Vogliaditerra

16 settembre 2011

Una zappata sui piedi

Ogni tanto una Banca con la speculazione i danni non li crea alla società ma a se stessa, come adesso il colosso svizzero UBS, salvato già in extremis con soldi pubblici.

LONDRA – Il trader, sospettato di aver causato a UBS una perdita di due miliardi di dollari con operazioni non autorizzate, è stato incriminato formalmente oggi pomeriggio e rimarrà in carcere fino al 22 settembre. È accusato di “abuso di posizione e frode contabile”.

L’uomo, che lavorava su prodotti finanziari complessi nella divisione Investment Banking, è stato arrestato la scorsa notte.

Commenti chiusi per ora.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 72 queries in 0,998 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi