Vogliaditerra

29 giugno 2010

L’arte del differenziare (delinkando Paolo Attivissimo)

Una paio di volta all’anno succede che il contadino si reca in luoghi molto pericolosi, nella rete, s’intende. E’ quasi uno sport, ci impara molto sul modo di pensare di altri e si allena in dialettica. Per far un paragone: è come andare su un forum del Pdl e voler discutere dei danni del Berlusconismo. Ovviamente è un comportamento suicida e stupido, ma lui è convinto che il Berlusconismo abbia creato dei danni enormi al paese e lotta. Ma in questi luoghi pericolosi tra altro studia anche gli effetti collaterali del pensiero materialistico-scientifico, effetti che affliggono gravemente la percezione del mondo reale.

Così queste discussioni portano mai a niente; entrambe le parti escono più sicuri di prima della loro visione del mondo, ridendo e scuotendo la testa sulla ignoranza della controparte, ma d’altra parte nel tempo libero qualcosa bisogna pur fare.

Questa volta il luogo era un post di Paolo Attivissimo nel quale prendeva in giro questi messaggi email e altro che circola nella rete al proposito della costellazione a grande croce del 26.10.2010:

Il 26 giugno 2010 ci sarà una straordinaria costellazione planetaria: la Grande Croce. Secondo il messaggio del Crop Circle, il Sole quel giorno creerà un nuovo spazio, uno spazio di guarigione, un nuovo campo di consapevolezza.

A parte il dubbio “messaggio del cropcircle in codice” e le prognosi entusiaste orgiastiche la disposizione dei pianeti a croce c’era davvero, bastava osservare i pianeti nel cielo per un giorno e misurare gli angoli e molti siti astrologici mettono a disposizione un applet che permette di calcolare la carta del cielo per una data qualsiasi con un paio di click, tra il 23 e 27 giugno c’era un singolare susseguirsi di opposizioni e quadrature tra Sole, Luna, Giove, Pluto, Urano, Saturno e Mercurio e il nodo lunare che culminava proprio il 26. Negarlo è identico a negare l’eclissi e la luna piena di quel giorno.

Però Paolo nel post si è dato molto da fare per dimostrare l’inesistenza di questa croce usando immagini con la prospettiva eliocentrica invece di quella geocentrica e siccome il contadino ha un po’ una fissa con le stelle da tanti anni è intervenuto per segnalare lo sbaglio nel metodo, ma non sì e reso mica conto a cosa doveva andare incontro, era impossibile. Il fatto è che Paolo Attivissimo non è un qualcuno su un forum della casa della Libertà, ma lotta per smascherare bufale e falsità come un leone da molti anni e con le verità obiettive dovrebbe essere amico, invece ha solo dimostrato la sua ignoranza in materia.

Il buffo è che in questi luoghi dominati da feroci sostenitori del metodo scientifico che sarebbe secondo loro l’unico metodo per sapere qualcosa sul mondo non si riesce mai a ottenere nulla con la logica del pensiero, con prove e fatti dimostrabili: loro ripiegano sempre sul metodo di tentare di ridicolare l’avversario invece di argomentare e portare prove alle loro affermazioni sbagliate e fanno di tutto l’erba un fascio. Per molti di loro uno che usa l’omeopatia o che ritiene che il cosmo c’entra qualcosa con la stagione e la crescità delle piante deve per forza credere anche negli oroscopi, nelle scie chimiche e nella cospirazione mondiale: tutto o niente.

Sì può discutere se una disposizione così speciale dei pianeti abbia un qualsiasi significato per i destino dell’umanità o meno, ma mica sul fatto che esiste.

Questa gente e la loro versione della scienza sta per prendere quel posto che aveva la Chiesa ai tempi dell’inquisizione: dogmatica, chiusa e potenzialmente pericolosa per chi lo pensa diversamente, son già arrivati al punto di definire l’omeopatia “stregoneria”. Andremo sul rogo?

EDIT: visto gli ultimi sviluppi nei commenti a quel post bisogna constatare che peggio del giornalista-blogger che scrive un suo pezzo partendo da un errore fondamentale è solo il giornalista-blogger che non riesce ad ammettere lo sbaglio e correggere il pezzo.

EDIT 2: Visto che la cosa peggiora e dopo l’insulto al contadino Paolo infierisce contro la stupidità della gente, degli insegnanti e dei telegiornali non rendendosi conto che lo scrive in una pagina dove lui stessa nega i dati di una comunissima carta del cielo che dimostra che il 26 giugno c’era una scadenza regolare di 6 ore (90°) nel apparire all’orizzonte di molti pianeti, compresa luna e sole; che tutti tranne Nettuno, Marte e Venere avevano un angolo tra di loro preciso di 90° o 180° tra il 22. e il 28.5, che ha avuto tempo e tutti i dati serviti sul piatto per controllare; che è lontano anni luce di scusarsi e correggere il suo post irreale sulla grande croce qui sparisce il link al suo blog.

E’ un atto dovuto di igiene personale.

EDIT 3 :E’ sparito il suo post sulla Costellazione della grande Croce dal indice di Google, ma non (ancora) di quello di Yahoo o di Bing e non le copie presenti in rete.

.

Commenti:


  1. Il link mi sembra non funzionare… forse due volte cntrl V?? Questo dovrebbe funzionare http://www.telegraph.co.uk/hea.....ctors.html
    Anche se mi sembra la solita solfa della lobby medical-scientista


    mentelibera

  2. oops, era incollato due volte, sistemato, grazie!


    ste

  3. “Per far un paragone: è come andare su un forum del Pdl e voler discutere dei danni del Berlusconismo.”

    Ti capisco benissimo, ogni tanto (per insano spirito suicida) vado su alcuni siti “sionisti” per cercare di intavolare discussioni serie sulla questione palestinese con chi la pensa diversamente da me. Lo faccio come dici tu per imparare e allenare la dialettica. Immancabilmente ne esco frustrato e mi sento stupido per aver buttato del tempo. Discutere con chi detiene verità assolute è inutile e fa venire il sangue amaro…


    Hyblon

  4. Io, alla fine, me ne sono andato da Petrolio e … son finito qui 😉


    Geppetto

  5. Buonasera,
    leggo sempre il tuo blog(grazie per tutto quello che pubblichi), però non amo molto le pubblicazioni di astrologia. Leggendo questo post mi sono sentito in dovere di risponderti. Sono uno studente di scienze e penso che tutto sia spiegabile, ma i nostri esseri così limitati non riusciranno mai a concepire l’universo(credo che i dogmi e le credenze nascano da questo limite).

    Hai perfettamente ragione nel criticare qualsiasi pensiero dogmatico(Il dio silvio, la chiesa ed i fondamentalismi tutti) però Attivissimo sul suo blog forse con un po’ di enfasi ha solo mostrato che effettivamente è solo un effetto di prospettiva quello della disposizione a croce. Non vedo dove sia il dogma e la chiusura.
    Spero in una tua risposta, anche per poter discutere delle nostri differenti visoni del cosmo.

    Saluti


    Alessio

  6. @Hyblon: Non mi sento frustrato, anzi.

    @Alessio: La disposizioni dei pianeti, del sole e della luna interessava da sempre vista dalla terra (per esempio luna nuova o luna piena in visione eliocentrica sono completamente insignificante), quelli che hanno letto un messaggio in codice ASCII in quel cerchio e l’hanno messo in relazione con la croce del 26 si sono ovviamente riferiti alla prospettiva geocentrica. Questo non l’hanno capito i siti esoterici (almeno quello che ho visto, non ho cercato altri) e nemmeno Paolo, che fin qui può succedere. E quel che viene dopo che mi fa rizzare i capelli.

    Oggi c’è chi arriva addirittura a dire che sarebbe sbagliata la prospettiva geocentrica e vero quella eliocentrica, ma sono entrambe vere e vanno tenute distinte e servono a diversi scopi. Per la chiusura mentale: Se leggi i suoi interventi vedi bene che non riesce o non vuole riuscire di capire e accettare i calcoli perché si trovano su siti di astrologia.

    nostri esseri così limitati non riusciranno mai a concepire l’universo

    Qui non mi trovi d’accordo. Siamo limitati adesso ma possiamo evolverci, sviluppare nuovi sensi di percezione, e abbiamo uno strumento prezioso che è il pensare.


    ste

  7. Leggo volentieri il sito di Paolo, ma quanto trovo certe posizioni integraliste di chiusura, di crociata, anche io lo trovo irritante. L’approccio per me irritante è quello verso l’omeopatia (mi curo da 30 in questa maniera, con ottimi risultati), ma non mi sfiora neppure l’idea di mettermi lì a spiegare e ragionare: non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.


    NonnaPapera

  8. Buongiorno,

    @ste
    Effettivamente potremmo evolverci ma comunque il nostro pensiero non ci porterà a superare i limiti dell’uomo inteso come animale. Credo sia più probabile un involuzione vista la situazione attuale…

    Comunque sono scettico sull’influenza che possano avere su di noi le stelle lontane(basta leggere qualche numero, sono effettivamente lontanissime) e i pianeti. Anche se credo che il solo fatto di fermarsi ad osservare il cielo stellato sia un grande passo per l’uomo (in pochi possono o voglio osservare il cielo).
    Il sole, la luna e la terra invece sono sicuramente importantissimi per la nostra vita e la nostra evoluzione.

    @NonnaPapera
    Bellissimo modo di dire “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Però vale sia rivolto all’omeopata convinto che allo scienziato convinto. Io sono cresciuto curato con l’omeopatia. Comunque credo che la medicina migliore sia quella “naturale” ma non l’omeopatia che è molto artificiosa… (Invece che curarci evitiamo di ammalarci e mangiamo bene! Il nostro corpo è in grado di guarire da solo dalle malattie banali).

    Buonagiornata!


    Alessio

  9. Mi intristisce leggere lo “scontro” tra due persone che stimo molto. Ritengo che Paolo sia un ottimo giornalista, ricercatore e molto ferrato in vari argomenti. Ritengo altresì Ste una delle poche persone che ancora usano gli occhi, per guardare vedere capire ed interagire con il mondo che ci circonda.

    E’ un conflitto irrisovibile, e l’esempio dei manici di legno o delle piante ne è l’esempio più eclatante.

    Il problema, nel caso specifico è che Paolo non ha mai avuto tempo / voglia di guardare come crescono, giorno per giorno, le piante ad esempio.

    L’astrologia/omeopatia/sciamanesimo etc etc etc sono argomenti che purtroppo non hanno spiegazioni inconfutabili e dimostrabili. Ci sono e basta.

    Non voglio infierire, non voglio e non mi permetto nulla: ma domanda un po’ a dei viticoltori quando si deve imbottigliare il vino. O domanda a me cosa succede a tagliare due piante identiche ad una settimana di distanza.

    IMHO ovviamente!


    Joe

  10. non capisco un’acca di astronomia, astrologia, astro_quel_che_volete_voi però non mi sembra che ci voglia molto per capire che la propettiva eliocentrica per noi non ha nessun senso.
    siamo sulla terra o no? e allora è inevitabile mettere la terra al centro di tutto.
    se no diremmo che alba e tramonto non esistono, idem per le stagioni, per non parlare delle eclissi solari che viste dal punto di vista solare semplicemente non ci sono perché il sole splende sempre.

    comunque la cosa che mi fa più pena in quella discussione, non è tanto Attivissimo, quanto gli altri commentatori che nell’intento di farsi belli all’occhio del leader, sono ancora più reali del re. ciechi, offensivi, che gente, boh mi verrebbe da dire meglio perderli che trovarli e avanti tutta 🙂


    barbara m.

  11. Geppetto, mi ritengo assai offesa nel sentire che te ne vai da Petrolio per leggere Ste: mi consideri come Attivissimo forse???
    Sappi che anch’io leggo Ste e sono MOLTO più vicina a lui che a certi altri… 😛


    Debora

  12. capisco e conosco gran poco del cosmo ma sento che ha un influenza enorme sulla vita in Terra
    Io non so dire cosa è successo, quali siano le motivazioni cosmiche e se ne sono la causa ma da domenica-lunedi, intorno a casa, piante, piantine, innesti, germinazioni, ortaggi sono imbizzarriti e tutto vegeta, ri-vegeta e spunta con una vigoria ed una velocità a me del tutto nuova e sorprendente…
    Quali sono le possibili relazioni di quella disposizione cosmica con il mondo vegetale?cosa è accaduto?

    Ste ti leggo da anni e non perdo mai la voglia di passare da qui a vedere cosa hai da dire e raccontare..grazie e un saluto a tutti i naviganti


    beppe

  13. @Alessio:

    … il nostro pensiero non ci porterà a superare i limiti dell’uomo inteso come animale. Credo sia più probabile un involuzione vista la situazione attuale…
    Comunque sono scettico sull’influenza che possano avere su di noi le stelle lontane(basta leggere qualche numero, sono effettivamente lontanissime) e i pianeti.

    Ecco si vede un po’ quel che io definisco “danni collaterali” del pensiero scientifico ( che ci ha dato e ci da moltissimo).

    Una è l’equazione uomo=animale, ignorando completamente la libertà di pensiero e azione che nessun animale ha, e non importa se condividiamo 99% del materiale genetico, un altro che questo modo di analizzare la materia ha completamente perso di vista lo spirito (per me la materia visiva è solo un strato della realtà). Così la luna e i pianeti diventano una massa di grossa di materia, perdendo ogni qualità.

    Così per dire la costellazione dei gemelli ha una qualità di luce che è diversa della qualità di luce dell’acquario (luce intesa come elemento, essendo entrambe segni di luce), per esempio; i antichi egiziani queste qualità le percepivano direttamente, mentre noi me compreso vediamo una serie di stelline nel cielo e basta. Se poi troviamo la luna davanti i gemelli abbiamo una certa influenza cosmica, e non di tipo gravitazionale (come unica spiegazione che può venire in mente a Paolo e altri).

    Hai detto che studi scienze (naturali credo) e fai benissimo, ti consiglio solo di non perdere il senso comune e di stare attento alle ipotesi scientifiche del tipo “alleno un ranocchio che salta giù dal tavolo quando batte le mani – taglio le gambe al ranocchio – non salta più – ergo ha le orecchie sulle gambe!”

    Si trovano abbastanza frequente questi ipotesi dove la scienza moderna si occupa della vita: medicina, agricoltura, alimentazione, cervello ecc.

    Sei scettico anche lì 🙂


    ste

  14. PS: ho appeno letto gli ultimi commenti, si stanno avvicinando alla realtà:

    le costellazioni sono come ci appaiono dal nostro punto di vista, questo è indubitabile: è come un quadro senza prospettiva del medioevo: è tutto piatto

    Vorrei vedere quanto manca a scoprire che l’eclittica è un piano e pianeti stanno sempre poco sopra o poco sotto e in fondo ci sono le costellazioni 🙂

    E’ vicino il Solleone!


    ste

  15. Ciao Debora,
    mi pare che tu faccia un ottimo lavoro e che tu mi abbia sempre trattato bene (semmai fui io a lasciarmi prendere la mano in una occasione). Semplicemente mi costava troppo scrivere per chi non voleva sentire (tema ricorrente anche in questa questione). Me ne andai, perche’ un bel giorno uno mi chiese perchè investivo così tanto tempo, ed io non seppi trovare una risposta a quella domanda. Insomma, tu non c’entri nulla.
    Grazie e a presto,
    Geppetto


    Geppetto

  16. Per parte mia sono contento che non devo gestire un forum 🙂

    Io non so dire cosa è successo, quali siano le motivazioni cosmiche e se ne sono la causa ma da domenica-lunedi, intorno a casa, piante, piantine, innesti, germinazioni, ortaggi sono imbizzarriti e tutto vegeta, ri-vegeta e spunta con una vigoria ed una velocità a me del tutto nuova e sorprendente…
    Quali sono le possibili relazioni di quella disposizione cosmica con il mondo vegetale?cosa è accaduto?

    Da parte mia ho solo notificato la strana mattinata dell’eclissi, con l’aria ferma e pochissime farfalle, sembrava che la natura trattetenessi il fiato, di pomeriggio s’è sciolto tutto.

    So poco anch’io, ma potrei immaginare che c’è un “primo” e un “dopo” di questa costellazione molto speciale se tieni conto che è orientato anche per i solstizi/equinozi; se si guarda il movimento dell’angolo delle opposizioni che arriva a diventare 180° ovvero linea retta e poi si ripiega dall’altra parte sia per Giove-Saturno e Plutone-Mercurio (il più lento e il più veloce) e Saturno-Urano che tutti si guardano in faccia indica una svolta in tante cose. Vedremo. Poi Pluto e Urano e anche Saturno sono lentini, quindi credo che è una svolta a medio-lungo termine.

    non capisco un’acca di astronomia, astrologia, astro_quel_che_volete_voi però non mi sembra che ci voglia molto per capire che la propettiva eliocentrica per noi non ha nessun senso.
    siamo sulla terra o no? e allora è inevitabile mettere la terra al centro di tutto.

    Questo è l’esatto opposto della frase buttato lì da un commentatore: non ha senso descrivere il cielo nei termini in cui ci appare poi si riferiva al diametro reale del sole e della luna, che appaiono uguali da qui, però a nessuno verrebbe l’idea neanche tremila anni fa di dire che sono uguali…


    ste

  17. @ste

    Non ho dubbi sul fatto che l’uomo abbia il pensiero che lo distingue dagli animali, secondo me è però molto fantasioso e presuntuoso credere che i nostri esseri siano a o saranno in grado di concepire realmente l’immensità del cosmo. Sicuramente è importante però la ricerca e la curiosità…

    Anche io credo che il pensiero scientifico abbia fatto molti danni soprattuto dovuti al riduzionismo(credo sia quello a cui ti riferisci).
    Molti scienziati stanno però rivalutando il pensiero sistemico, unico metodo per analizzare realmente i sistemi complessi come gli organisimi, la vita ed il nostro stupendo pianeta.
    (Consiglio a tutti il saggio “Reti della vita” di Fritjof Capra)

    Mi spiace essere così distante(ma le diversità sono il motore per l’evoluzione), però non riesco proprio a capire come possano stelle che appartengono a zone remote della galassia avere infulenze sul’uomo e sulla terra. Ritengo l’astrologia una superstizione vecchia di secoli, e che non abbia nessun riscontro sulla realtà. (scusa la mia durezza)
    Non nego chiaramente le infulenze astronomiche sulla terra provenienti dal sole e dalla luna…

    Sono uno studente di Fisica. Nessuna tortura o esperimento su animali. 🙂
    Non mi ritengo comunque un materialista…

    Buonagiornata!
    (Adesso vado a dare un’occhiata alle api per vedere se il raccolto del castagno è a buon punto… Mi piacerebbe parlare con te anche di agricoltura un giorno…E’ in toscana la tua attività agricola?)


    Alessio

  18. Sì, è in Toscana. Fritjof Capra mi ha dato molto, ho letto saranno 30 anni fa un suo libro “Il Tao della fisica” se mi ricordo bene il titolo. R. Steiner dice che la scienza scoprirà per forza da sé alla fine lo spiriro, e quel pochissimo che credo di capire di fisica quantistica sembra essere un indizio che punta in questa direzione.

    Una cosa non si può negare: una carte del cielo è un metodo unico che descrive con un ideogramma/disegno come lo vuoi chiamare UN preciso momento in UN preciso luogo, si ripete mai.

    Ti potrebbero interessare il Calendario di M.Thun, che indica i tempi favorevoli/sconsigliati per i lavori con le piante, alberi ecc e anche le api. Tipo per fare gli sciami, stimoli vari ecc. Quando apri l’alveare dai smepre un impulso.

    Il pensiero sistemistico anche questo per me un vecchio amico, uno dei libri che formano.


    ste

  19. alessio, ste. anch’io leggo ogni tanto il blog di attivissimo, giusto per farmi due risate. il personaggio è quello che è, i suoi accoliti peggio di lui.
    la setta degli scientisti pieni di ostracismo verso ogni altra cosa (dall’omeopatia in poi) è una aberrazione del pensiero materialista. questa cosa della croce planetaria è l’esempio lampante del loro modo di (non) pensare
    ciao
    ti seguo sempre


    aristoteles

  20. Vorrei dire ai tanti scienziati che pare ti leggano( in cerca di materia o di antimateria? non fate i sottili, lo so che non è lo spirito! ), che l’astrologia non è molto diversa dalle altre scienze ( dagli astrologi viene considerata una scienza esatta, ma di difficilissima comprensione, tale e quale la vostra ).
    Trovo qui , in un testo divulgativo di fisica, questa massima di Niels Bohr, che mi sembra pertinente:
    ” L’opposto di una affermazione corretta è un’affermazione falsa. Ma l’opposto di una profonda verità può essere un’altra profonda verità “.
    La scienza e l’ astrologia, non fanno che cercare dimostrazioni a teorie che nascono con l’osservazione della realtà.
    In entrambi i casi l’interpretazione cerca di essere massimamente oggettiva, ma è impossibile prescindere dall’osservatore.
    Gli osservatori dotati del genio necessario a procedere nella comprensione sono pochissimi in entrambi i casi.
    Gli altri ci provano e se le loro teorie non trovano riscontro, non è perché la scienza e l’astrologia non siano ” vere ” ma perché sono maledettamente complesse e piene di variabili a incastro,
    e non tutti quelli che si applicano riescono a trarne qualcosa di buono.
    Sempre dal manuale:
    ” Per settant’anni abbiamo cercato di misurare il tasso di rallentamento dell’Universo. Alla fine ci siamo riusciti e abbiamo scoperto che stava accelerando ” Michael S. Turner 2001
    Non mi sognerei mai di sfottervi perché per quasi un secolo avete avuto la convinzione sbagliata,
    capita a chi cerca di capire, non è motivo di vergogna ma di orgoglio.
    Così, voi misurate e dite, non ne abbiamo le prove ma certe, ma questo ci porta a pensare che…
    E “noi” lo stesso, elaboriamo teorie.
    Poi, dopo vent’anni raccogliete le prove ( le misure, che nel nostro caso sono più difficili da prendere ) che confermano le vostre teorie e il risultato diventa una verità.
    A noi succede che chi avevamo immaginato che si sposasse si sposa, che le antipatie celesti che avevamo chiare si trasformano in rotture, ma nel nostro caso lo chiamate caso e vi comprendo.
    Io non ci avrei mai creduto finchè giocando non ho visto cose che voi umani…se credo in qualche Dio è perché “questa cosa” dell’influenza stellare( ? ) è vera e se è vero questo ogni assurdo
    può essere verità.
    Non credo che sia la costellazione in cui ritrova il Sole al momento della nascita ( il segno )
    a influenzare il carattere di chi nasce in un dato periodo.
    Dicono i testi che lo zodiaco con le figurine degli animali sia stato concepito dagli “dei” per renderci facile la comprensione del messaggio; Leone contiene significati che una parola astratta
    non conterrebbe.
    Ho letto che la radiazione emessa dal Sole cambia ogni mese e che si divide in quattro tipi differenti che si susseguono mese dopo mese e che questa sequenza corrisponde alla visione cosmologica antichissima dei quattro elementi primari,
    insomma siamo irradiati al momento del concepimento e l’irraggiamento del Sole si combina a quello degli altri pianeti e così mutiamo.
    Che questo oltre al carattere cambi anche il destino, questo davvero non so.
    Se qualcuno può confermarmi che davvero il Sole si comporta così, non devo più chiedermi il perché di quello che osservo.
    A questo punto però diventerebbe tutto così logico e scontato che Dio lo perdo un’altra volta 🙂


    meeme

  21. Uno delle poche perle nella discussione nel post di Paolo era quella: “gli astronomi ancora non hanno digerito che gli astrologi gli hanno fregato il nome buono…”

    Astro-logos : la sapienza delle stelle
    Astro-nomos : è una specie di contabile, sa dare i nomi alle stelle…

    Per il destino: il karma è fisso per i prossimi minuti o pure secondi, quel che succederà è già instradato e non si può più cambiare salvo casi estremi. Ma più è lontano nel futuro è cambiabile dalle nostre azioni, quindi ogni previsione precisa è azzardata.

    Le previsione del futuro su base di influenze del cosmo sono limitate a “saranno favorito gli estremismi, molto calore e altre proprietà ecc” o “è probabile che ci sarà un periodo di consolidamento”, credo.


    ste

  22. Sono stato senza internet è partecipo in ritardo. Mi aveva stupito che non avessi già reagito a questo post.


    massimo

  23. Mi sono sforzato e sono riuscito di non intervenire lì (no, infatti ho scritto un piccolo commento esprimendo la mia indignazione per lo stile e lo sfruttamento della la morte della ragazza per sparare su tutto).

    Ma proprio qualche giorno fa ho letto un articolo che illustrava come tanti studi scientifici non vengono mai pubblicati in quanto evidenzierebbero dei danni collaterali anche gravi; nei anni ottanta sarebbero morte per esempio migliaia di cardiopatici per queste omissioni. “Morire di scienza” quindi?


    ste

  24. La “scienza”, gli “studi scientifici” sono veramente tutt’altra cosa.

    Propagate e vivete questa verità: Quando ci sono in mezzo i soldi al 99,9999% non è scienza.

    E non perchè il metodo scientifico postuli che sia così, ma perchè con i soldi al 99,9999% entra in ballo la feccia dell’umanita’, quelli con molta grana, attirati come le falene.

    Un fenomeno simile si può notare con i partiti: Nel giro di 10 anni, se vi è un certo successo, gli idealisti fondatori fanno le comparse e comandano i ballisti.

    La matematica e la fisica non portano soldi (semmai li consumano) e guarda caso i risultati scientifici sono tutti lì, e solo lì.

    Il resto sarà gioco-forza una semi-truffa, compresa molta “medicina”, il picco, il clima e compagnia bella (anche le religioni e i movimenti filosofici seguono tutti lo stesso destino).

    La scienza sta nei libri di testo, non nei “blog”: hai fatto benissimo a non rispondere. Forse anche con PA ci sono in mezzo i soldi: il suo stipendio.


    Geppetto

  25. Coloro che danzavano erano considerati folli,da quelli che non riuscivano a sentire la musica, (Angela Monet)
    Ciao a tutti voi


    leila

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,920 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi