Vogliaditerra

5 luglio 2011

Due click e una firma

Per quel che vale, ma va fatto: non va bene per niente chiudere siti bypassando la magistratura.

Se poi la politica smettesse di aiutare a tenere in vita (artificiale) modelli di business diventati obsoleti…

Commenti:


  1. fatto


    Vittorio B.

  2. Ciao Ste,
    hai visto cosa dice il “tuo amico?” http://attivissimo.blogspot.co.....uglio.html

    😉


    Aspirante biodinamico

  3. Sì, lo leggo sempre (a parte le storie sugli astronauti). Il problema era competenze di censura ad un organismo bypassando i giudici. Ma sembra che ne prendono atto adesso:

    «Nessun testo che ipotizzi la chiusura dei siti da parte dell’Agcom in sostituzione del giudice o la limitazione dei diritti costituzionalmente tutelati, come la libertà di espressione, avrà il mio consenso» ha dichiarato questa mattina Michele Lauria, commissario dell’Agcom, interpellato dall’Agi prima che avesse inizio la riunione dedicata all’esame del regolamento sul diritto d’autore, regolamento che poi deve essere sottoposto a constatazione pubblica per 2 mesi.


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,708 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi