Vogliaditerra

18 giugno 2016

La mucca ha le corna

scheid-068

Sembra ovvio l’affermazione del titolo, purtroppo quando uno fa un giro in montagna (svizzera) vede che la maggior parte è senza ormai, solito motivi economici (devi avere la stabulazone libera e non hai la stalla abbastanza grande). Basta un minimo di sensibilità e si vede già solo dall’aspetto che non va bene: le corna sono un organo vitale che influenza anche tutta la digestione fino alla qualità del latte.

Quindi con grande piacere il contadino vede che è riuscita una iniziativa popolare per mucche con le corna che ha alte probabilità di passare alle urne.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

[traduzione al volo: 35 anni fa tutte le mucche avevano le corna, oggi si vuole una agricoltura industriale, le mucche con le corna non entrano bene nella robot di mungitura. AL vitello vengono date due punture anestetizzanti e bruciate la gemma della corna con una specie di saldatore ad 800°C, quando passa l’effetto antidolorifico il vitello comincia a camminare indietro e lamentarsi del dolore atroce.]

Commenti:


  1. capisco la motivazione strettamente naturistica, ma io pratico la decornazione soprattutto pensando alla salute delle mucche. Non so se hai mai ricucito una vulva squarciata da una cornata, e non ti parlo di stalle strette ma di mucche al pascolo, ti assicuro che non è una situazione piacevole. Non c’è bisogno di saldatori, con una piccola anestesia e la matita caustica si risolve tutto senza grandi sofferenze e si evitano un sacco di problemi, l’ importante è intervenire al massimo entro le due settimane di vita, dopo si rischia di fare solo danni


    anto

  2. Non è “strettamente naturalistica”: le corna sono importantissimo per la digestione e un organo di “percezione” dell’erba mangiato. Ci sono evidenze fortissime che le allergie e intolleranze di lattosio in continuo aumento hanno da fare con la qualità (mancante) del latte, solo nell’agricoltura biodinamica le mucche non vengono decornate, nel bio è ammesso.

    Ho lavorato 35 anni fa con le mucce nelle montagne svizzere per un anno intero e le corna non erano un problema, semmai cercavano di farle crescere simmetriche e per il verso giusto. Sull’alpeggio avevo 39 mucche e un solo “mutsch”, cioè una mucca moderna senza corna, era una cosa tristissima da vedere e era l’animale più infelice perché non poteva far parte del gregge, non poteva trovare una sua posizione.

    Purtroppo sulla qualità del latte, le corna e la digestione, le allergie ecc non si trova quasi niente in italiano, forse con google translate si può leggere questo (seconda parte).


    ste

  3. Ciao Ste,a tutti quelli che mi chiedevano se le capre con le corna erano maschi ho sempre risposto che le capre possono nascere sia cornute che zucche a differenza delle mucche che invece nascono tutte cornute e se vedi una mucca zucca vuol dire che gliele hanno bruciate…..ed ero convinto di questo fino a settembre scorso quando mi è nata una vitella zucca.Ohi


    enea

  4. Ci sono delle razze senza corna come le galloway, forse la tua mucca era in vacanza in Inghilterra 🙂
    Ma sono selezioni recenti, i antenati avevano le corna e come.


    ste

  5. Mamma frisona babbo limousine……


    enea

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 80 queries in 0,468 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi