Vogliaditerra

20 maggio 2013

La legge anti-5-stelle

Ma si sapeva almeno da quando Bersani aveva provato a trattare con il M5S che sarebbe spuntato fuori. Quindi altri popcorn, lo show va avanti con [il blog di] Grillo che [dopo una consultazione democratica interna] annuncia che se passa la leggo il M5S non si presenterà più alle elezioni. Roba da asilo. Non gioco più con voi che siete cattivi e anche la Gabanelli è [pagato dalla casta|fa trasmissioni su comandi PD|fa parte della congiura dei giornalisti].

In una lettera inviata a Repubblica la conduttrice ha spiegato: «Almeno finora nessuno del M5S mi ha insultata al telefono!. Cosa che invece -afferma – ha fatto qualche simpatizzante degli ex Ds a proposito dei loro debiti che, secondo loro, dovremmo pagare noi. Credo che la critica sia fastidiosa sempre, per tutti, anche per la sottoscritta, ma si deve accettare, o no? Il punto è: “sono state dette cose non vere”? In tal caso vengano precisate, e le pubblicheremo. Se Casaleggio avesse accettato l’intervista con la Giannini magari si potevano chiarire tutti i dubbi legittimi. Tutto il resto – conclude Gabanelli – , per chi cerca di fare il proprio mestiere con indipendenza, è nel conto».

L’art.49 della Costituzione recita: “Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”

O decidano di diventare adulti, prendersi le responsabilità, la trasparenza interna o buona notte sogno di cambiamento.

A già, il contadino dimenticava il: “fuori i soldi dalla politica!

>>> Oggi, lunedì 20 maggio sarò ad ….Domani martedì 21 maggio sarò a Lodi … a Brescia, ore 21. Le dirette saranno trasmesse su La Cosa
L’evento finale del “Tutti a Casa Tour” sarà il 24 maggio in piazza del Popolo a Roma. Sostieni con una donazione <<<

PS: il contadino senza tivu adesso ha potuto vedere il pezzo di report (preannunciato da un commentatore “insider”. Poco di nuovo per chi siè informato, ma molti magari ancora non l’hanno fatto. Eccolo.

Commenti:


  1. Lo sapevo che per te (e per fortuna non solo per te) è poco di nuovo, non per niente ammiravo la tua “lucidità di giudizio”!!!
    Ma in fondo la TV è per i tanti che non si informano in altromodo.
    La cosa più bella (prevedibilissima) è che la Gabanelli da miglior presidente della Repubblica possibile è diventata la bestia nera al servizio dei partiti. Questo è un altra dimostrazione che gli italiani hanno uno strano (pessimo) rapporto con i “personaggi” che siano televisivi o internettiani.

    L’unica cosa che ci tengo a dire è che l’autrice del servizio di cui sopra non è la GabaGaba, ma Sabrina Giannini (la stessa che ha smontato Di Pietro, tra gli altri), e sarebbe più giusto se onori e oneri venissero attribuiti a lei.

    Ma lo show è anche questo.

    Un saluto
    L’insider


    Dabon

  2. “Lo sapevo che per te (e per fortuna non solo per te) è poco di nuovo, non per niente ammiravo la tua “lucidità di giudizio”!!!”

    questo commento mi piace assai a distanza di settimane!!

    non mi esprimo oltre perche la mia inteligenza e limitata!……………..esprimiti pure fino in fondo Dabon!


    Laqualunque

  3. dimenticavo!
    questo per te stef che dopo che hai detto non parliamo piu di queste cazzate(5ST)
    regolarmente ci vieni a punzecchiare con questo argomento,metiamoci una pausa e aspetiamo i risultati!
    sono 70 anni che gli italiani onesti aspettano e che questo populista demagogo comico chiamalo come vuoi,i 5ST hanno gia fatto troppo in cosi poco tempo,facile per te che sei venuto dalla Svizzera!!


    Laqualunque

  4. Laqualunque non capisco il tuo commento.
    Forse mi accusi di “snobismo” nei tuoi confronti?? Io intendevo solo dire che il pubblico televisivo è spesso meno informato e critico rispetto a gente come Ste. Non mi sembra di dire una cosa meno che ovvia.
    Comunque non mi va di far partire un flame su questo rispettabile blog.
    Saluti


    Dabon

  5. giusto quello che dici!
    non ti accuso perche non e il mio diritto accusare ma e un poco quello che pensavo,io sono forse uno sfegatato per i 5ST e cerco di esprimermi come posso,pero quando uno(ste)ci dice non ne parliamo piu e ci viene ogni secondo post a punzecchiare!non posso non replicare


    Laqualunque

  6. replicagli pure, ma il blog è suo e avrà un po’ il diritto di parlare di quello che gli pare.
    Mica c’è un movimento dietro a questo blog (o forse sì?).

    Caro Laqualunque il punto è che quando diventiamo tifosi, soprattutto se sfegatati, il senso critico se ne va un po’ in malora.
    Non dico che sia il tuo problema ma non puoi negare che sia il problema di tanti Grillini, Berluschini, Ex-comunisti, fascisti, interisti, democristi, gabanellisti, ginostradisti e compagnia cantante.
    saluti


    Dabon

  7. p.s.
    io che sono insider, quando ho sentito che la Gaba era stata candidata al Quirinale mi sono messo le mani nei pochi capelli che mi rimangono.


    Dabon

  8. p.s.
    io che sono insider, quando ho sentito che la Gaba era stata candidata al Quirinale mi sono messo le mani nei pochi capelli che mi rimangono.

    pure io!!


    Laqualunque

  9. “replicagli pure, ma il blog è suo e avrà un po’ il diritto di parlare di quello che gli pare.”

    ma questo io non l’ho mai contestato!
    ma quando io o altri replicano(ai suoi commenti) con la loro piccola testa e diccono le loro verita non bisogna liquidarli con un semplice non ne parliamo piu!
    e il suo blog e scrive quello che vuole e non lo contesto,ma una risposta se la deve pure aspettare seno che blog e?
    lui dice la sua e io dico la mia ma non per questo bisogna farmi tacere,
    “lucidita di giudizio”
    ma quale lucidita di giudizio??


    Laqualunque

  10. Per la lucidità mi riferivo ad un suo commento sotto un vecchio post che condividevo.
    Mo aspettiamo che finisca di lavorare nel campo e forse ci dirà la sua.


    Dabon

  11. “Mo aspettiamo che finisca di lavorare nel campo e forse ci dirà la sua.”

    questo lo condivido pure io e la sua forza e un gran lavoratore(apparte che un gran blogher)


    Laqualunque

  12. Ero tutti il giorno sopra e sotto ulivi, quelli dell’apicoltore, vedo che vi siete intrattenuti bene 🙂

    E ammetto: non ce la faccio di ignorare Grillo (e Berlusconi), ma sono stato bravo ultimamente fino ieri mi sembra. Poi non credo che ci sono italiani (o svizzeri o qualunque popolo) onesti e quelli altri, siamo tutti misti in vari percentuali.

    E non credo neanche nel messia in politica, il messia che viene e mette a posto tutto e sarà il paradiso. La politica e il governo rispecchiano il popolo, la Svizzera funziona bene non perché c’è la democrazia diretta, un governo costante di tutti partiti e il federalismo, ma ha tutte queste cose perchè la gente è in un certo modo. Quindi non puoi versare federalismo (come ha provato la lega) o trasparenza dall’alto sull’Italia, il cambiamento deve venire da sotto e da dentro e questo è difficile e ci vuole tempo.


    ste

  13. Devo dire che io invece attendevo con ansia il post di Ste; anche perchè mi pare che pensiamo all’unisono e mi conferma nelle mie convinzioni. Ce ne fossero di Ste…quanto andrebbe meglio l’Italia ed il mondo intero!
    Tra i due guru (per altro ben poco karismatici)e la Gabanelli, che si avvale di collaborazioni eccellenti, non c’è proprio storia. Purtroppo mi pare normale che chi aveva fatto la scelta impossibile(la Gabanelli e Gino Strada),non capendo(e su questo dovremmo anche chiederci come mai loro non l’hanno capito)che queste persone sono occupate in ben altri compiti che svolgono molto bene, ora si risenta così tanto per appena una legittima richiesta…
    Casaleggio e Grillo hanno un finto atteggiamento infantile… non sono stupidi; giocano per far giocare i semplici che li seguono. Mi duole molto constatare che in molti ancora non hanno capito.
    E non sto dicendo che trovo il partito ideale nel PD o il PDL o la Lega o chissà chi… mi dispera la vergognosa situazione italiana nel contesto mondiale complicato.
    Semplicemente non mi convince nemmeno il movimento 5 stelle per le sue tante anomalie… principalmente per la poca umiltà; chi si fregia del titolo dell’unico a possedere la coerenza e la trasparenza, deve stare molto attento a non fare errori proprio su quei temi. Chi si informa un minimo in rete se ne rende conto facilmente… chi si informa e non vede nulla … mi preoccupa. Capisco di più l’ignoranza(nel senso di ignorare perchè impossibilitato a recepire informazione) di chi si ciba solo di tv…
    Ste esprime la sua opinione in modo chiaro, dimostrando molta lucidità nel recepire la realtà dei fatti; questo senza nessuna intenzione di giudicare nessuno tantopiù che, oltre che essere un saggio, ho l’impressione che sia un discreto conoscitore del pensiero antroposofico. Anche Grillo, Casaleggio, Berlusconi, Obama (e prima di lui Bush)e i vari dittatori nel mondo, hanno un ruolo nella nostra evoluzione. Preferisco il mio ruolo al loro ed in un certo senso mi fanno pena… ma forse farei meglio a parlare di petunie.


    barbara

  14. “E non sto dicendo che trovo il partito ideale nel PD o il PDL o la Lega o chissà chi… mi dispera la vergognosa situazione italiana nel contesto mondiale complicato.”

    e chi ci ha messo in queste condizioni??

    ma io voto e votero a occhi chiusi i 5st anche se alla fine fossero peggio di quelli che ci governano da 70 anni,tu no perche tu sei come loro ma oramai siete in pocchi!
    negli anni 60/70 la gente del sud emigrava al nord o in altri paesi europei adesso e la gente del nord che emigra dapertutto e questo e un segnale,quelli del sud emigrano meno perche oramai si sono adattati alla mafia perche volente o nolente gli danno da vivere,dove e lo stato????????????


    Laqualunque

  15. nel gioco dei punti di vista, vorrei ricordare che in parlamento ci sono 163 cittadini o cittadine, giovani o meno giovani. sono persone comuni, che comprano il pane, che fanno la fila alla posta e che sono lì a causa della mala politica, per contrastarla. Stanno lavorando seriamente, non stanno contando gli scontrini; e su questo Report ha sbagliato. spero che piano piano riportino “l’ovvio” in italia. perchè su certe cose “l’ovvio” l’abbiamo perso.


    simone veridiani

  16. Concordo, ma una differenza c’è. I “grillini” non sono proprio persone comuni ma gente che si sentiva ad agio e attratto da eventi come il V-day e il modo di fare di Grillo, è una selezione specifica, alcuni tendono al complottismo facile, altri dicono “siete delle me***” ai giornalisti, altri ancora sono molto bravi e preparati; ora si dovrebbero fare accompagnare dai “comunicatori ufficiali” ma per esempio Messora è forse un comunicatore ma storie come il sostegno a Giuliani con i terremoti prevedibili è parla per sé.

    Una nota positiva, visto che sul Blog di G. se la prendono con Sabrina Giannini, autrice del contributo su M5S l’unico commento votato dice di lasciar perdere e che sarebbe una giornalista che ha contribuito a fare di report quello che è.
    E la storia su le 56 case di di Pietro è stata smentita per bene da report stesso.


    ste

  17. “siete delle merde” ai giornalisti”

    questo l’hai detto tu stef!
    io oramai sto imparando e avrei detto
    “sono delle mxxxe” (e condivido)
    ma va bene e il tuo blog e puoi dire quello che vuoi io no
    comunque ti stai arrampicando sugli specchi e lo sai bene ma insisti,ma ricordati che sei un contadino come me!


    Laqualunque

  18. Più puritana di me, ho modificato il mio commento per par condicio 😉
    I giornalisti sono a caccia di parole e emozioni forti perché noi siamo diventati sordi e per attirare l’attenzione ci vogliono parole forte e scoop, il blog di Grillo e il Giornale o la Padania sono identici per questo aspetto, piacciono gli insulti e le verità di parte.


    ste

  19. I “grillini” non sono proprio persone comuni ma gente che si sentiva ad agio e attratto da eventi come il V-day e il modo di fare di Grillo, è una selezione specifica

    no, questo mi dispiace vederlo scritto. per il mio “punto di vista”, Grillo è riuscito a convincere persone comuni indignate dalla politica italiana, che si lamentavano, discutevano, nei bar, in ufficio, nei campi, in casa, ad attivarsi e darsi da fare per cambiare le cose, mettendoci la faccia e buttandoci tempo libero. Si può discutere dei metodi e dei modi, ma è stata una cosa “sana” trasformare la rabbia in attività politiche propositive, con l’idea di base di riappropriarsi del bene comune e dell’ovvio. Per ovvio intendo tutte quelle cose che nel 2013 una società come la nostra dovrebbe aver assorbito, e fatto cultura, per naturale evoluzione. Quello che in bellissima sintesi dici anche te sul perchè la Svizzera funziona bene, “perchè la gente è in un certo modo”. Ecco i “grillini” sono “gente in un certo modo” che vivono male nell’Italia di oggi, per come è diventata. E che stanno ancora più male perchè riconoscono le enormi potenzialità che hanno il territorio, l’industria, l’agricoltura, la cultura italiana e che si trasformano sempre in occasioni mancate. La mia generazione, io ho 37 anni, è quella più consapevole di questo.
    Mi sono inserito in questa discussione solo per ricordare l’origine delle cose, che per me è importante non perdere: il movimento 5 stelle è nato da migliaia di persone, ora attivisti, cittadini comuni, non politici di professione, con l’utopia di cambiare l’italia.
    Mi ritrovo spesso a pensare all’origine delle cose, il motivo per cui sono state inventate. Purtroppo molte hanno perso la sua idea originale; esempio: quando entro alla posta per spedire una raccomandata mi ritrovo in una banca che ha come ultimo interesse spedire la mia raccomandata! (l’altro giorno invece del resto mi volevano dare un gratta e vinci…incredibile) 🙂
    Seguo questo blog da dieci anni, credo, perchè ho sempre trovato quelle “good vibrations” nei post, nelle foto, nelle storie, per capirsi, quelle vibrazioni che ci sono un attimo prima in un sasso quando lo “inviti” a stare su a sfidare la gravità 😉
    Purtroppo non mi va giù Ste, e ti chiedo scusa perchè qui siamo a casa tua, leggere nei tuoi post una sorta di “odio” verso i 5 stelle, perchè nel Movimento ho sentito quelle stesse “good vibrations” che sento qua. Ma supererò anche questo. 🙂


    simone veridiani

  20. Simone, se anche questi 163 cittadini stanno lavorando seriamente, non ho capito dove ha sbagliato report, e anche quello che viene detto sul post segnalato (grazie) nel blog di Grillo è tendenzioso e falso e lo si può dimostrare.

    Ste dice

    I giornalisti sono a caccia di parole e emozioni forti perché noi siamo diventati sordi e per attirare l’attenzione ci vogliono parole forte e scoop, il blog di Grillo e il Giornale o la Padania sono identici per questo aspetto, piacciono gli insulti e le verità di parte.

    A parte gli insulti e le verità che sono sempre di parte, questo vale anche per Report e per tutta la tv, ed è un problema.
    Non so se sia solo colpa della nostra sordità, forse.


    dabon

  21. @Barbara: mi mettevi in imbarazzo, sapessi quanti difetti ho…

    @Simone: spera che tu abbi ragione. Non coltivo un odio ma ho dei problemi con la “gestione” del M5S; molti delle sue idee sono anche mie mentre altri sono poco sensati secondome (ultimo esempio: questa ignorante proposta di divieto del gioco d’azzardo [link di parte], quando mai un problema di droga s’è risolto con un divieto?). Grillo che già dice che in caso di approvazione di una legge di quel tipo il movimento non si candida senza alcuna consultazione con gli attivisti che ci hanno messo loro tempo e la loro forza per anni mi conferma questi dubbi. Però se do l’impressione di odiare il movimento devo stare più attento.

    Ricordarsi l’origine delle cose, davvero importante oggi.


    ste

  22. @ste anchio faccio fatica a intervenire dato il modo prevenuto con cui attacchi i 5S del resto ti si deve dare atto di aver detto che ti piace, che sei per dare tempo a letta di dimostrare quanto vale, perchè a tuo dire se è li qualcosa deve valere. e già questo dovrebbe a molti dei tuoi frequentatori (come me da non so piu’ quanti anni) far passare la voglia di ascoltarare ancora… che tu segua l’antroposofia non fa di te ne una persona migliore ne peggiore di altri… anche Berlusconi potrebbe aver preso le tue stesse medicine, visto che molti dei suoi figli hanno frequentato la scuola steineriana cui tieni tanto. Forse è per questo che non hai risposto ai miei dubbi espressi in altre occasioni sui costi della sucola steineriana, impossibili da sostenere, se si ha uno o piu’ figli e un reddito normale. Infine l’ultima sottolineatura sulla questione del gioco d’azzardo. Non ti fa orripilare che letta abbia ricevuto finanziamenti da lottomatica? invito chiunque a dare un’occhiata a questa inchiesta sulla mutazione sociale in atto. e per favore leggere prima di parlare a vuoto. http://www.liberi-pensieri.inf.....coinvolte/


    tsktsk

  23. @ste “questa ignorante proposta di divieto del gioco d’azzardo [link di parte], quando mai un problema di droga s’è risolto con un divieto?)”
    di ignorante ci vedo solo la tua supponenza … sei tu il primo a paragonare il gioco d’azzardo con una droga e a non trarne le ovvie conseguenze … visto che gli spacciatori stanno direttamente al governo che a te piace tanto!! finalmente 5stelle e Bye bye al tuo permessivismo (col sedere degli altri).


    tsktsk

  24. Letta è lì per la legge di causa e effetto: ne sono responsabili tutti quanti M5S compreso e ci vuole davvero coraggio a governare per adesso questo paese con un quarto Berlusconi, un quarto sinistra, un quarto M5S e un quarto che se ne frega. A criticare l governo è facile, a governare in concreto per nulla.

    Sul gioco d’azzardo, le lobby e pressioni è giustissimo intervenire e restringere e denunciare, ma dire “vietiamolo sul tutto territorio” non è una soluzione al problema anzi. Il gioco è come l’alcool, fortemente radicato nella società. Ma l’articolo che segnali esagera penso, altro che 20% del pil:

    Il giro d’affari complessivo (71,6 lmld) del gioco legale in Italia equivale al 4% del Pil nazionale

    http://www.libera.it/flex/cm/p.....agina/5743
    Ma che è terza industria non lo sapevo. Quanti posti di lavoro…

    Infine per la scuola: ti do pienamente ragione (per l’Italia) e non mi ricordo che non ti ho risposto ma è possibile ma per distrazione più che altro forse. In paesi dove queste scuole sono più diffuse (Germania,Scandinavia ecc) il problema si pone meno, nessuno dovrebbe essere escluso per motivi economici, chi è benestante paga molto di più per permettere a la frequentazione ai meno abbienti, e i professori guadagnano molto meno che nelle scuole statali.


    ste

  25. @ste “Ma che è terza industria non lo sapevo. Quanti posti di lavoro…”
    ora che fai come i piddini che per coprire le tangenti che prendevano per sostenere gli avvelenatori di taranto (ILVA), parlavano di posti di lavoro mettendoli sulla bilancia al pari della salute che tutti i cittadini perdevano con la certezza di leucemie e tumori? chiedilo a Bophal o a Seveso se non ne avrebbero fatto a meno di quei posti di lavoro.
    Che si debbano prendere iniziative durissime contro il gioco d’azzardo è una certezza, solo berlusconi e gli altri decerebrati alleati, anche loro ammorbiditi dalle mazzzette e finanziamenti, possono avere interesse a farti vivere in una società ludopatica controllata da 6 televisioni nazionali, la maggioranza in parlamento, e i cittadini anestetizzati da scuole e università che non fanno piu’ il loro mestiere. Pensavi veramente che berlusconi si mettesse in un business dove giravano le briciole e quattro noccioline? capisco che alla sola idea di dover rivoltare quest’italia come un cazino tu preferisca altre certezze e bonomie …ripeto comodo col sedere degli altri che non hanno a disposizione il poderino dal quale goders in solitudine le bellezze della natura. Le inchieste sul gioco d’azzardo girabno già da un po di tempo come vedi, ma tu ti eri permesso il giudizio livoroso e carico di disprezzo sull’iniziativa dei 5Stelle senza tema di essere smentito. Troppo comodo e non va bene.


    tsktsk

  26. Si sono incrociati i commenti ieri sera.

    di ignorante ci vedo solo la tua supponenza … sei tu il primo a paragonare il gioco d’azzardo con una droga e a non trarne le ovvie conseguenze …

    Ah. E le conseguenze ovvie da trarre quali sarebbero, se lo società individua una droga?
    Nessuno è obbligato a giocare a gratta e vinci, superenalotto totocalcio e quant’altro. Te lo trovi davanti come l’alcool in Europa in tutti paesi. Se fosse solo questa la lobby, e una tra mille ed è potente perché è un grande business. Ed è giustissimo e importante stringere le redini. Ma non posso dire che l’abolizione delle slot machines e una “stretta sul gioco online” non ritengo misure sensate perché il primo favorisce più ancora l’illegale e il secondo non ha mai funzionato?

    E grazie per “il godersi la natura”: questo fanno gli escursionisti non i contadini, per ora godo per il fieno in terra che prende acqua.


    ste

  27. @ste
    “Nessuno è obbligato a giocare a gratta e vinci, superenalotto totocalcio e quant’altro. ”
    Ma davvero? come a dire che è colpa dello schizofrenico che è diventato … appunto schizofrenico. Una affermazione a dir poco ingenua e che non tiene conto del tipo di società in cui viviamo. Sulla schizoidia sociale fior di psichiatri, anti e non, si sono già espressi e non è affermazione da dimostrare se non a chi non vuol vedere dove stiano le vere responsabilità. la ludopatia forzata di cui stiamo parlando, e a mio parere i parlamentari 5stelle a questo si riferiscono, è un problema sociale di cui i responsabili stanno in parte al governo e in parte in parlamento a protezione degli affari, che solo in parte hanno a che fare con la malavita organizzata tradizionale e piu’ invece con i colletti bianchi della finanza internazionale. Gli intrecci societari oltre che l’attività di lobby sono piu’ che dimostrati, oltre che illegale, e diverse inchieste della magistratura ci stanno lavorando. sembra che sia un problema individuale solo per te… bah!
    del resto anche affermare che l’eventuale restrizione farorirebbe l’attività illegale non sta ne in cielo ne in terra… oppure devo pensare che non sei mai entrato in un tabacchi di qualsiasi grande città a Nord al Centro e a Sud, dove già tutto si svolge alla luce del sole benchè illegale. Dire che il gioco d’azzardo è illegale seve solo a mettere le cose a posto e dare senso alle parole, il gioco d’azzardo è innanzitutto un affare per i ricchi e gli speculatori i poveri, dopo essere stati lobotomizzati da ore di televisione, ci rimettono quello che si sono sudati lo stesso giorno col lavoro o con la già misera pensione.


    tsktsk

  28. Ho fatto un breve giro sulla rete tedesca per vedere la legislazione, trovo più o meno le stesse problematiche, tra chi diventa ludopatico, interessi economici, lobby e leggi deboli ma forse più severi che qui. Ma chi lascia accesa la tivu sempre sono i genitori. Insomma mi sembra che è un po’ come l’uovo e la gallina, chi c’era prima?

    del resto anche affermare che l’eventuale restrizione farorirebbe l’attività illegale non sta ne in cielo ne in terra

    No scusa ripensaci, questo è ovvio. Vedi la proibizione del alcool negli USA anni trenta, vedi il giro delle droghe illegali. Pure con le sigarette ci sono affari illegali dio contrabbando per via delle tasse.


    ste

  29. @ste
    “come l’uovo e la gallina, chi c’era prima?”
    da un punto d vista filosofico la domanda non è pertinente, il problema non è chi è venuto prima e chi dopo ma il fatto che i proprietari dell’uno e dell’altro mezzo di distruzione di massa sono al governo, controllano il parlamento da 20 anni, ed hanno al loro servizio il partito unico PD+ e -L, oltre a vari prezzolati che siedono tra i banchi della finta opposizione di dx e Legaioli.
    “No scusa ripensaci, questo è ovvio. Vedi la proibizione del alcol …”
    Ci ho ripensato e non cambio idea ti assicuro, in questo momento la cosa piu’ importante è dire che ciò che non è giusto, ciò che distrugge (gioco d’azzardo con le macchinette e online) deve essere abolito e vietato e basta; deve essere un reato esattamente come lo è la vendita di droghe (io aggiungerei anche diverse categorie di farmaci psicotropi che arricchiscono le case farmaceutiche e fanno solo danni, ma qui il discoso si allargherebbe troppo).
    “chi lascia accesa la tivu sempre sono i genitori.”
    Hai certamente ragione… io l’ho buttata via 4 anni fa


    tsktsk

  30. Non puoi vietare alle persone di autodistruggersi, semmai devi cercare di convincerle che non è la cosa migliore per loro.
    Se a me va di drogarmi, di sputtanare tutti i miei soldi nelle slot machines, di camminare sui fili dell’alta tensione ecc… e se facendo tutto questo non arreco nessun danno a te nè a nessun altro, allora è giusto che io sia libero di fare quello che mi pare.
    Vietare non è mai servito a niente.

    Sarebbe più utile spiegare. Spiegare che le droghe possono farti sentire bene ma fanno male (tutte comprese quelle legali), che alle slot machines la probabilità di vincere 100€ è la stessa di trovarli per strada, che c’è gente che ci specula e diventa ricca approfittando della dabbenaggine di chi gioca.

    Tuttalpiù si potrebbero vietare le pubblicità, o almeno vietare che dicano e facciano passare panzane colossali.

    Uno stato che vieta è uno stato paternalistico (un po’ anche Grillo lo è), io voglio decidere da solo cosa è bene e cosa è male per me, ho compiuto diciott’anni da un pezzo.
    Se poi la maggior parte degli italiani si comportano ancora come dei bambini, è questo il problema da risolvere.
    Io “costringerei” i miei concittadini ad una bella iniezione di spirito critico!


    Dabon

  31. tralascio tutti gli altri argomenti perchè non ho energia in eccesso da utilizzare in discorsi oramai triti e ritriti. Riguardo alla scuola steineriana invece posso dire che i miei figli hanno frequentato a Roma “il giardino dei cedri” e per le rette funzionava esattamente come in Germania, ogniuno pagava ciò che poteva. C’erano genitori particolarmente facoltosi che si accollavano varie rette. Io ho sempre pagato la quota richiesta e poi insieme ad altri genitori contribuivo, per chi non poteva pagare, con lavori manuali di tutti i tipi: dal dipingere le pareti della scuola prima dell’inizio dell’anno, alla produzione di articoli artigianali e manicaretti da vendere nelle varie feste che si organizzavano proprio per raccogliere fondi. L’atmosfera era incantevole, mi sono divertita e ne ho molta nostalgia.
    Mi pare che Berlusconi non c’entri nulla con l’antroposofia; era la sua ex moglie, Veronica Lario, che mandava i figli alla scuola steineriana.
    Non mi sento migliore perchè ho mandato i miei figli a quella scuola o perchè li ho sempre curati con l’omeopatia; però mi sento più a posto con me stessa perchè so che sono stati bene ed i risultati, alla faccia di chi mi criticava per la mia scelta, mi soddisfano; il mio figlio grande è un felice manager a livello internazionale e l’altro è un artista che si sa accontentare.
    In fondo poi i vestiti firmati non mi hanno mai attratto; non ho la fissa delle auto, non fumo, non bevo e non mi piace il caffè. Risparmiando nel superfluo, nel passato, mi sono potuta permettere anche il lusso di comprare biologico sentendomi più tranquilla rispetto a ciò che finiva nello stomaco delle persone che amavo. Ma so bene che non sono queste mie scelte che fanno di me una persona migliore di chi non ha potuto permetterselo.
    Ste, non devi sentirti in imbarazzo se dico la verità.


    barbara

  32. La ragazza estone che viveva con noi per un anno insieme alle sue figlie ci ha messo tutto per mandarle alla scuola steineriana (senza aver soldi) e ci è riuscito. Sono stato alla recita ed era anni luce di questa cosa che hanno fatto qui l’anno scorso (bimbi tutti stonati che saltellano con la musica dal PC di “daddy cool” dopo aver recitato una cosa di tutta testa sulla spazzature e ecologia imparato a pappagallo). Invece là “Re Artù” in inglese antico, per imparare che ogni bambino dentro di sé ha una forza e deve trovarla e provara a tirarla fuori, con musica dal vivo e il canto dei bambini meraviglioso. Fine OT 🙂


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 77 queries in 1,065 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi