Vogliaditerra

25 luglio 2017

Terra e ferro

Da un bel po’ senza il ferro non si può fare il contadino, da un po’ meno tempo quel ferro è diventato un filino più complesso e non è solo vanga zappa erpice e aratro ma ha pure un motore. Ed ecco il contadino imbrattato di olio con le chiavi in mano.

BCSferrari
vazzolerferrari

L’estate è un ottimo periodo per mettere a posto le macchine, c’è tempo, ombra e pure abbastanza corrente per trapani flessibili e compressori. Il contadino è passato da cambiare ingranaggi nel moltiplicatore della ventole dell’atomizzatore a pulire a fondo la BCS seguito dal cambio del paraolio del motocoltivatore condito dagli imprevisti della pressa forata sul campo di paglia e tre su quattro bulloni spezzati nel tamburo del freno sempre del motocoltivatore e non è finito lì.

Ormai ha un parco macchina da museo e si devono trattare in un modo adeguato tenerli in uno stato da mostra. E funzionanti.

Lascia un commento




I commenti sono sotto responsabilità di chi li scrive. L'indirizzo IP viene loggato.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 72 queries in 2,377 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi