Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di aprile 2011

30 aprile 2011

Ladri di pomodori

Poco tempo fa nel Messico il freddo bruciava i raccolti, i prezzi esplodevano, i pomodori e altri prodotti del Florida erano disponibili, fondevano una ditta di autotrasportatori (quelli americani – trattoroni che tirano un mezzo treno) con tutte le carte in regola, entravano nelle gara e caricavano 4 autotreni di pomodori, uno di cetrioli e uno di carni congelati che giungevano mai a destinazione. Valore $300.000

30 aprile 2011

Sacrifici

Il modo di trattare con la situazione drammatica del governo giapponese è questo: minimizzare, tranquillizzare e intanto aumentare le dosi massimi ammesse. Se prima toccava ai operatori/liquidatori di vedersi alzato il livello da 100 a 250mSv adesso lo sono i bambini nelle scuole di Fukushima. Per loro la dose massima consentita è identica a un operatore di una centrale nucleare tedesca, 20mSv/anno. Il consigliere convocato dal governo Toshiso Kosako, professore di Tokyo specializzate in misure anti-radiazione si è dimesso, trattenendo le lacrime alla conferenza stampa.

I consiglieri governativi sono molto stimati, e molto raramente si ritirano.

20mSv/anno corrispondono per caso a 3,8µSv/h, all’incirca i valori massimi presenti adesso.

29 aprile 2011

Internet che brucia

Come magari qualcuno dei tre lettori se ne accorto, vogliaditerra era giù quasi tutto il giorno, e non solo questo e le mail del contadino ma tutto quel che gira su questi server ad Arezzo, un milione e mezzo di siti.

L’elettricità è fuoco, si è liberata e principiato un incendio nei locali dove si trovano le batterie e i generatori di emergenza che servono per far fronte ad un eventuale blackout. Sembra che per sicurezza è stato tolto tutta l’energia ai server. Nessun rischio per i dati. Questa volta. Se succede adesso un blackout si spegne tutto nuovamente.

Tutto è così fragile.

28 aprile 2011

Della necessità di avere progetti

Oggi il contadino ha scoperto l’esistenza dei solidi archimedei e nuovi orizzonti si aprono, il cubo camuso e il rombicubottaedro son fattibili.

Un altro progetto del quale si ha bisogna urgente è una bella piovuta: non piove da un più di mese, sotto la terra sarebbe fresca ma tra la tramontana che tira e l’estate anticipata di qualche settimana fa l’hanno resa come il cemento. Il fieno non viene, nell’orto c’è la Sahara, l’unico vantaggio è che c’è poco erba da pulire sui ciglioni.

23 aprile 2011

Buona Pasqua

[e se piove va benissimo, che è un mese che la natura è senz’acqua qui]

21 aprile 2011

Il potere del blogger

Colpa del titolo in html h3 col link, colpa di google: succede che ci cerca “chi scrive le leggi” viene come primo link indirizzato qui. Un post magari un po’ criptico ma parla chiaramente della forza dei vari lobby nei dintorni del parlamento. Che sarebbe il soggetto quale scrive le leggi. Però aiutato spesso da qualcuno nel formulare…

Quindi un post che parla delle cose come stanno, il contadino è contento.

21 aprile 2011

Settala

Fanno più notizia i veleni in agricoltura convenzionale scientifica quando colpiscono i le persone nei centri abitati, come successo in quel pease citato nel titolo. Non si sa quale tipo di diserbo, non si sa quale cultura (probabilmente granturco)(che serve al 98% per produrre carne e uova – o peggio ancora: biodiesel).

21 aprile 2011

iPhone iData iGregge

Questo che in ogni paese civile è solo possibile dietro l’autorizzazione di un giudice la Apple lo fa da sé con le sue pecorelle: tracciare i dati di spostamenti di una persone che usa un iphone o un ipad.

E’ pure illegale, almeno in Germania. La Apple per ora tace.

Edit: né parla anche mantellini

20 aprile 2011

Buon anniversario mondo

25 anni Cernobyl, un anno Golfo di Messico, Fukushima appena nata. La IEAE e la Tepco pubblicano comunicato interamente scollegati dalla realtà. La prima afferma che la liberazione della radioattività caleràoni calerà, la secondo su pressione del governo ha elaborato un piano di sei-nove mesi per mettere sotto controllo i quattro reattori (“cold shutdown” ovvero tutti stabilmente sotto 90°C).

La realtà invece è che esce vapore radioattiva dal 2, 3 e 4, il secondo ha un buco nel reattore e il containment che perde, si pensa che lì vicino c’è una radiazione di qualche decina di Sievert la quale vieta ogni lavoro umano ma dovrebbe essere chiuso il buco secondo quel bel piano. L’edificio è piena di vapore, il robot che hanno mandato non ci vedeva niente: subito appannato la lente.

Nel N°4 (che ha il combustibile esausto fuori dal reattore) l’acqua (100mSv/h) arriva adesso a 5m, è non è costruito come piscina. La radiazione nel edificio N°1 è a 270mSv/h – significa un operai può lavorarci neanche un oretta per arrivare alla dose di una vita professionale. Forse sta fondendo il nocciolo, dicono adesso.

Circa 54mila tonnellate di acqua radioattiva nei sotterenaei del #1 fino #3, a volte cala di un cm dopo il pompaggio.

L’Ucraina spende circa 6-8% della sua finanziaria ogni anno per le conseguenze di Cernobyl è il Giappone solo ieri ha avvertito i residenti a Fukushima che i bambini non devono giocare con la terra e che la verdura nel orto non va mangiato.

19 aprile 2011

Stampano dollari…

come matti:

Dice che la FED perde il controllo dei mercati. Quando questi decideranno di dire “basta” il dollaro collassa e sarebbe iperinflazione.

18 aprile 2011

“Dicono di noi”

Ormai il contadino li riconosce dal comportamento.

Trovata con non poche difficoltà!
come già detto dal lanonimafontanellese l’impresa è riuscita grazie alla combinazione di diversi fattori non ultimo l’aiuto del proprietario e, probabilmente, creatore delle opere senza il quale sarebbe stato IMPOSSIBILE trovare la cache!

Girano in modo deciso e sembrano smarriti nello stesso momento, hanno un aggeggio nella mano, sono concentrati su qualche compito misterioso (trovare la famosa cache) e non vedono niente. Questa volta erano tre donne, quando sono tornati da qui li ha detti che non la troveranno mai, perché dov’erano 4 adesso sono due e dov’erano tre adesso sono molti.

17 aprile 2011

Materia, spirito e radioattività

Sono passati cent’anni da quando Max Planck ha messo le base alla fisica quantistica ma il fatto che la materia non esiste di per sé non è ancora entrato nella percezione comune del mondo, anzì. Materia viene generato dallo spirito, ma non era sempre così e non sarà sempre così.

Cosa ci dice Steiner della radioattività?

“Sette stati insieme formano un ciclo. La terra è nel suo quarto stato, quello minerale. Il compito del uomo è di elaborare il regno materiale. E’ già elaborazione quando prende una pietra per farci un cuneo per lavorarci su altri materiali. Quando dai metalli crea arnesi, quando manda corrente elettrica in una rete per la terra. Così l’uomo usa tutto il regno minerale per al so servizio. Trasforma tutta la terra in una opera artistica. Adesso siamo a metà di questa attività e nei prossimi tempi sarà trasformata tutta, alla fine non ci sarà più atomo sulla terra che non è stato trasformato dall’uomo.

Prima questi atomi si sono sempre più solidificati; adesso stanno per dissociarsi sempre di più. La radioattività prima non esisteva, per questo non si poteva essere scoperta. Esiste solo da qualche millennio, perché gli atomi si disgregano sempre di più.”

Tre dei quattro tipi di decadimento radioattivo finiscono con il piombo, il metallo di Saturno, ultimo sfera del sistema classico che separa il nostro sistema planetario dal cosmo.

Questa trasformazione della terra tutta condurrà alla prossima “incarnazione” della terra (detta “Giove” ma il pianeta c’entra niente), la quinta, che non sarà più materiale-minerale. Con una eccezione. Le scorie radioattive non possiamo trasformare (per ovvi motivi) e non arriveranno a Giove.

W.W.: “Sarà quindi una specie di luna di Giove?”

Kapuwu: “Molto più scuro della luna attuale.”

W.W.: “Rimarrà materia?”

Kapuwu: “Sì.”

W.W.: “Chi vivrà su questa luna?”

Kapuwu: ” Questi che non possono progredire. Eventualmente anche uomini. Chi avrà completamente negato lo spirito dovrà viverci magari.”

W.W.: “Ma come si fa a vivere lì? Avranno un corpo materiale?”

Kapuwu: Vivranno come macchine, saranno stati uomini-macchine. Questo è il sogno di Arimane. Non sono stupidi, ma non avranno vita. Non ci sarà più l’acqua.”

W.W.: “Anche nessuna reincarnazione?”

Kapuwu: Nessuna reincarnazione. Esseri macchinosi uniformi. Non si può avere pensato questo. Provalo neanche. Vuoi uomini non potete veramente avere pensato l’eternità.”

(Kapuwu è lo spirito elementare della terra, ecco il primo volume con i colloqui).

Come spesso l’uomo nel suo percorrere ciecamente il progresso tecnologico non sa neanche cosa saranno le conseguenze delle sue azioni. Ma molti che si sono opposti al nucleare hanno intuito qualcosa. Adesso abbiamo circa 300mila tonnellate di scorie nucleari accumulate, senza contare quello perso nell’ambiente. Ogni anno si aggiungono altre 12mila tonnellate.

[Per chi vuole studiare la cosmologia steineriana: ecco un pdf; altri testi qui]


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 62 queries in 1,137 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi