Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di febbraio 2011

26 febbraio 2011

Buon compleanno Rodolfo!

Il 27 febbraio 150 anni fa a Donji Kraljevec sul confine austriaco-croato era nato la persona che al contadino ha dato le chiavi per il mondo.

Sono chiavi che stanno sul tavolo eppure sembra difficile che qualcuno oggi riesca di prenderli ovvero: a leggerlo e (iniziare di) capire cosa ci dice. Günther Zwahlen racconta un colloquio con Dr. Stylianos Atteshlis, meglio conosciuto come Daskalos nel ’90:

Diceva di conoscere Steiner da molto molto tempo e di avere regolarmente contatto con lui. Lui, Daskalos, starebbe pienamente nella corrente cristiana come Rudolf Steiner. Poi letteralmente: “Noi collaboriamo. Non c’è alcuna differenza tra il mio insegnamento e quello di Rudolf Steiner.”

Se m’interessava come sarebbe venuto a conoscenza dell’insegnamento di Steiner in questa vita? Dopo una mia risposta affermativa domandava se sapessi cos’era la Teosofia? Sì. Se io sapevo perché Steiner usciva dalla Società teosofica? Sì, per via di Krishnamurti che i Teosofi spacciavano come reincarnazione del Cristo. Se io sapevo chi era Leadbeater? Sì. Daskalos poi: Leadbeater, che era chiaroveggente, aveva percepito che in Cypro si era incarnato un maestro. Daskalos puntava verso se stesso e diceva “That was me.”

Una delegazione della società teosofica sarebbe venuta a Cipro per invitarlo di giungerla e essere attivo in essa. Mentre stava pensandoci sopra sarebbe apparso Steiner accanto a lui e avrebbe detto: Non lo fare, senno di succede come a Krishnamurti. E così avrebbe respinto l’offerta. (Daskalos, ho imparato più tardi, aveva 26 anni in quel momento.)

Più tardi mi domanda se sapevo chi era Steiner. Mia riposta: so cosa ha detto lui stesso e cosa hanno detto i suoi discepoli più intimi. Annuiva e diceva: “He is a very high being, one of the highest beings at all.” (“E’ un essere molto alto, uno degli esseri più alti in assoluto”)

L’immagine è del treno che porta i congratulanti nel suo paese di nascita.

Rudolf Steiner era nato presso una stazione ferroviario e cresciuto in altre due e più tardi spendeva molte ore della sua vita in treni e sale d’attesa, leggendo dozzine di libri, scrivendo lettere e preparando conferenze e riunioni, seduto tra gli altri passeggeri, Simbolicamente questa vita “on the road” è stato usato come Leitmotiv per le preparazioni dell’anniversario.”

24 febbraio 2011

Abbellire scheletri

Il contadino non può vedere alberi secchi, li danno fastidio quasi fisico. Ma così va più che bene.

23 febbraio 2011

10mila morti in Libia e i giornali

Questa cifra si trova solo nei “mezzi” di informazione italiane, come mai? Ne Al-Jazeera né i giornali tedeschi ne CNN né Al-arabija (citato dall Stampa) né parlano.

Anche le cifre sugli immigrati che potrebbero arrivare vanno letto divisi per 500 o 1000?

Twitter:

And another thing, who the hell estimated 10,000 dead in #libya ? That’s almost impossible.. Gaddafi would do it but I doubt it happened yet.

Grazie a Lia questo. Qui il sito della revoluzione del 17 Febbraio e il LIve blog di Al-Jazeera.
La mappa delle regione liberate.
Per una informazione più precisa.

22 febbraio 2011

L’esercito di Michele

Il contadino non sa se sia il Parlamento bruciato o cosa (via Manteblog)

“Se l’Islam non riesce di integrare la libertà, l’esercito di Michele si deve rivolgersi contro di esso”.

Questo frase era rimasto impresso nella memoria del contadino. Ovviamente vale anche per la libertà politica ovunque. L’arcangelo Michele è Zeitgeist da un po’ e sembra che il suo esercito si sta muovendo fortemente e scuote il nostro mondo; porrà fine ai nostri accordi comodi con i dittatori, accordi per il petriolo, contro l’immigrazione.

Aggiornamento: Yusuf Al-Qaradawi, un importante leader religioso ha emanato una Fatwa.

I am issuing a Fatwa now to kill Gaddafi. To any army soldier, to any man who can pull the trigger & kill this man to do so.

21 febbraio 2011

Essere materialista

Dario Bressanini definisce “cazzate” l’opera di R. Steiner nei commenti in un suo pezzo sull’agricoltura biodinamica. Possiamo solo ipotizzare cosa Steiner avrebbe detto sul operato di Bressanini; al contadino sembra avrebbe capito perfettamente questo tipo di pensiero scientifico-materialistico avendo parlato moltissimo di questa visione ridotta del mondo ma viceversa non c’era niente da fare, come si vede; eppure sembra che abbia letto parecchio per citare così tante cose, da Atlantide fino la cronica Akasha. Pero possiamo constatare che un anima (o forse meglio “cervello” – visto che l’esistenza dell’anima non è provato scientificamente) così configurato è immune al contagio con il pensiero scientifico-spirituale e Bressanini in questo non è solo, il Cicap né è un covo e anche dai commenti si capisce quanti la pensano come lui.

Dall’altra parte ci sono quello che usano l’omeopatia e comprano prodotti Demeter e cercano di mandare forse i figli pure nelle scuole steineriane e questo sembra di mandare in bestia i primi e scrivono post lunghissimi e si lamentano della “mancanza di una educazione scientifica di base” in questo paese che farebbe sparire finalmente queste magie.

Un paio di link scientifici quindi: La grafica qui sopra proviene dalla ricerca DOK in Svizzera, l’unico studio a lungo termine che compara l’agricoltura biologica, biodinamica e convenzionale. Come si vede le “cazzate” di Steiner hanno il miglior effetto sulla struttura del suolo, la presenza di lombrichi, microbi e funghi. Come diceva lui: “Concimare significa vivificare la terra”. Già solo proporre di fare il compost nel 1924 era avanguardia pura.

Un metodo interessante per visualizzare la qualità di un alimento è la cristallizzazione sensibile con la quale si ottiene un immagine. Da sinistra a destra patata biodinamica, patata organica, patata convenzionale.


Recentemente pure uno studio con uve ha dimostrato che si possono abbinare al 100% le immagini al metodo agrario usata. Questo per le anime scientifiche che vogliono prove prove.

Ma interessante è un altro aspetto in quel antagonismo crescente “scienza” contro “esoterismo” o come si vuole chiamare, in salsa americana è la coppia “Creazionisti contro Evoluzionisti”.

La materia, il materialismo, si diceva. La terra. Magari molti pensano che loro non sono materialisti, che hanno valori come amicizia, onestà, altruismo che ritengono più importanti dei beni materiali. Bene, come no. Ma possiamo immaginare di vivere, diciamo, in un mondo di vapore? Dove ancora niente è solido, la materia dura, l’elemento terra non esiste? Sentiamo la Genesis:

Quando io accumulerò nubi sopra la terra, apparirà l’arcobaleno e io mi ricorderò della promessa fatta per voi e per tutti i viventi, a qualunque specie appartengano: le acque non scateneranno più il diluvio e non distruggerò mai più ogni vivente.

Vedrò apparire l’arcobaleno nelle nubi e non dimenticherò il patto stabilito per sempre tra me e tutti gli esseri viventi nel mondo, di ogni specie”.

Atlantide era sparita sotto il diluvio universale e cosa appare per la prima volta: un arcobaleno. Le nubi sopra la terra, divisi. Secondo Steiner Atlantide era un epoca dove la materia come la conosciamo oggi non esisteva ancora, ma pure abbiamo fatto alcune vite lì. Per questo non possiamo mai archeologicamente trovare qualche resto di questa epoca sui fondali dell’Atlantico. Ma prima era peggio ancora: solo fuoco e luce/aria come elementi. Adesso siamo al punto più materiale possibile, anzi, l’abbiamo superato da poco, e il mondo diventerà sempre meno materiale.

Il mondo materiale è il regno di Arimane (detto anche Satana: ghiaccio e di un intelligenza spaventosa; Lucifero è l’altro, infiamma). Il suo interesse è che l’uomo se ne scorda completamente delle sue origini spirituali e rimane nella sua sfera per sempre, come uomo-macchina, ed è a un buon punto.

Aggiornamento: Altre due risposte critiche a Bressanini sono qui e qua.

17 febbraio 2011

Tirare un respiro

Non tutto va male, sono tempi d’oro per esempio per il sarcasmo e la satira. Da oggi nel feedreader: Isolavirtuale e Carmilla.

Ridere fa anche la preparazione dei governanti oggi: In Germania il ministro di difesa Guttenberg non si sa mica difendere delle prove che dimostrano che ha copiato ampie parti del suo dottorato. In atto un wiki, trovate già più di 30 pagine copiazzati, tra altro dalla NZZ domenicale.

17 febbraio 2011

Come Pigna cura il suo immagine

Ogni uno si faccia una sua opinione:

Le Cartiere Paolo Pigna ha una pagina “La comunicazione di Pigna” dove si legge tra altro:

Mission Comunicazione Pigna:

Aver grande cura dell’immagine generale di Pigna e del suo brand.

Esaltare l’ottima qualità dei prodotti determinando strategie di comunicazione adeguate.

Veicolare valori positivi graditi ai giovani come agli adulti.

Evolvere il marchio Pigna verso un life-style globale nel mondo della scuola e dell’ufficio.

Comunicare con i clienti ed i consumatori dei prodotti Pigna.

Per curare l’immagine sceglieva di denunciare l’associazione Terra! per diffamazione perché dimostrava che l’azienda era coinvolto nella distruzione delle foreste pluviali in Indonesia, dopo avere mentito alla stampa.

Sono questi i valori positivi graditi ai giovani? Il life-style globale intesa come profitto ad ogni costo? Mentre altre aziende hanno capito meglio i valori globali che stanno al cuore ai consumenti oggi:

Lo scorso luglio, 40 associazioni europee, da Greenpeace, al WWF, a Friends of the Earth, hanno firmato una lettera comune inviata agli acquirenti di carta, per chieder loro di non acquistare più dalla APP fino a quando questa impresa non fermerà la conversione delle foreste pluviali in piantagioni. Imprese come Mondadori Printing, De Agostini, Gucci, Versace, Ferragamo, Burgo, Fedrigoni, Kimberly-Clark, Nestle, Kraft, Fuji Xerox, Unilever, Stamples, Office Depot, Corporate Express, Metro, hanno compreso come le pratiche della APP siano distruttive e incompatibili con i propri valori aziendali e hanno evitato o interrotto l’acquisto di prodotti da APP.

Ovviamente Terra! va in appello.

16 febbraio 2011

I pastori del mare

Sono più agguerriti di Greenpeace (basta vedere come si presentano) questi pastori ma così hanno vinto la battaglia contro i cacciatori di balene. Nome: “Operation No Compromise

What we do know is that the whalers will not be killing any whales for the next few weeks. Not because of any suspension but because it is physically impossible for them to do so. This is not a voluntary suspension. Sea Shepherd interventions have forced a closure to their illegal poaching activities.

The Japanese factory ship the Nisshin Maru is now 2,000 miles east of the whaling area. They are being tailed by Captain Alex Cornelissen and his crew on the Bob Barker. It appears that they are heading into the Drake Passage, past Cape Horn below Chile and Argentina and into the South Atlantic Ocean. If they do that, they are most likely going to continue eastward around the continent of Antarctica to the Western boundary of their whaling area some 2,500 miles eastward below South Africa.

The Yushin Maru #3 is having mechanical difficulties and left the Nisshin Maru two days ago to return to the West. The Yushin Maru #1 and Yushin Maru #2 are most likely still in the Ross Sea. The three harpoons vessels are useless without the factory ship the Nisshin Maru.

Qui delle foto di campagne precedenti.

16 febbraio 2011

Una parola al giorno #4

Human flesh search engine, in pratica un motore di ricerca in carne e ossa con massiccia partecipazioni di persone, per cercare e distribuire informazioni su persone per esempio. Attualmente usato in Egitto per cercare di identificare le persone che hanno commesse le atroce violenze in piazza prima della caduta di Mubarak. Detto anche “Piggipedia”.

[da qui]

15 febbraio 2011

Il mondo non è giusto

Appena cascano questi odiosi dittatori come adesso in Tunisia con i quali abbiamo MAI fatto accordi del tipo “tu-controllare-bene-bene-porto-noi-paghiamo” e l’EU si sveglia con i immigrati nelle prime pagine dei giornali dal suo letargo profondo in materia di diritti umani.

Un impedimento generico di raggiungere l’Europa come veniva praticato nei porti tunisini e peggio libici è contro la Convenzione di Ginevra.

La Commissione stima 3-4000 i morti ogni anno ai confini del nostro benessere.

Ancora riempiamo i mercati del Africa occidentale con i nostri prodotti agricoli in esubero venduti sottocosto, rovinando il mercato locale.

La ciliegina sulla torta è delegare il lavoro sporco a un elemento come Geddhafi.

14 febbraio 2011

Marketing di successo

Hai scritto un romanzo e vuoi che tutti né parlano? Mettici una Ruby multilingua, un Lele Mora, una ondata ti spam email e mettici pure il signoraggio. Però però forse avrai l’effetto opposto, caro Alfonso Luigi Marra.

(Poi mentre potava le ultime vite ha pensato al destino crudele della povera Ruby: Mubarak si finge in coma, Berlusconi non si sa, e adesso per fare la testimonial internazionale sceglie proprio gente e un tema così…)

13 febbraio 2011

Democrazia è…

…se vai a votare e perdi. Il contadino ha perso l’ennesima iniziativa/referendum. Non vede perché uno dovrebbe avere un arma militare in casa, oggi, in Europa. Poi il servizio militare non l’ha nemmeno fatto, per lo stesso motivo. Insieme a lui la maggioranza dei cittadini delle città.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 67 queries in 0,808 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi