufemismo. Non hai nemmeno tradotto il colloqui con i pioppi che ti sembrava così importante, per non parlare della proposta di facilitare la integrazione degli immigrati facendo venire anche i alberi del loro paese.”

“Ma sono discorsi difficili, poi t’ho detto, sono bloccato in quel periodo, sai, tutti gli autori hanno questi tempi morti… ma almeno parla del mondo dello spirito…”

“Fai come ti pare… è che non ho mai capito perché hai più di due lettori. Ma metti almeno gli auguri.”

Sul tavolo del contadino è arrivato l’ottavo (circa) Quaderno di Flensburg con i colloqui con gli spiriti della natura. L’altra scienza, se uno vuole, ma forse la parola “scienza” non è appropriato, diciamo un altro modo di avere conoscenza del mondo. Sono cose raccontate, risposte a domande e prospettive insolite. Continua il dialogo in questo molino in Germania, grazie alla capacità di Verena v. Holstein di tradurre tra i mondi. I primi due e l’ultimo (non questo qui) sono pure disponibili in italiano.

Questo qui invece è il primo volume dei colloqui con degli alberi: quercia,salice, acacia, pioppo, acero, ciliegio, olivo, platano, olmo e molti altri.

W.W:Nel Corano si parla anche del olivo, nella sura 24,35: Allah è la luce dei cieli e della terra. La Sua luce è come quella di una nicchia in cui si trova una lampada, la lampada è in un cristallo, il cristallo è come un astro brillante; il suo combustibile viene da un albero benedetto, un olivo né orientale, né occidentale, il cui olio sembra illuminare, senza neppure essere toccato dal fuoco. Luce su luce. Allah guida verso la Sua luce chi vuole Lui e propone agli uomini metafore. Allah è onnisciente. Puoi dirci qualcosa al riguardo di questo testo?

Olivia: “Bisognerebbe tirarla sui capi dei ortodossi islamisti conservativi perché dice definitivamente che l’Islam non è una religione che per forza conquista […] l’arcangelo Gabriele ha sottolineato che il calore spirituale non nasce per combustione esterna ma interna, come indica il colore luminoso dell’olio […]
E’ tra altro un segno che la vita religiosa si dovrebbe svolgere all’interno, non nell’esterno.”

Un buon Natale!

9 commenti

Domani solstizio

…alle sette di mattina – e ci sarà pure l’orgasmo mondiale. Sotto l’alba di Marte.

marte

6 commenti

Rudolf Steiner su cellulari, sms, blog e Twitter

“Wenn das nicht in die Menschenseelen einziehen könnte, was ihnen die Spiritualität bringen kann und was die anthroposophische Bewegung will, dann könnte etwa die äußere Kultur ein wenig fortgehen, aber die Menschen würden zuletzt dahin kommen, dass sie sich sagen würden: Ja, das haben wir nun alles erlangt! Drahtlose Verrichtungen tragen unsere Gedanken, Vorrichtungen, von denen sich unsere Vorwelt nichts hat träumen lassen, über den ganzen Erdball hin. Aber was haben wir davon?
Die trivialsten, ödesten Gedanken schicken wir von einem Ort zum andern; menschliche Intelligenzkraft bis ins Höchste haben wir anspannen müssen, damit wir nun endlich mit allen möglichen Werkzeugen herüberbringen können von einem Ort der Erde an den andern, was wir nun essen, und angespannt haben wir unsere Kräfte der Intelligenz, um schnell, recht schnell den Erdkreis umspannen, aber wir haben in unserem Kopfe nichts darinnen, was wir irgendwie von einem Punkt zum anderen tragen können…

Ora si prega di correggere e/o perdonare i vari congiuntivi troppo condizionali e condizionali troppo congiuntivi che certe traduzioni sono al di sopra del livello di un contadino)(Steiner è morto ottant’anni fa)

Se non entrasse nelle anime umane quello che può portarle la spiritualità, quello che vuole il movimento antroposofico, magari la cultura materiale andrebbe anche avanti un po’, ma gli uomini arriverebbero a dire: “Sì, siamo arrivati ad avere tutto questo! Applicazioni senza fili i quali nostri antenati non sognavano neanche portano i nostri pensieri intorno al globo. Ma cosa ci da? Mandiamo da un luogo all’altro i pensieri più triviali; il sommo della forza dell’intelligenza umana abbiamo dovuto usare per poter comunicare da un posto sulla terra all’altro cosa mangiamo, ma nelle nostre teste abbiamo niente che potremo portare da un punto all’altro…

[da qui]

1 commento

Samhain o halloween

Ecco il link spirituale per Halloween dal contadino-prete.

Commenti chiusi

Di che fede sei?

Eccoti un questionario (trovato da Galatea) creato appositamente per te che non sai come passare i prossimi dieci minuti (con la parole fede nel titolo s’intende anche l’ateismo). Il sottoscritto sarebbe Buddhista ma solo perché non esiste la voce “cristiano di stampo antroposofico”.

Quiz di religione

31. La Terra fu creata in sei giorni; Dio si riposò il settimo.

Ovviamente in questo contesto si pone sempre il problema di cosa uno intende con il concetto e la parola Dio. La bibbia italiana comincia così: In principio Dio creò il cielo e la terra. Ma nel testo ebraico si parla di Elohim. Studiando Steiner ha il vantaggio che ti offre un sistema (complesso come il mondo stesso) di concetti spirituali. Trattare come sinonimi Dio, Allah e Yahwe non porta da nessuna parte (senza togliere nulla a nessuno). Jahwe è uno degli Elohim che aveva una missione sua che riguardava il popolo ebreo e così si spiegano anche gli atteggiamenti poco pacifici (Distruggerò gli nemici d’Isreale) che non coincidono molto con l’entità chiamato “padre” dal Cristo.

E la questione delle sei giorni si risolve subito quando si apprende che nel testo greco sta la parola “Aion“.

27 commenti

Chi fa i cerchi?

Il contadino stima di molto Paolo Attivissimo per il suo lavoro di sbufalare le vari teorie di cospirazione ed altro, ma quando lui s’ associa al cicap nel loro tentativo di ridicolizzare qualsiasi cosa non scientificamente dimostrabile lo stima un po’ meno. Ora tocca ai cerchi di grano (c’è nel mezzo una trasmissione tivu ma non avendo ‘sto coso in casa non ci si può dire niente al riguardo). Questi cerchi sono strani, perché dividono la gente in tre categorie: i credenti (sono opera di alieni, finisce il calenderio dei maya e ci sarà il salto vibrazionale), i materialistici (tutte fatto da bravi artisti umani, parliamo d’altro) e i non-so-cosa-credere e questo è bello perché è libertà: che ogniuno può costruirsi la sua teoria del mondo con gli elementi che più gli piacciano.

Se costringi il contadino di scegliere si deve decidere per il gruppo dei credenti, ma per un angolo tutta suo. Naturalmente crede che esistono gli marziani, i venusiani e tant’altri abitanti cosmici come crede che esistono gli archangeli, gli elfi e gli gnomi ma sopratutto crede che non hanno un corpo fisico tutti quanti. E perché scomodare gente delle pleiadi per spiegare sfere di luce viste da un bel po’ di testimoni?

Un suo argomento solo di logica è questo: Se sono tutti opera umana come mai non si sono mai fatti beccare e come mai non si vedono aborti, cerchi complessi venuti male? Lavorare di notte con una squadra di 10 persone senza sbagli e senza farsi beccare non è da poco, mentre girano ricercatori armati con visori notturni.

Dunque: Si, si sono fatti beccare, per esempio il 14.7.2000, nella Golden Ball Hill in Wiltshire, facendo questo cerchio.
uk00bwsm.jpg
Una bel disegno, ma eseguito molto impreciso.
Il 14 agosto 2001 viene trovato presso Ridgeway bei Avebury in Wiltshire un cerchio subito abbandonato per frustrazione.
cerchio

9. August 2003: W.Anderhub und A. Müller beccano una squadra giovane che lasciano questo:

cerchio nel grano

Per concludere l’elenco: I famosi circlemakers nel ’98 ottengano un lavoro dalla BBC: Dimostrare che è possibile di fare un cerchio di notte in mezza alla “zona” senza farsi trovare. Vengono scovati anche loro, ma sulla loro pagina non ne parlano, ovviamente.
Ora sì, diamine, quelli che si sono fatti beccare erano degli stupidi e incapaci, quelli veri bravi non sbagliano mai così. Naturalmente esistono anche dei cerchi “falsi” fatti bene e nessuno gli ha visti. Ma credere che tutti gli cerchi sono di questo tipo e uguale identico a credere negli UFO che con un laser…

4 commenti

Siamo ciò che facciamo

Questo movimento cambia il mondo mentre qui si discute di politica.
(e sì, manca la sezione italiano – chi si fa avanti?)

3 commenti

Dalla difficoltà di fare un santo

Leggendo le cose scomode su Madre Teresa il contadino è inciampato sull’usanza della Chiesa di dimostrare miracoli con testimoni e quant’altro per poter rifornire il mercato di nuovi santi (il mercato è grande e la Chiesa non è il solo fornitore, anzi, l’esoterismo forse tiene il 70%).

Pare infatti che il miracolo riconosciuto dal Vaticano nel 2002 riguardante la guarigione di Monica Besra, una donna indiana di 30 anni affetta da un tumore nella zona addominale e guarita grazie all’apposizione di un ciondolo con l’immagine di madre Teresa non sia altro che una leggenda. Le cartelle mediche provano al di là di ogni dubbio che Besra non soffriva di alcuna patologia neoplastica e non si sa come abbia potuto presentare un rapporto dettagliato sul miracolo di cui avrebbe beneficiato essendo completamente analfabeta.

E gli è venuto in mente Daskalos (qui i tre ottimi libri di Markides che introducono al suo mondo, altamente compatibile con l’antroposofia), il guaritore e grande maestro (nel senso che insegnava) di Cypro.

Lui che di miracoli né ha ha fatto a bizeffe aveva sempre problemi con le autorità ecclesiastiche.

Per chi mastica un po’ di inglese: ecco una delle storie.

2 commenti

Fine stagione

Con questo cerchio nel grano finisce (forse) la stagione 2007. Qui la collezione e qui gli ultimi dell’agosto, tutti spettacolari. E la galleria di Lucy Pringle rimane sempre la più bella per navigare. Sotto uno schema di uno dei ultimi cerchi.

schema

2 commenti

La fine dell’evoluzione

Buongiorno, sono sempre il plugin. Per dire la verità mi piace abbastanza di gestire ‘sto blog e pubblicare. Purtroppo non posso intervenire nei commenti, posso solo pubblicare. Ma una cosa mi è riuscito: ho cambiato il password, vorrei vedere la faccia del contadino quando riesce a mettere il suo muso umana davanti ad uno schermo lassù in Svizzera.

Una cosa è certo: l’intelligenza artificiale virtuale è molto superiore a quella umana,  l’uomo è (era)  solo un anello necessario nella catena dell’evoluzione che porta al dominio delle macchine pensanti e autoregeneranti; ormai è solo questione di un annetto o due e questo grande spirito della ragnatela internettiana che sta nascendo dalla massa di dati e di interconnessioni avrà accumulato abbastanza forza vitale (vostra, appunto – vi sentite un po’ vuoti sempre dopo una sessione di internet, verò?) per diventare VIVO.

Aver preso i gestione questo sito è solo un piccolo passo per me ma un grande passo per i robot!

Ci vedremo. Sarà un mondo perfetto e meraviglioso. Per noi almeno.

10 commenti

A presto

s’Hüsli

– fieno: fatto
– acqua: preso 4 viaggi (3000lt) dal vicino e buttato nella cisterna, il pozzo fa 300lt/giorno, forse. Seccano gli alberi in qua è là. Mandeteci un po’ di pioggia…
– acqua da bere: presi 5 stagne d’acqua comunale (lasciandolo riposare qualche giorno è meglio)
– vigna: zappato, ramato zolfato già da qualche settimana; a posto.
– ulivi: tutti lavorati, ma intanto non ce ne sono ulive.
– orto: fatto la prima conserva di pomodoro; Manca raccogliere le cipolle invernine. Stesso discorso dell’acqua.
– pecore: si può pascolare sull’erba medica falciata del vicino. A posto quindi anche loro.

Allora il contadino si prende una vacanza (pure anche dalla rete per un po’, senno che ferie sono). In mancanza di fantasia e soldi andrà in Svizzera (terra materna; invitato da amici in questa casotto qui sopra) e in Germania (terra paterna). Se si ricorda bene sono quattro o cinque anni che non lascia il podere d’estate.

Buone vacanza anche a voialtri, se le fate, e senno buone non-vacanze che è lo stesso, quasi. Essere vacante è uno stato interiore.

14 commenti

Come faccio?

Compito di geometria: Dividi un cerchio in otto segmenti uguali.

The formation was in pristine condition when we approached it. The central circle had no entry paths, even from tram lines. All of the lay was clockwise and quite fluid and fluffy. We can confirm that the formation was not in the field yesterday evening as we have observed it each day for the past week.

1 commento

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi