Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di marzo 2012

29 marzo 2012

I colori della primavera


C’è poco da fare, l’erba gialla che sta morendo avvelenato il contadino non lo può vedere.

28 marzo 2012

Intanto tirate ad indovinare

Al’orto degli olivi vogliono sapere a cosa serve, e anche il contadino si chiede la stessa cosa.

24 marzo 2012

Miracoli esistono

Mai perdere la speranza, a volte succedono delle cose…

Un anno fa sono nati due caprettini, la femmina s’è allevata. Ieri ha figliata, così giovane… e qui un video di due anni fa, del parto.

Quindi può anche piovere.

21 marzo 2012

Secco

Non siamo soli:

Gli Anticicloni, spesso quello delle Azzorre, hanno scelto la parte occidentale dell’Europa quale sede preferenziale. Ne deriva una tremenda siccità, che in alcuni casi è da considerarsi la peggiore degli ultimi 70 anni.

Considerano l’intero settore, l’Inverno è stato il più secco dal 1959.


Praticamente qui ha smesso di piovere un anno fa, con due piovute di emergenza di giugno e d i ottobre. Particolarmente colpiti le ginestre: l’acqua di giugno li ha resi dolci, si sono riempiti di afidi finché diventavano neri, poi il caldo, la neve e adesso seccano in parecchi. Vedere una pianta che ha combattuta per anni morire così fa un effetto strano. La neve era poca, la tramontana l’ha mangiato e sotto appariva la polvere come prima.

Ieri il contadino ha creato qualche grafico come si vede; è dal ’97 segna sul calendario dell Thun i mm caduti (per chi s’interessa: il file è questo). L’anno dal punto di visto dell’acqua comincia di settembre.

Il grafico più preoccupante è questo: in parole povere piove un quarto meno in 15 anni.

A parte pregare ci si può fare poco. Ha lavorato profondamente la terra nell’orto, nella vigna e tra gli olivi. Se piove penetra bene l’acqua, se non piove almeno non c’è l’erba che se la puppa. La differenza con l’anno scorso sta nel fatto che allora la siccità primaverile partiva dopo un autunno e inverno piovoso mentre adesso di riserva sotto terra c’è nulla. Il problema più grande sarà il pascolo e il fieno per le pecore (e in genere per tutto il bestiame).

18 marzo 2012

Così sia

(e speriamo davvero che piova, ieri il contadino ha seminato un ettaro di erba medica)

15 marzo 2012

Caldo?

Ieri il contadino ha guardato la bellissima coppia Giove-Venere, ben visibile ad ovest. Sul lato opposto si trova il rosso Marte in piena grandezza e tra di loro si notano bene i Gemelli in cima al cielo, presente pure Sirius, la stella più luminosa di tutti, sulla destra dei Gemelli si vede Aldebaran nel toro, rossiccio anche lui. Si è detto che quindi la coppia ad ovest si dovrebbe trovare nel ariete, all’incirca, ed è così mentre il segno del leone dietro Marte si vede benissimo. Entrambi sono segni di calore, il terzo è sagittario e quarda caso abbiamo ure la luna adesso in questo segno per i prossimi. Le posizioni a trigono (60°) tra i pianeti sono di forza dello stesso elemento, calore in questo caso. E calore è.

Oltre 28°C a Cordoba, 26°C a Lisbona….. 45°C in Sudan. Festival di sopramedia negli USA, nel sud (quasi 30°C a Del Rio), nel centro (St.Louis 29°C) e nel nordest (Boston 22°C).

(Dati degli aspetti dei pianeti presi da qui, grazie)

14 marzo 2012

8000 ulivi cercano casa

Devono fare posto alle macchine. Ma il contadino ha dei dubbi, a volte è più onesto e meglio estiraparli e basta invece di farli fare una agonia lenta e crudele in un posto inadattato per un ulivi pugliese.

14 marzo 2012

Cronaca del ritorno

Dunque, il contadino sarebbe ritornato – grazie alla frana al Gottardo le ferrovie svizzere l’hanno fatto passare da Berna, Brig e Domodossola e fuori dai finestrino c’era un paesaggio mai visto prima. Passato la galleria ha notato che gli ailanti hanno assalito tutta la valle con enorme successo fino quasi in cima. Ma anche il bambu e le palme sono scappati da un bel po’ e stanno per invadere i boschi lassù.

Non so se qualcuno ha già fatto un paio di conti, ma secondo il contadino la spesa per tenere pulito i binari e cigli deve aver subito una bella impennata:


Finito l’ailant-watching ha barattato due biglietti IC contro uno per la frecciarossa e prima di buio è risalito sulla sua colle destinata. In città ormai è un pesce fuori acqua, sempre peggio.

8 marzo 2012

Ostacoli davanti


Lunedi’ mattina c’è un piccolo problema sulla strada di ferro di ritorno.

7 marzo 2012

Tracce lasciate

Voci danno il contadino in giro. Ultimo avvistamento Milano Centrale. Sembra anche passato dal chiosco famoso davanti la stazione.

5 marzo 2012

Mondo moderno – gone social

Senza capire poco o niente di quel che si crede di vedere si augurano le peggio cose a le persone sulla foto. In qualche modo questo è relazionato con i post sotto.

4 marzo 2012

Insetti bagnati


qui
[via diaspora]


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 69 queries in 0,800 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi