Vogliaditerra

3 giugno 2013

Democrazie diretta facile

Oggi il contadino deve spedire la busta con il voto. Il primo quesito è facile, un secco no alla elezione diretta da parte del popolo del governo dei sette consiglieri svizzeri. Ovviamente l’iniziativa era ideata dal partito populista xenofobo.

Il secondo invece è molto difficile: crescono le domande di asilo, procedure lunghe, mancanza di strutture e per questo una nuova legge sull’asilo (di prova) che darà più competenze alla federazione. Chi dice basta all’inasprimento continuo, chi dice che inumana una durata eccessiva per la risposta alla domanda di asilo e i comuni non ce la fanno più a gestire i centri. Una cosa che sparirebbe è la possibilità di chiedere asilo recandosi nelle ambasciate svizzere, è l’unico paese europea che prevede questo e sono stati accettati 2572 domande di asilo dal 1980.

Commenti:


  1. Allora! mi pare che al secondo quesito abbiano vinto i SI o mi sbaglio?


    Aspirante biodinamico

  2. Era da aspettarsi, ma non pensavo che la paura e l’egoismo era così grande:

    Quasi 4 svizzeri su 5 hanno accettato la revisione della legge federale sull’asilo, messa in vigore l’anno scorso dal parlamento con una procedura d’urgenza. Le nuove misure sono state approvate da tutti i cantoni, in ogni regione del paese, con quote che vanno dal 61% nel canton Ginevra all’86% nei cantoni Nidwaldo, Svitto e Appenzello interno.

    L’inasprimento delle norme sull’asilo era stato deciso in settembre dalla maggioranza di destra e di centro delle Camere federali…

    Reazioni al voto sono giunte anche dall’Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (UNHCR), secondo il quale durante la campagna politica sono stati messi in rilievo soltanto gli aspetti negativi dell’asilo. Non è stato invece sottolineato il fatto che quasi la metà dei richiedenti l’asilo necessita effettivamente di una protezione, ha deplorato Susin Park, direttrice dell’UNHCR a Ginevra.

    http://www.swissinfo.ch/ita/po.....d=36094016

    39% di partecipazione.


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,798 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi