Press "Enter" to skip to content

Vogliaditerra.asia

Ieri al contadino è arrivato una mail di un servizio cinese che vende domini internet: secondo loro un certo CH****UAN GROUP vuole registrare vogliaditerra.asia, Vogliaditerra.com.cn e Vogliaditerra.cn e pure il Brand.

Hanno chiesto se questi qui sarebbero autorizzati dal contadino (o meglio della sua Company) e se lui vuole proteggere questo nome potrebbe registrargli prima (…if your company consider these names of importance to your company’s business or interest…)
Ma i domini cinesi costano decisamente troppo per salvare un blog vecchino con venti lettori. Si starà a vedere. Risponderà che questo è un blog che si batte per libertà su internet e che magari questo gruppo dovrebbe scegliersi un altro nome.

19 commenti

  1. Joe 26 marzo 2015

    Ste,

    fai finta di niente, ignorali! Quelli ci provano… 🙂

    Ciao
    Joe

  2. ste 26 marzo 2015

    Non ci guadagnano mica niente se comprerei il dominio, potrei comprarlo ovunque.
    Ancora non ho capito bene, vedremo.

  3. Giuseppe 27 marzo 2015

    Quel sito ha una reputazione di ZERO!
    Fai attenzione, sono i classici troll: rischi grosso solo a rispondergli.
    Facendo una rapido controllo su internet, risulta:
    – email address del DNS su sito di e-mail free
    – website troppo recente (22 Days old),

    preso da:
    http://www.scamadviser.com/che.....gement.org

    Don’t feed the troll!

  4. Giuseppe 28 marzo 2015

    non preoccuparti; a me arrivano da anni questi avvisi per il mio nome di dominio dell’ufficio. Evidentemente ci provano ma francamente in cina non credo che qualcuno scalpiti per portarci via il nome…

  5. Sandro kensan 29 marzo 2015

    idem, anche a me è arrivato tempo fa.

  6. Vittorio B. 30 marzo 2015

    Ste, si tratta ovviamente di una truffa. Cercando il dominio del mittente in ICANN WHOIS risulta registrato il 2 marzo 2015, con scadenza 2016; verificando con google il numero telefonico del contatto se ne trovan delle belle.

    Se hai tempo da perdere, puoi dargli filo e divertirti un po’ 🙂

  7. marco 30 marzo 2015

    20 lettori ?
    una volta con la pubblicità sul blog non ci vivevi di rendita ?

  8. ste 30 marzo 2015

    Gli ho risposto che vogliaditerra si batte per la libertà di parole, per il software libero e per altro ancore e che forse non sarebbe il caso di usare questo nome e non ho più avuto risposte 😉
    Però come truffatori hanno da imparare, dovrebbero proporre almeno l’acquisto tramite loro ma nulla.

    Sul blog la pubblicità ha mai generato qualcosa di rilevante, le altre pagine statiche sì, ma erano i tempi di oro, tutto finisce, tutto cambia…

  9. marco 30 aprile 2015

    intendevo quelle le pagine statiche una volta non ti davano un botto?

  10. ste 30 aprile 2015

    Quella sul impianto fotovoltaico sì, ma è completamente finito da un paio di anni.
    Nella vita nulla dura.

  11. marco 3 maggio 2015

    tutto cambia, questo mi addolora, sono statico anche io, amo le cose che non cambiano e credo di eludere il trascorrere del tempo cercando punti fissi. mah tu che vedi la ciclicità delle stagioni cosa mi rispondi ?

  12. ste 5 maggio 2015

    Noi rimaniamo noi nei cambiamenti, li seguiamo e ci condiziano ma guai attaccarci a qualcosa (diceva già Buddha)

  13. marco 10 maggio 2015

    mah, forse hai ragione, cambiam oanche noi però ogni tanto succede. Le esperienze ci segnano e ci trasformano oppure restiamo refrattari come diceva mia madre.
    eh
    tu a chi hai insegnato a potare ?
    c’è qualcuno che proseguirà o ci troveremo gli uliveti abbandonati e solo vgli extracomunitari ad allevare e coltivare nelle campagne?

  14. ste 11 maggio 2015

    La vedo duro, ho sempre sentito dire “finché ci sono vecchi le cose (conigli, vigna, uliveti, orti ecc) vanno avanti” poi ho visto sparire vecchi e le cose e tra poco sono vecchio pure io 🙂

    La mia figlia più giovane vuole capire potare da due anni, non so se riesco bene insegnarla qualcosa ma è già abbastanza brava secondo me, solo troppo lenta, dovuto a troppi pensieri e indecisioni. La mente è strano quando si pota, prima si guarda e si pensa un attimo dopo le mani vanno da sé in una specie di intuizione-meditazione.

  15. marco 12 maggio 2015

    ti leggo da quando ero al primo anno di università, avevo 20 anni ora ne ho 37.
    Non ci crederai ma ero giovane quando ho iniziato ora mi sento vecchio. Non perchè ho un’età avanzata o no, rispetto ai 18 anni non c’è paragone ma pure con i 70. Soltanto mi rendo conto che gli anni passano, e quindi anche io che ancora faccio tante cose di quando avevo 20 anni e ricordo quell’età, vedo che allo stesso tempo è passata una vita.

    Allora inizio anche io a interrogarmi. Tutto qui.
    Sai che tristezza vedere le vecchie casette dei contadini abbandonate con accanto i nipoti dei contadini e pronipoti con la villetta, giardinetto, e suv.
    Insomma il tempo scorre e io vengo travolto.
    Non riesco a nuotare seguendo la corrente, non sempre.
    mah

  16. ste 13 maggio 2015

    Non mi tornano i conti, ho cominciato intorno natale 2002 a scrivere, fanno 13 non 17 😉
    Cmq sì, una mezza generazione.

    Importante è che piova.

  17. marco 16 maggio 2015

    sicuro?
    le pagine sul fotovoltaico sono abbastanza in là nel tempo.
    credevo ancora negli anni ’90 verso la fine o sbaglio?

  18. ste 16 maggio 2015

    Il primo PC portatile comprai estate 2002… dialup a 56kps, imparai html poi lo scanner per i negativi e il blog.
    Ma sì, sembra molto retro adesso 🙂

  19. marco 16 maggio 2015

    mamma mia allora la memoria fa acqua. mi sembrava molto prima. beh comunque la sostanza non cambia il tempo è passato e mi sento in là.
    stasera me la volevo dedicare allo studio meditativo ma non riesco a fare niente.
    mah, buonanotte e speriamo che piova ma non troppo.
    dimenticavo, ma fukushima, non se ne parla più?

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi