Press "Enter" to skip to content

Categoria: cultura e arte

Di che stampo sei?

… comunità d’immigrati di stampo patriarcale

Qui l’articolo.

4 commenti

Dal rizzare le cose

pietraolivo

Il contadino due anni fa si divertiva di mettere i sassi come indicatore al bivio che porta a casa sua, finché una domenica mattina erano spariti. Ora ha messo la scerpa di un olivo che ha scavato, sarà più difficile a rubare.

(Altre cose ritte sono qui e qua, mentre un suo amico usa le sfere del petanque:
quattro sfere

2 commenti

Oggi arte

La giornata di oggi era segnato un pochino dall’arte. Il wwoofer (che quest’aziendina si serve ognitanto di manodopera americana) prima di partire ci ha concesso uno sguardo sulle sue opere che lui studia disegno nell’Iowa. Poi i processi degli addii sono sempre un po’ dolorosi, dopo quasi quattro settimane il contadino ci si è abituato ad avere un giovanotto volenteroso interessato intorno; ora ci vuole almeno due giorni minimo a riabituarsi a lavorare da solo.
Ecco:arte tomas 2arte tomas 1

L’altro evento d’arte era una mail di un un vecchio amico che ha aiutato al trasloco di questo coso legnoso:gallotron

7 commenti

Sindrome del rasoio

Corri, corri che domani è lunedì:

Dovremmo guarire da quella che ho chiamato “sindrome circolare del rasoio elettrico”, che consiste nel radersi più velocemente, in maniera da avere più tempo per lavorare ad un rasoio che permetta di radersi più rapidamente ancora, in maniera da avere ancora più tempo per progettare un rasoio ancora più veloce…[…]

Comprare un’automobile “nuova” ogni anno e riammodernare la casa ogni due è un crimine bioeconomico.

5 commenti

Idee regalo

alberino.jpgdettaglioalberino.jpgcoltello.jpg
Ormai ci siamo, non c’è verso di scappare. Devi prepararti, arriva natale. Ma questo blog di servizio ti aiuta e non ti abbandona. Prendi un cono di faggio, il coltello a tiro e crea il regalo perfetto: Decorativo, bello, stupendo e inutile. 100% biodegradabile.

3 commenti

La parola del giorno

Eataly

3 commenti

Outfarming, cash crop and scale-up

Si smette mai di imparare anglicismi:

Vi porto l’esempio di un progetto che stiamo portando avanti in Senegal. Lo sponsor iniziale è un illuminato privato del Nord-Est che ha deciso di dare avvio con il nostro supporto ad una cooperativa per la coltivazione della Jatropha. Il modello impiegato è fortemente incentrato su pratiche di outfarming e prevede l’utilizzo di intercropping con ortaggi e altri cash crops. I prodotti della coltivazione della Jatropha sono: un fertilizzante organico che viene riutilizzato nelle pratiche agronomiche e l’olio di Jatropha. Quest’ultimo verrà utilizzato localmente per la produzione di energia poichè il Senegal sta attraversando un periodo di shortage nella fornitura di energia elettrica. Se il modello avrà successo, si potrà pensare ad uno scale-up del progetto che preveda la produzione di biodiesel per il mercato locale. Come infatti saprete il Senegal non possiede risorse petrolifere.

A parte il newspeek e giustissimo la conclusione che bisogna vedere sempre il caso concreto; ci piacciono sempre troppo le generalizzazioni. Il biodiesel è il diavolo o il biodiesel è la nostra salvezza – la verità sta nel mezzo.
Articolo su Aspo Italia

1 commento

Maialate

Maiale tattuatomaiale tattoo uomo

Si può o non si può, tatuare un maiale? E’ arte o uno sfogo perverso solo bono a fini provocatori?
Wim Delvoye lo fa, in una farm in Cina, perché è fuorilegge farlo qui. Gli piace tatuarli quando sono giovani, per veder crescere e deformarsi il disegno. Prima lavorava su pelli di maiali macellati, nel ’94. Quando muoiono vengono conservato le pelli o addirittura cosato (come si chiama?) l’animale intero.

Due opere: I e II

(Secondo il contadino si può, i disegni non gli piaccono per nulla però, e si può anche sopratutto discutere il rapporto nostro con il maiale grazie a lui. )

60 commenti

Il risultato

…del test. Ovvio.

quello che tira

Commenti chiusi

See you later

Potter

It’s three long and wunderful days that the contadino has been following Harry and Co, travelling and tracking down horcruxes, if you know what I mean. This seven books are among the best things happened the last ten years.

5 commenti

Multare le mutande

vita bassa

Il contadino lo deve ammettere, l’idea di mettere fuorilegge le mutande e inizi di culi in vista per colpa di questi pantaloni a vita bassa è molto accattivante alla prima vista.

Per cominciare di rendere il mondo più estetico da qualche parte bisogna pure cominciare. Dopo magari si potrebbe anche vietare certe facce.

1 commento

Nudo salviamo il pianeta

Per arrivare in prima pagina ci sono due metodi: o nudo o violento. Il fotografo Spencer Tunick ha distribuito 600 volontari nudi sabato scorso sul ghiaccio dell’Aletsch in Svizzera in collaborazione con Greenpeace. L’idea sarebbe di sensibilizzare la gente per il riscaldamento globale ma puzza di più di un egotrip del artista che sfrutta l’idea dei nudi di massa da ben15 anni.

Se poi sul sito di Greenpeace si deve leggere che abbiamo esattamente 8 anni per scongiurare il pericolo viene da ridere.

Eight years to act

According to the Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) the world only has eight years remaining to take the urgent action needed to curb catastrophic climate change. Without swift action, the damage could become irreversible. Never before has humanity been forced to grapple with such an immense environmental crisis.

Una affermazione così è semplicemente demagogica e con scienza non ha da fare niente. Invece di rincorrere il fantasma di fermare il cambiamento climatico sovvenzionando biodiesel e altre stupidaggini bisogna prepararci di affrontarlo, viene come viene. In primo re-instaurando una agricoltura biologica locale di circuiti chiusi e corti.

1 commento

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi