Vogliaditerra

30 gennaio 2013

La creazione degli alberi

pesche Pesche

Veramente gli alberi si creano da sé, ma come tutti appena dispongono su un terreno il contadino ha piantato frutti, e come tutti all’inizio anche sbagliando clamorosamente distanze e posizioni. Con il tempo e l’esperienza qualcosa si impara e adesso nella vigna dove mancano le viti ci sono dei peschi, e solo il primo veniva dal consorzio, il resto ha trovato nel orto e nei campi: piccole piantine nati da un nocciolo buttato. Il pesco da molto soddisfazione in quanto viene su veloce e già dopo 4 anni da frutti. Non tutti da seme sono da innestare, conviene aspettare la prima fruttificazione, uno per esempio è diventato un pesca noce perfetto. Se invece sono piccole e “salvatiche” basta innestarli a corona e anche qui dopo due anni si dovrebbero già vedere i primi frutti. L’unico trattamento di cui hanno veramente bisogno sono due ramature di febbraio per contenere la bolla.

terriccio o compostvasi usatipiantine di pesco

Quest’estate sotto un pesco salvatico al bordo del orto ha visto nascere moltissime piantine, ed eccole sistemati nel piccolo vivaio dove staranno un anno o due prima di andare a dimora.

Il contadino diventerà ricco.

Commenti:


  1. Ste, tu cosa metti per proteggere le piantine dagli animali selvatici? chiedo perchè i miei peschi nati così e trapiantati nel campo se li sono appena scapati conigli e/o caprioli.


    Barbara M.

  2. Finora niente, conigli qui non ce ne sono, caprioli e daini sì, ma per ora non ho subito danni ai frutti. M’hanno mangiato però tutto il radicchio pan di zucchero.

    Per i conigli dovrebbe bastare quel tubo flessibile da cantiere, o una retina alta 50cm, per caprioli non saprei…


    ste

  3. grazie Ste, nel tubo da cantiere temo che i miei alberi piccini non respirerebbero, metterò una rete.
    conigli qui è pieno, i caprioli mai visti, ma ultimamente trovo le impronte però se tu non hai mai visto danni a frutti si vede che da me son stati i conigli
    ciao


    Barbara M.

  4. I caprioli e i cervi fanno molti d’anni ai frutti ..parola di uno che l’ha subiti 🙂

    L’unico rimedio è recintare bene, perché se li ha trovati ci ritornano sempre, anche gli anni a venire, proprio in primavera!!


    Harlock

  5. Già, te sei proprio benedetto dagli animali, ti mangiano pure la serra 🙁


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 76 queries in 0,834 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi