Vogliaditerra

3 novembre 2010

Il buco

Ha qualcosa di affascinante quando la terra si apre e fa un buco nel mezzo del nostro mondo normale fatto di strade, prati e case.

Duemila camion di ghiaia devono buttarci per tapparlo.

Commenti:


  1. Di buchi così a Vicenza e provincia ne sarebbero serviti, in questi giorni…

    anni di soprusi al territorio, bacini golenali naturali pieni di case, abitazioni, fabbriche… Strade che tagliano millenari corsi d’acqua, fossati riempiti di terra e intubati, vegetazione spontanea tolta perchè brutta (se non cementato tutto)… e ci si lamenta…


    joe

  2. Foto suggestiva. Non sapendo il tedesco ho cliccato sull’invitante tasto “traduci” di Google.
    ecco il risultato :
    “Quando si riempie il cratere enorme nella città Turingia di Schmalkalden, un escavatore di grandi dimensioni da Brandeburgo utilizzati. Apparentemente, la dolina cosiddetto mediante lavaggio di salgemma, gesso o calcare fu gettato in terra.”

    Tutto chiaro adesso, no?


    NonnaPapera

  3. Per riempire l’enorme cratere nella città turingese di Schmalkalden, sara’ utilizzato un escavatore di grandi dimensioni proveniente dal Brandeburgo.
    Evidentemente, la cosiddetta dolina fu provocata da un dilavaggio sotterraneo di materiale roccioso quale salgemma, gesso o calcare.


    Geppetto

  4. Ne stanno accadendo a centinaia in tutto il mondo, negli ultimi mesi. Ovunque. Cerca “sinkholes” su Google o Google News.

    Puoi dirci qualcosa in proposito dal punto di vista spiritual/apocalittico, ste? Cosa ne avrebbe detto Steiner?

    🙂


    D.

  5. Che la terra si apre e inghiotta le nostre strade e i nostri automobili è un segno forte: pentitevi, la fine è vicina!

    No, scherzi da parte, non ho idea se veramente aumentano o se aumentano solo le notizie. E ben possibile, visto che effetto fanno, e abbiamo sempre più bisogno di emozioni forti.

    Ma penso che la terra (intesa come uno dei quattro elementi e come pianeta) deve entrare più nella nostra coscienza: abbiamo presente l’inquinamento dell’aria, dell’acqua, ma alla fine tutto in terra finisce.


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 2,072 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi