Vogliaditerra

9 agosto 2010

Flattr?

Siccome il contadino vuole sempre essere all’avanguardia (per dire il vero non è vero: non usa facebook, Twitter, Friendfeed, il cellulare e i prodotti nella big evil apple) adesso ha un account flattr.

Flattr propone un mechanismo di dare sostegno e apprezzamento libero per gli creatori dei contenuti del web che usiamo, blogpost, indagine giornalistiche, fotoreportage, documenti segreti arrivati a wikileaks, video, podcast, software e altro, definiti “thing”. La differenza è che il sostegno non è solo morale o ti fa arrivare in cima a una classifica ma è espresso (anche) in soldi(ini).

Al contadino in verità piace di più di pagare (dipende che cosa e a quale prezzo) che ricevere dei soldi. Si sente peggio a vendere e ottenere soldi per un agnello, un formaggio o una lattina di olio che a pagare un oggetto o un servizio che gradisce. Forse è strano lui, ci sta, ma l’idea di spendere €10 al mese (il minimo è di €2) sparsi per i vari post o video che ha gradito l’attira, anzi lo fa già da adesso. Solo che per adesso il contenuto è quasi del tutto tedesco. Ecco perché bisogna parlarne nelle province di Internet come l’Italia.

Il contributo libero è in sintonia con l’uomo moderno libero, come il software libero, le licenze creative commons e i corsi di vipassana , che sono completamente gratis basati su contributi volontari.

R. Steiner distingue tra tre tipi di soldi: quelli con quali si compra, quelli che si prestano e quelli che si donano liberamente.

Per ora si può chiedere solo un invito per iscriversi, al contadino avanzano due uno inutilizzato, ecco il codice:

76a35fd33ece7b081

Aggiornamento: flattr adesso è in beta pubblica, tutti si possono iscrivere. Per adesso sono più producenti che si flatterranno a vicenda, accorrete numerosi!

Ne parlano anche il fatto e tagliablog.


Flattr this

Commenti:


  1. Grazie Ste, il primo invito l’ho usato io.

    ciau, Ale


    Ale

  2. Grazie per l’invito (0e5586be64e733476) a questo corso gratuito di tedesco.


    ilcontandino

  3. No dai, io il tedesco non lo so ma intanto ho premiato lo stesso Ste e ByoBlu ed entrambi scrivono italiano :)


    Ale

  4. Ho messo il terzo invito che è rimasto inutilizzato. Io ne ho chiesto uno sul sito e dopo un giorno è arrivato.

    Il bello è che ancora c’è quasi nessuno, come la spiaggia al sorgere del sole :-)


    ste

  5. Grazie al solito informatissimo Ste ho capito al volo che questa è una buona iniziativa che spero abbia grande successo. Credo che la Rete sia fatta di gente che vuole pagare quel che è giusto e quel che vale un prodotto, una idea, un pensiero. Io per esempio ho comprato per 10 dollari un set di giochi per linux che erano in vendita ad offerta libera a partire da 1 centesimo di dollaro. Secondo me 10 dollari (volevo pagarli 10 euro) è il prezzo che mi sentivo di pagare.

    Alla fine hanno raccolto in pochi giorni più di 1 milione di dollari… (ovviamente gli utenti linux hanno pagato molti soldi tanto da costituire una grossa parte del totale incassato).

    Detto questo come si fa a dare il flattr al contadino? Ho provato a cliccare sull’icona e mi manda alla pagina della Thing https://flattr.com/thing/46067/Vogliaditerra dove non compare il mio username tra quelli che hanno dato il flattr: (Flattred by: 4Bweb + 1 anonymous.)

    Sai come fare?


    Sandro kensan

  6. Basta cliccare sulla parte verde dell’icona “flattr” nella pagina del “thing”, sulla sinistra.
    Ho messo un bottone statico sul server mio per non farli fare un contatore del mio sito :-)

    Grazie!


    ste

  7. Ok, ho capito, anzi ho fatto però adesso che ti ho flatterato compare che sono due gli anonimi e non compare il mio nick:

    Flattred by: 4Bweb + 2 anonymous

    devo attendere del tempo prima di flatterare? Le istruzione del sito dicono che posso farlo, ho il profilo attivo.

    https://flattr.com/profile/kensan


    Sandro kensan

  8. Ho notato la stessa cosa senza capire il motivo, adesso grazie a te ho visto le impostazioni in “settings > privacy > Publicly list what I’ve flattred”

    Per default tutto disabilitato (il contrario di facebook)


    ste

  9. Esatto, io sono 4Bweb :) e avevo notato che nascondeva il nick, visto che non trovo nulla di così grave nel sostenere un blog avevo dato la possibilità di mostrare il nick. Segui le istruzioni di Ste e comparirà anche il tuo nick ;)

    ciau, Ale


    Ale

  10. Perfetto, grazie Ste, grazie Ale. Risolto questo sapete dirmi se è normale che io veda il mio pulsante di Flattr in modo diverso da quello visto sui vostri siti? Io ho il pulsante javascript e ho notato che non ha la parte verde ma la parte sotto è arancione come nel pulsante di Ste:
    https://flattr.com/thing/46067/Vogliaditerra
    che dopo averlo clicckato è arancione e ha la scritta Flattred (il mio ha la scritta My thing su sfondo arancione): è normale?


    Sandro kensan

  11. Quello in javascript cambia subito colore come conferma se hai cliccato/flatterato (che parola…), il proprio vedi come mything, inattivo. Ho appena provato il plugin ufficiale per wordpress, ma lo mette sotto tutti i post o nessuno, invece sarebbe bene di poter scegliere.


    ste

  12. Grazie. Anch’io non so bene cosa è meglio, comunque sarebbe più onesto verso i lettori avere un pulsante distinto per ogni testo così possono vedere quanto gradimento ha un articolo, gradimento pesante fatto da persone che danno un piccolo contributo perché hanno gradito.


    Sandro kensan

  13. Io sul mio sito l’ho messo statico perchè ho inteso che viene conteggiato per il sito in generale l’”apprezzamento”. Averlo personalizzato in tutte le pagine (io uso Joomla e anche li ci sarebbero script già pronti che permettono di farlo) diventa un po’ “pesante” per i miei gusti.


    Ale

  14. [...] recenti Ale su Flattr?Sandro kensan su Flattr?ste su Flattr?Sandro kensan su Flattr?Ale su [...]


    VogliadiTerra » Blog Archive » Sempre pagare


referrer



Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Vogliaditerra funziona con Wordpress - 59 queries in 0,629 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette