Vogliaditerra

3 marzo 2013

Boni lussuosi dei manager ciao!

Stasera si sa:

Lo stipendio dei top manager svizzeri è a rischio. Oggi, quella che viene definita la terra delle agevolazioni fiscali si prepara a decidere, attraverso un referendum, se mettere un tetto massimo alle remunerazioni d’oro dei vertici aziendali.

Aggiornamenti: è passato con 68% di sì e ini tutti i 26 cantoni (ci vuole anche una maggioranza dei cantoni, di solito non passano mai le iniziative):

Recentemente, è poi emerso il caso di Daniel Vasella, il presidente uscente del colosso farmaceutico Novartis. Vasella ha portato quest’ultimo al successo, con utili consistenti. Ma all’opinione pubblica elvetica non è piaciuto l’accordo con cui Vasella avrebbe avuto 72 milioni di franchi (circa 60 milioni di euro) nei pro

ssimi sei anni, per rimanere consulente e non passare alla concorrenza. Vasella e Novartis hanno dovuto rinunciare all’accordo. E l’iniziativa di Thomas Minder (il piccolo imprenditore di Sciaffusa che l’ha promossa) ha così incassato altri consensi.

Commenti chiusi per ora.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 72 queries in 0,727 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi