Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di febbraio 2013

28 febbraio 2013

Le ragioni del fracking

Non si può sempre e solo parlare degli avvenimenti politici, ci sono anche altri disastri, basta guardarsi intorno. Il contadino ieri ha letto un articolo interessante, che spiega bene perché negli ultimi anni abbiamo il fracking tra i piedi. Riassunto breve:

  • Il fracking non è una tecnologia nuova, esiste da molti decenni. Che dopo il 2006 ha visto questo incremento di uso ha un altra causa: i prezzi esplosi del petrolio e del gas in quel anno, prima semplicemente non era economico.
  • Negli USA ha cambiato il diritto ambientale: di luglio 2005 nel Clean Energy Act fu escluso l’estrazione di gas e petrolio in elevato profondità dalle leggi per la protezione delle acque sotterranee. Solo con questo l’uso delle sostanza chimiche velenose era diventato possibile.
  • L’organo di controllo della borse nel 2010 ha cambiato le regole per Big Oil: potevano mettere in conto anche le riserve “difficili” come appunto il gas di roccia, il petrolio sotto l’oceano e le sabbie oleose.

E adesso che il prezzo del Gas è crollato il fracking è in pura perdità, ma Exxon, Shell & Co non possono permettersi di smettere in quanto crollerebbe il titolo in borsa in quanto hanno messo in bilancio il gas e per ogni barrel venduto devono dimostrare uno in riserva.

Fine della storia: rimarrà un paese devastato con un sottosuolo avvelenato ma almeno i titoli hanno retti.

27 febbraio 2013

Senza fosse

campo-senza-fosse-4campo-senza-fosse-3

Oggi il contadino ha tagliato le canne intorno l’orto nella valluccia. Accanto c’è quel campo gestito da un contoterzista insieme a altri accanto il fiume. L’ha fresato ed è venuto subito giù un diluvio portando mezzo campo nel fiume, l’ha rifresato, seminato e altri alluvioni. Nessun fosso da nessuna parte mantenuto, si può studiare com’è nato il Gran Canyon.

Poi ci sarebbe venuta anche la Polizia idraulica (si trova quasi niente in rete) dalla quale il contadino ignorava pure l’esistenza. Sarebbe stato da multare, in quanto inserisci il coltro nel argine del rio, dove andrebbero lasciato sodo 4 metri; infatti il fiume entra nel campo senza niente adesso e se lo mangia. Solo che se la fanno a lui dovrebbero farla a tutti i confinanti altrimenti non basterebbe per far ricavare il fiume.

Una logica assurda, se è vero.

27 febbraio 2013

Il programma di Beppe Grillo

[aggiornato in fondo]

programma-5-stelle

Un po’ abbozzato nei commenti del post precedenti il contadino voleva analizzare un po’ il programma del MoVimento 5 stelle. Come prima cosa visto che sono bravi col ueb ha guardato le proprietà. Nella ricerca chi potrebbe essere “Bibi” ha trovato il post che voleva fare già fatto, quindi tanto si risparmia da dire qui.

Ovviamente il contadino sa i programmi sono una cosa e la realtà politica dopo le elezioni un altra, sperando che i neoeletti del movimento faranno del loro meglio al di là di quel che c’è scritto lì dentro (e di quello che dice Grillo stesso, che sembra di aver paura della responsabilità adesso e sembra che avviene)

Ma come un filo rosso c’è questa “la rete, la rete” come fosse un toccasano per tutto, idem nel filmato di Casaleggio segnalato nel commenti. Un toccasana all’istruzione, alla trasparenza, alla democrazia e quant’altro. Anche questo è abbastanza ingenuo: la storia ci insegna che i nuovi media tecnologici all’inizio promettevano un incremento all’apprendimento per bambini e gli studenti, una popolazione più informata e così via – mentre la radio fu usato subito con grande successo da Hitler e Mussolini (e pure non tanto tempo fa in Rwanda), con la televisione sappiamo tutti com’è andato a finire – non è che ha portato a bambini più istruiti e adulti più acculturati e una selezione di leader migliori (in compenso devono essere belli) – e adesso il miracolo dovrebbe fare il web e i PC?

La politica europea suicida del rigore assoluto ha avuto il suo schiaffo meritato e questo magari è un bene già in sé ma ci vuole idee un po’ più approfondite per cambiare la rotta davvero. Ma buttare al vento l’occasione di realizzare davvero alcune cose come la legge sul conflitto di interessi (NON presente nel programma) sotto un governo PD è imperdonabile, un occasione come questa non succede due volte.

Aggiornamento: la raccolta di firme rivolto a Grillo e ai eletti per cogliere l’occasione conta adesso 78.888 firme.

Ti scrivo, e spero saranno in tanti a sottoscrivere questo mio appello, perché gli eletti del M5S hanno un’occasione storica. Da ciò che decideranno dipenderà un pezzetto di storia della Repubblica che può aprirci al futuro o consegnarci per sempre al passato. Dobbiamo scongiurare qualsiasi ipotesi di alleanza PD-PdL, e non permettere alla minoranza di Monti di condizionare gli equilibri parlamentari.

aggiornamento due: Grillo definisce “infiltrata” Viola Tesi, la ragazza che ha lanciato la petizione. Nei commenti nel blog di Grillo che ha mandato in trincea ByoBlu prevale pero lo stesso suo ragionamento (cliccare su i commmenti più votati).

24 febbraio 2013

Grillo?

Da leggere:

Perché il pensiero di un movimento, è, appunto, la sintesi del pensiero di una moltitudine, non la moltiplicazione del pensiero di un singolo.

[via manteblog]

Ma visto che prenderà comunque un sacco di voti il contadino spera nel buon senso delle persone elette.

24 febbraio 2013

Crisi nucleare

l governo federale investe ogni anno due miliardi di dollari per la bonifica del sito di Hanford, nell’ambito di un programma che si prevede andrà avanti per molti anni.

Hanford è questo:

Si stima che la maggior parte del plutonio[22] delle 60.000 testate costruite dagli USA nel XX secolo provenga dagli impianti nella piana di Hanford[23], circondata da montagne, che ospitava reattori nucleari ed impianti PUREX in una remota ed isolata localita’ dello Stato di Washington. Il plutonio 239 e 240 utilizzato nella bomba atomica “Fat Man”, lanciato su Nagasaki, proveniva da questo centro.
I reattori nucleari militari per la produzione di plutonio 239 “weapons grade” (atto ad essere utilizzato in bombe atomiche e negli inneschi della bomba termonucleare) sono sotto il controllo diretto del Department of Energy, sottoposti a regole e controlli diversi da quelli civili, che basicamente miravano ad impedire sabotaggi, spionaggio e a migliorare l’efficienza nella produzione di plutonio e trizio. Anche se inquinanti erano accettabili (anche grazie al segreto militare) in quanto i nove reattori e i tre impianti PUREX si trovano in un’area semi-desertica, fredda e poco popolata dell’estremo nordovest degli USA.

E’ dai 6 dei tank marodi esce liquido altamente radioattivo. Il prezzo per la bomba è alta, anche nel ex-unione sovietica. Con i tagli delle spese volevano anche mandare in cassa integrazione 1000 operai di questo sito, adesso forse devono cambiare idea. Non solo l’infrastruttura crolla negli USA, ci sono anche questi problemi qui.

22 febbraio 2013

Fukushima nel dimenticatoio

Prevedono 25-30 anni per togliere completamente il combustibile fuso dai reattori. Se una/o ha voglia può scorrere il pdf della Tepco. Il corium (il combustibile nucleare fuso) si troverebbe anche fuori del “containment”, rendendo il lavoro ancora più complicato, nelle cantine del reattore 1 credono che sia così:

http://enenews.com/tepco-presentation-shows-clumps-of-melted-nuclear-fuel-outside-containment-vessel-many-unexpected-situations-are-expected

21 febbraio 2013

Perso tra partiti?

elezioni

Già fatto? Ora il contadino deve studiarsi il “Centro Democratico” (mai sentito), vicino a lui insieme e SEL e PD.
http://politiche2013.voisietequi.it/rispondi/

PS: si legge che sarebbe una coalizione sotto Bersani, questo centro.

21 febbraio 2013

Plastica letale


Siamo nel mezzo dell’oceano pacifico, 1200 miglia al nord-ovest di Hawaii, e gli uccelli sono giovani albatros.

Il progetto del film è – come si dice -crowd-founded e dovrebbe uscire quest’anno verso autunno. Qui la pagina wikipedia sulla chiazza di spazzatura.

20 febbraio 2013

Edoardo Croci spammer

Al contadino tocca a fare un filtro in Thunderbird che cestina automaticamente le mail del tipo in oggetto, e magari anche uno per Alfonso Luigi Marra, vecchio malato del signoraggio (sembra che è solo in Italia un mezzo tema da discutere).

Non imparano mai l’uso della rete sembra.

20 febbraio 2013

I soldi dati alle banche

Vedere gli edifici che hanno e gli stipendi che pagano dovrebbero essere loro che danno dei soldi agli stati ma nisba. Aiuti statali nel europa dei 27 dal ottobre 2008 al dicembre 2011: 1,61596 Billionen di Euro.
Nel solo 2011 erano 714,7 miliardi di euro.

[fonte+

15 febbraio 2013

Meteorite esplode (poco) sopra la Russia

Altro video qui. Oggi transita anche un altro pezzo di roccia cosmica, ma non c’è bisogno di avere paura perché non ci si può fare niente, a parte vivere in un bunker.

Sembra poi che in Russia (ma forse non solo in Russia) tanti viaggino in macchina con una videocamera accesa fisso sul sedile accanto, ascoltando musica.

EDIT: uno dei video più impressionante e dettagliato è forse questo della RIANovosti, con un audio da guerra. I resti del meteorite sarebbero cascati in un lago circa un 1km dalla città di Tschebarkul; in origina sarebbe stato di un diametro di un metro con un peso di alcune tonnellate, probabilmente di nichel e ferro altrimenti non ce l’avrebbe fatto arrivare così vicino alla superficie.

14 febbraio 2013

Contento

legnapoiana in fototrappola
Ieri ha finito il taglio della legna e oggi ha preso la poiana nella fototrappola.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 65 queries in 0,814 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi