Vogliaditerra

6 novembre 2013

Firma per l’introduzione del reddito di base

E’ l’unica soluzione sensata per una moltitudine di problemi sociali odierni: disaccoppiare il lavoro e il reddito. C’è tempo fino gennaio 2014, forza!

Oggetto:
Richiesta alla Commissione di promuovere la cooperazione tra gli Stati membri (ai sensi dell’articolo 156 del TFUE), al fine di valutare il reddito di base incondizionato (RBI) quale strumento per migliorare i rispettivi sistemi di sicurezza sociale.

Obiettivi principali:
Nel lungo periodo l’obiettivo è quello di garantire ad ogni persona nella UE il diritto incondizionato, a livello individuale, al soddisfacimento dei propri bisogni materiali al fine di condurre una vita dignitosa, come indicato dai trattati dell’Unione europea, e di favorire attraverso l’introduzione di un RBI, la partecipazione alla società. A breve termine, l’obiettivo consiste nel chiedere all’UE di promuovere “ricerche-pilota” (Art 156 TFUE) nonché l’esame dei diversi modelli di RBI [Risoluzione del PE 2010/2039 (INI) § 44]

basicincome2013.eu/ubi/it/firmare-liniziativa/

Commenti:


  1. firmato e, se non ti spiace, incollo qui la ricevuta e così sono sicura di ritrovarla in caso di necessità…:-)
    Data: 09/11/2013
    Identificatore della firma: 9a155773-9006-4bf5-9f1e-6b255a667850


    barbara

  2. Non mi dispiace essere utile 🙂
    Ho visto che manca ancora tanta strada da fare, solo la Slovenia e la Croazia hanno raggiunto il quorum necessario e l’Italia è tra gli ultimi… facciamo girare la voce!


    ste

  3. Grazie Ste.
    Si, l’ho inviato a tutti i miei contatti e anche sulla mia pagina FB. Noi italiani siamo capaci solo a lamentarci e quando c’è da agire ci tiriamo indietro aspettandoci che gli “altri” facciano.
    Una volta Ste, hai detto che gli italiani hanno una scarsa autostima; è vero in parte … una parte invece si sovrastima … e non dico altro che alcuni miei connazionali potrebbero prendersela.
    Buona domenica


    barbara

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,892 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi