Vogliaditerra

9 maggio 2017

Strilli nel campo

bcsbcs2

Oggi il contadino ha imparato che i giovani daini strillano a bestia anche quando non sono feriti, è un ottimo metodo per spaventare eventuali nemici. Meno optimale è la strategia da parte della mamma di lasciarli (sono sempre gemelli sembra) nel erba alta, perché questo erba alta oggi per la seconda volta era un campo di fieno del contadino, e meno optimale è anche che non si muovono proprio anche se passi a piedi amezzo metro ma solo quando la lama li tocca.

Ai questi due di oggi è andato bene – nessun pezzo di gamba tagliato ma solo uno spavento grande per tutti e quattro (la mamma dalla macchia rispondeva ai strilli con quel abbaio rauco). Non c’è nessun verso di vederli, forse con un drone solo; dopo il primo lo stress con la mano prontissimo a tirare la frizione è micidiale.

[foto di archivio… l’erba era alta il doppio]

Commenti:


  1. Purtroppo è un problema antico…Conosco bene queste macchine dagli anni 60, quanti pianti da bambino di fronte alle bestiole martoriate…Bisognerebbe forse far esplorare dai cani addestrati prima di falciare…


    Lucio

  2. la soluzione è una barra sospesa posta davanti alla lama con applicati dei pezzi di catena grossa a penzoloni di modo che striscino sull’erba senza abbassarla ma con il risultato di colpire i cuccioli di capriolo e spaventarli prima di falciarli..


    filippo

  3. Ho pensato a qualcosa del genere, infatti, tutti gli altri metodi rendono difficile la falciatura poi.


    ste

  4. Dovrebbero essere caprioli, non daini…


    Agotrip

  5. Qui c’è di tutto, ma i daini erano i primi, scapparono da una tenuta di 500 ha dove li tenevano per caccia. Una frana qui, una frana là che porta via il recinto ed eccole dappertutto.


    ste

Lascia un commento




I commenti sono sotto responsabilità di chi li scrive. L'indirizzo IP viene loggato.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,618 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi