Vogliaditerra

21 marzo 2012

Secco

Non siamo soli:

Gli Anticicloni, spesso quello delle Azzorre, hanno scelto la parte occidentale dell’Europa quale sede preferenziale. Ne deriva una tremenda siccità, che in alcuni casi è da considerarsi la peggiore degli ultimi 70 anni.

Considerano l’intero settore, l’Inverno è stato il più secco dal 1959.


Praticamente qui ha smesso di piovere un anno fa, con due piovute di emergenza di giugno e d i ottobre. Particolarmente colpiti le ginestre: l’acqua di giugno li ha resi dolci, si sono riempiti di afidi finché diventavano neri, poi il caldo, la neve e adesso seccano in parecchi. Vedere una pianta che ha combattuta per anni morire così fa un effetto strano. La neve era poca, la tramontana l’ha mangiato e sotto appariva la polvere come prima.

Ieri il contadino ha creato qualche grafico come si vede; è dal ’97 segna sul calendario dell Thun i mm caduti (per chi s’interessa: il file è questo). L’anno dal punto di visto dell’acqua comincia di settembre.

Il grafico più preoccupante è questo: in parole povere piove un quarto meno in 15 anni.

A parte pregare ci si può fare poco. Ha lavorato profondamente la terra nell’orto, nella vigna e tra gli olivi. Se piove penetra bene l’acqua, se non piove almeno non c’è l’erba che se la puppa. La differenza con l’anno scorso sta nel fatto che allora la siccità primaverile partiva dopo un autunno e inverno piovoso mentre adesso di riserva sotto terra c’è nulla. Il problema più grande sarà il pascolo e il fieno per le pecore (e in genere per tutto il bestiame).

Commenti:


  1. E si anche qui nel viterbese è la stessa cosa,praticamente non piove dall’anno passato,e le cose iniziano a mettersi male con chi fa’ ortaggi.

    Un saluto a sentirci quando saremo più vecchi,Lorenzo.


    lorenzo

  2. I pozzi nel senese iniziano ad essere asciutti, è sempre ventilato e la terra si sta polverizzando. La neve ha giovato al farro, poco alle piante, perchè sotto i primi 50 cm è ancora asciutto. Le prevsioni di medio periodo sono per un aprile-maggio secco…
    Ma si è sempre saputo che siamo un’industria sotto il cielo… e la variabile clima è quello che non si può controllare!!!


    ilgnavi

  3. La cosa terribile è che solo i contadini si accorgono della siccità. Gli altri pensano che il loro futuro dipenda dal governo o dall’euro.


    Ijk_ijk

  4. Per ora non so in quanti la percepiscono, ma quando rimarrà asciutto il rubinetto se ne accorgeranno tutti:

    Da Publiacqua lo spiegano bene: se si va avanti così a giugno inizieranno le riunioni con i sindaci della provincia di Firenze, Prato e Pistoia, per discutere delle riduzioni di erogazione.


    nemmeno Sardu si sente più di escludere che tra qualche mese non basterà mandare in giro per mezza Toscana le autobotti, ma che c’è il rischio che anche in alcune grandi aree urbane possano scattare misure più drastiche, come addirittura il razionamento dell’erogazione dell’acqua potabile.

    «Oggi Bilancino è al livello di 244,7 metri sul livello del mare, quindi a un livello inferiore a quello di gennaio, il che equivale – spiega Erasmo D’Angelis, presidente di Publiacqua – a poco più di 36 milioni di metri cubi d’acqua invasati. In questo periodo, sia lo scorso anno che nel 2009, Bilancino era al livello 250, equivalente a 60 milioni di mc e di norma il suo livello dovrebbe essere a 69. In sostanza, Bilancino è ai minimi storici. E’ in condizioni assai peggiori del 2003, ultimo anno di grande siccità, e come Bilancino stanno tutte le risorse locali, dalle falde ai pozzi ai fiumi e ai torrenti, che sono secchi, praticamente azzerati.

    http://iltirreno.gelocal.it/li.....-1.3254779


    ste

  5. Anche qui in Veneto sul Montello, chiaramente, al secco. Ieri pomeriggio il parroco della Basilica di Motta di Livenza, durante la messa, per ben due volte ha chiesto di pregare perché scendesse acqua, sui campi. Eh sì, a parte pregare si può fare ben poco…


    Marco

  6. Ha nevicato sui monti che coronano l’orizzonte del lago maggiore ma non credo che questo risolva molto…il lago è molto basso e anche qui vedo piante morire sotto l’indifferenza dei molti… Se vi dovesse mai servire ho la fortuna di conoscer un rabdomante molto bravo e ve lo presento volentieri….


    Molly

  7. Ho gia le prime vittime: il rosmarino sotto il cipresso e i capperi in un muro a secco!
    Da me neanche la neve è venuta!!


    Harlock

  8. Quante storie, anch’io son secco e ‘un fò tante storie…! 🙂

    Scherzi a parte, è davvero una tragedia, forse Qualcuno lassù ha cominciato a perdere la pazienza, ne ha avuta anche troppa, con tutto quello che abbiamo combinato.
    E’ la Nemesi della cazzata illuminista di “dominare la natura”, invece di cercare di viverci in armonia.
    Abbasso lo sviluppo (non il progresso), la “crescita” e ‘r budello di su’ ma’ !!


    simplicius

  9. Ciao,
    anche qui nel vicentino niente da fare. non piove da Novembre, neve zero. Siamo messi veramente male.
    Ho il terrore che mi si secchi anche il pozzo, da dove prendo l’acqua potabile… Speriamo in bene.

    SAluti
    JS


    joe

  10. …mi vien da dir una cosa che ho saputo dal rabdomante: per aver l’elettromagnetismo necessario sotto ogni altare si incrociano almeno due vene d’acqua sotterranee…in casi estremi è quindi altamente probabile che scavando lì sotto un qualcosa si trovi…


    Molly

  11. Pregare non serve a nulla se poi si continua con la propria esistenza consumistica.

    L’unica cosa che si puo’ fare e finirla con le automobili, i consumi e la follia della crescita economica.
    A quanto pare pero’ ci sta gia’ pensando la natura a farcela pagare e come sempre in questi casi sara’ senza sconti e *senza pieta’*.


    ini

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 76 queries in 0,812 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi