Vogliaditerra

27 marzo 2014

Una parola al giorno: IMSI-Catcher

Cari amici detentori di un dispositivo di tracciamento detto anche “cellulare” o “smartphone” che voi pensate che serve a telefonare ma in realtà serve a sapere dove siete e con chi siete in relazione: il contadino è lieto di spiegarvi cosa è questo IMSI-catcher e a cosa può servire. Intanto le forze delle polizie gli stanno comprando ovunque, spesso in contraddizione alle costituzioni dei singoli paesi.

E’ un ripetitore finto, potente assai che induce i cellulari in una certa aera di qualce centinaio di metri di connettersi a lui. Quindi si ha a dispozione subito la lista dei partecipanti di una manifestazione in piazza, per esempio, e come si è visto in Ucraina di recente chi ne è in possesso può mandare anche un SMS a tutti,l tipo “Siete circondati e registrati, arrendetevi”.

La versione cinese invece è in mano agli spammer, gira su un camion e tempesta con SMS di pubblicità per i negozi vicini chi si trova nelle vicinanze.

Commenti:


  1. La quintessenza della reperibilità


    uguccione

  2. Vale anche per il mio buon vecchio Nokia 1100.


    danilo

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,824 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi