« Ognitanto qualcosa s'impara | Main | Retefede »

L'aratro del futuro?

pflug01.jpg

Inveci di studiare gli effetti degli OGM si dovrebbe studiare e (ri)provare questo aratro di rame (bronzo). Raccolti maggiorati del 17-35% in quantitÓ. La qualitÓ si misura peggio, ma era straordinaria, dicono. Schauberger nel '48 aveva un contratto con una ditta di Salisburgo per la produzione di serie di questi coltri. Un giorno si presentava un funzionario del governo regionale per offrire la sua "collaborazione". Schauberger non capý, allora si spieg˛ meglio. Aveva un accordo che li garantiva una provisione se riusciva a convincere i contadini ad usare pi¨ concime chimico azotato. Il bisogno di nitrato calerebbe molto se questi coltri si difondessero. Quindi...

Lo mand˛ via arrabiato, ma poco dopo la ditta disdette il contratto, e le riviste agricoli comiciavano a scrivere che questo tipo di aratro sarebbe molto dannoso perchŔ creerebbe una sovraproduzione e ne seguirebbe un crollo dei prezzi.
(E stato fatto anche un calcolo economico: I due arnesi necessari (aratro e cultivatore) di questo materiale costavano 1 1/2 del ricavo della raccolta presa in pi¨, senza considerare il risparmio di concime chimico.)

(tratto da qui, e seguiranno i dettagli tecnici, qualche giorno)

rimandi

TrackBack URLper questo post:
http://www.vogliaditerra.com/cgi-bin/mtc/backlink.cgi/1458

commenti (2)

Ciao Contadino,
ma tu hai gia' provato ad usarlo questo aratro?

ste:

Non Ŕ in vendita. Solo arnesi "a mano", qui

Post precedente: Ognitanto qualcosa s'impara.

Post seguente: Retefede.

Pagina attuale: VogliadiTerra


Questo qui è il blog (?) e il →photoblog del contadino. Cliccando sugli immagini fai un giro in campagna.














(o manda una mail velocemente cliccando qui)
Creative Commons License
Questo contenuto Ŕ sotto Creative Commons License.
Powered by
Movable Type 3.31