Press "Enter" to skip to content

Fotovoltaico a terra

Da vecchio pioniere fotovoltaico il contadino non riesce di capire come mai sia possibile di riempire terreni con impianti fotovoltaici.

In un mondo ideale prima si coprano tutti i parcheggi, le zone industriali, i tetti delle fabbriche e dopo magari si pianta una striscia di panelli su un ciglio lungo l’autostrada. Ma intanto è partito la logica dell’affare, e si fa energia rinnovabile con la stessa logica industriale delle pruduzioni di armi o di automobili.

Nel suo piccolo ha messo gli ultimi panelli sul ciglione dietro casa solo dopo che non trovava più posto sul tetto, ma è nel grande che si combinano i guai.

2 commenti

  1. barbara m. 2 dicembre 2010

    ma i ciglioni non si coltivano mica! quindi di terreno agricolo non ne hai occupato.

    (martedì non ce l’ho fatta passare scusatemi, c’era il marito a sorpresa abbiamo smontato mobili grossi, ora non prometto più nulla, da ieri abbiamo le chiavi di là 🙂 da stamani mi trasformo magicamente in imbianchina) <-cancella pure la parte tra parentesi dopo aver letto è che son fuori casa e non ho voglia di aprire la webmail

  2. NonnaPapera 3 dicembre 2010

    avrei voluto metterli sul tetto della casa al mare, o meglio, avrei voluto mettere quelli per produrre acqua calda, mettendo il serbatoio nel sottotetto.
    Ma mi hanno detto che è vietato. Zona censuaria nera.
    L’unica alternativa concessa è quella di metterli in giardino, al posto delle rose. Orrore! Giammai rinuncerei alle mie rose.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi